Magia di colori

Carissimi Syusi e Patrizio lo scorso agosto dopo avere programmato per mesi una vacanza in Thailandia, finalmente ci rechiamo presso l'agenzia viaggi per la prenotazione e, dopo forse avere subito una seduta ipnotica, ne usciamo con una prenotazione per la ...

Diario letto 454 volte

  • di Carolina Galeandro
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500

Carissimi Syusi e Patrizio lo scorso agosto dopo avere programmato per mesi una vacanza in Thailandia, finalmente ci rechiamo presso l'agenzia viaggi per la prenotazione e, dopo forse avere subito una seduta ipnotica, ne usciamo con una prenotazione per la Martinica!!!!!! Volo e pernottamento per 14 notti a S.Luce, a sud dell'isola.

Dopo il lungo viaggio transoceanico, via Parigi, arriviamo finalmente verso le 21.30,a Fort de France, capitale dell'isola, e da li via verso l'albergo, distante circa 30Km.

La prima cosa che ci colpisce è il caldo afoso:cosa faremo con le felpe cosi' tanto "caldamente" consigliateci dal convincentissimo agente di viaggi, e che in buona quantità abbiamo riposto nelle nostre valigie ????? Valigie????già...Le nostre valigie sono rimaste a Parigi e ci assicurano che arriveranno nei prossimi giorni:risolto il problema delle felpe!!!! Il mattino dopo, dopo un breve sopralluogo dei dintorni, decidiamo di affittare un' auto, cosa assolutamente indispensabile per girare l'isola, data la totale assenza di mezzi di trasporto pubblici.

Nonostante un inizio apparentemente disastroso il viaggio si è rivelato poi affascinante come non pensavamo. E' bastato poco per essere catturati dalle atmosfere creole:gli odori e i colori assumevano per i nostri sensi delle intensità mai immaginate.

Insolita al nostro gusto la cucina creola:assolutamente da provare gli accras de morue,frittelline piccanti con gamberi e cozze, la langouste grille, aragosta alla griglia con salsa creola, il diffusissimo poulet roti , pollo arrostito alla brace che si può trovare in vendita anche lungo le strade o addirittura sotto i palmeti lungo le spiagge.(tenete ben presente che la vita sull'isola costa almeno un 30% in più rispetto all'Italia, quindi arrivate ben forniti di ...Denari!!!) La spiaggia per eccellenza, si insomma , quella delle cartoline è al sud, nei pressi del villaggio di Santa Lucia: è propiro lei con quell'unica palma che scende verso il mare azzurro e trasparente, e con un acqua caldissima, circa 28°...Una vera goduria.

Un pò deludente la costa atlantica, per quanto però possa dirsi deludente un simile paradiso.

L'isola è tranquilla e poco proposta al turismo di massa:molti francesi, pochi italiani e sopratutto i locali, gente cordiale e allegra. Vita notturna zero.

Ma vi assicuriamo che le giornate possono essere così intense da rendere superfluo questo particolare.

Meritano una visita Fort de France (belissimo il mercato delle spezie e la visita al Forte), il giardino botanico di Balata, le spiaggie nere del nord dell'isola, dove domina il vulcano (attivo) Mont Peleè.

Le cose da raccontare sono tante ma non vorremmo dilungarci ancora.

Per chiunque voglia avere altre informazioni puo mettersi in contatto con noi tramita l'-mail girolelica@libero.It Un saluto affettuoso a tutti i viaggiatori Paolo e Carolina

  • 454 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social