Ka art. Per una cartografia corale della Basilicata

Un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 co-prodotto dall'associazione ArtePollino e la Fondazione Matera Basilicata 2019

 

Matera 2019 è stata l’occasione, per coloro che hanno investito e investono da anni in cultura e in valorizzazione del territorio in Basilicata, di mettersi in gioco con progetti ambizioni. Da qui nasce Ka art. Per una cartografia corale della Basilicata, co-prodotto da ArtePollino e Fondazione Matera Basilicata 2019: un progetto fatto di percorsi, cammini, mappe e persone di provenienze diverse (Tirana, Parigi, Torino, Napoli, Milano, Roma, ecc.) che si incontrano e che, camminando, leggono il territorio dal proprio punto di vista, restituendolo agli abitanti attraverso vari linguaggi artistici.

Curato da Katia Anguelova, si propone di attivare un’ampia partecipazione sociale attraverso la semplicità dell’atto del camminare, in una lenta, corale, immersione tra elementi naturali e umani. Una coralità itinerante, migrante, tra reale, immaginario e memoria: la “fragilità” dell’arte, la volatilità delle parole e la forza del gesto proveranno a insinuarsi cautamente nel ricco crogiolo di culture che hanno abitato, e abitano, queste terre poco esplorate, a rigirarlo in superficie.

Il ciclo di appuntamenti è partito con il Cammino d’Autore “La Vi(t)a Selvatica” con Matteo Caccia. Una grande marcia tra borghi e paesaggi, realizzata tra il 30 maggio e il 2 giungo in collaborazione con la Fondazione Circolo dei Lettori di Torino, partner del progetto.

Nelle giornate del 29 giugno, a Latronico, e 1° luglio a Matera, la scrittrice Elvira Dones e l’illustratore Marco Cazzato incontreranno il pubblico per l’evento Ritratti di umanità. Nella stessa giornata verrà inaugurata anche la mostra delle opere di Cazzato, visitabile fino al 29 luglio 2019 a Matera al Casale e, in seguito, a Latronico presso il museo Mula+ dal 2 al 25 agosto 2019.

Il Cammino d’Autore del 30 giugno, Il Cuore verso il Cielo, vedrà protagonisti a San Severino Lucano lo scrittore Antonio Pascale e l'astrofisico Amedeo Balbi nella narrazione a due voci Dalle stelle alle pietre e dalle pietre alle stelle.

Il 28 luglio sarà la volta del coreografo francese Jérôme Bel con la sua performance Compagnia Compagnia presso l’Arena Sinni, a Senise (PZ) in cui saranno coinvolti danzatori professionisti e amatoriali provenienti dal territorio.

Imperdibile anche la performance 70 X 7 The Meal Act XLII del duo artistico Lucy + Jorge Orta . L’appuntamento è fissato per il 21 settembre a Latronico; cento persone prenderanno parte al rituale della cena all'aperto confrontandosi su questioni che riguardano le piccole comunità locali e globali. Il lungo tavolo a cui siederanno i commensali sarà allestito con una tovaglia serigrafata e un'edizione limitata di piatti in porcellana Royal Limoges appositamente realizzati dai due artisti per Ka art. La performance sotto forma di cena collettiva coinvolgerà anche la rete dei produttori del Pollino; il cibo, elemento primario dell'identità sociale e dispositivo di appartenenza, diventerà pretesto per incontri, scambi, aperture e per riflettere sulla biodiversità.

Il progetto Ka art si concluderà il 6 ottobre 2019 con la restituzione dei lavori dei giovani artisti, albanesi e italiani, Silva Agostini, Bora Baboçi, Camilla Salvatore, Cosimo Veneziano, Pleurad Xhafa che, insieme ai tutor, Claudia Losi e Francesco Pedrini, a settembre 2018 sono stati impegnati nella residenza studio Del tempo fossile nel Parco del Pollino. Gli artisti che hanno preso parte alla residenza sono stati selezionati da Claudia Losi e Adrian Paci, fondatore di ArtHouse, partner del progetto. I loro lavori, insieme ai piatti e alle tovaglie serigrafate realizzate da Lucy + Jorge Orta, saranno in mostra presso il MULA+ Museo di Latronico dall’11 ottobre al 3 novembre 2019

Per info: Matera Capitale Europea della Cultura 2019 e ArtePollino

Parole chiave
,
  • 735 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social