Marsiglia, capitale europea della cultura 2013

Piacevole visita in una città che sorprende per le sue ricchezze artistiche, storiche e naturalistiche

Diario letto 22878 volte

  • di gildam21
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: due
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Città focese, dal nome dei coloni greci che la fondarono nel 600 a.C., Massalia per i romani, Massylia da "marsa" (porto) per gli arabi, meta devozionale al santuario della Madonna della Guardia per i pellegrini medioevali, Porta d'Oriente per i ricchi commerci di spezie provenienti da terre lontane, primo porto croceristico e mercantile di Francia, patria del mistral, della petanque e di Fernandel, città della malavita e del famoso sapone, città multietnica e violenta; questi e molti altri sono gli aspetti che più caratterizzano Marsiglia, capoluogo della Provenza e futura Capitale Europea della Cultura nel 2013. Non tutti sanno però, che Marsiglia è anche una città elegante dagli ampi boulevards alberati, chiamati "cours", fiancheggiati da austeri palazzi ottocenteschi perfettamente uniformi nello stile detto "delle tre finestre" per il ripetersi regolare di questo motivo, e ingentiliti dai merletti sospesi dei balconi in ferro battuto.

Giungendo alla stazione ferroviaria di Saint Charles si rimane colpiti dalle eleganti geometrie triangolari che hanno ispirato la facciata e l'atrio di questo monumentale edificio inaugurato nel 1927 e situato in posizione panoramica su una collina a cui si accede salendo una scenografica scalinata. La struttura, abilmente rimodernata, è dotata al suo interno di comodi ascensori per raggiungere i binari e di un ricco viale alberato dedicato allo shopping ed alla ristorazione.

La stazione è collegata direttamente alle due linee di Metro, che percorrono il sottosuolo, salendo sulla 1, si può raggiungere in pochi minuti la fermata Vieux Port, nel cuore del centro storico all'inizio della Canebiére, l'antica via della lavorazione della canapa (canébe), divenuta col tempo l'arteria principale della città.

Al n. 4 della Canebière si trova l'Office de Tourisme, situato nei locali dell'antico Café Turque, uno dei più antichi caffè della ciità, qui è possibile ottenere materiale informativo, prenotare hotel, visite guidate e sottoscrivere un City Pass per 1 o 2 giorni (22 o 29 euro), che consente l'accesso illimitato a tutta la rete cittadina dei traporti pubblici e ad altre facilities di tipo turistico.

Intorno al Vieux Port esistono sistemazioni alberghiere di tutti i livelli, per esperienza personale si segnala l'Etap Hotel Vieux Port (futuro Ibis Budget) che offre un ottimo rapporto qualità prezzo ed è raggiungibile a piedi dalla fermata del Metro.

L'Hotel è situato in Rue Sainte, l'antica strada dei saponifici, proseguendo si incontra il famoso Four des Navettes, antica panetteria in funzione da oltre 200 anni.

Disponendo di un week end, è possibile effettuare, mistral permettendo, l'escursione in battello (20 minuti) a Chateau d'If, piccola isola fortificata situata di fronte al Viex Port.

L'isola è ricca di memorie storiche e letterarie: Alexandre Dumas vi ambientò parte del suo celebre romanzo "Il Conte di Montecristo". Visitando l'interno della fortezza-prigione, si ha la possibilità di entrare nelle celle che, secondo la leggenda, ospitarono Edmond Dantes, protagonista del romanzo, e l'Abate Faria, il frate che lo aiutò a fuggire dall'isola.

Al rientro a Marsiglia il battello effettua una sosta tecnica all'isola di Frioul e permette di ammirare dal mare alcuni importanti monumenti della città, come la Basilica della Major e i due forti di San Nicola e San Giovanni, posti all'imboccatura del Vecchio Porto

  • 22878 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social