Marrakech express... e oltre

Tutti i colori di questa affascinante città

Diario letto 17737 volte

  • di Valentyna
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Sono da sempre affascinata dalla cultura araba e dai paesi che la rappresentano e Marrakech era da tanto in cima alla mia lista di città e paesi arabi da visitare. Finalmente ci sono riuscita!

A Gennaio prenotiamo il volo con Ryanair A/R Pisa-Marrakech al costo di € 62 a persona con solo bagaglio a mano.

Successivamente tramite Booking scegliamo il pernottamento. Riad, senza se e senza ma. Non si può andare a Marrakech e non dormire in un riad. Ce ne sono un'nfinità, tutti con giudizi strapositivi a prezzi davvero ottimi. (Io per ovvi motivi viaggio low cost :-)). La scelta,per una concomitanza di giudizi positivi,posizione e costo,è ricaduta sul Riad L'arabesque.Scelta che rifarei senza dubbio. Costo per 2 persone per 4 notti 192€ comprensivi della tassa di soggiorno di €1,50 al giorno a persona. In pratica 86€ a testa. OTTIMO!

Acquisto poi la mini guida Incontri Marrakech della LP che però è del 2011,solo poco dopo è uscita quella nuova aarghhhhh!! Tutto sommato è stata molto affidabile,i prezzi coincidevano ancora,e gli aumenti che abbbiamo trovato erano counque poco importanti.

Finalmente arriva il giorno della partenza!

Decolliamo intorno alle 16,10 e arriviamo a destinazione verso le 18,15 ora locale (un'ora indietro), ma ahimè notiamo subito che nello stesso momento devono essere arrivati altri voli perchè la fila al controllo passaporti è infinita! Gli sportelli sono numerosi, la fila tutto sommato scorre,ma i controlli sono precisi e minuziosi quindi tra una cosa e l'altra perdiamo quasi un'ora. Tramite il nostro Riad avevamo prenotato il transfer privato dall'aeroporto al Riad (direi fondamentale almeno per l'andata. Trovare il proprio nella medina,con le valigie dietro, è praticamente impossibile!).

Superati i controlli decidiamo di cambiare subito i soldi. Il cambio sarà facile,basta dividere per 10 la cifra in dirham. Es:150 DHM=15€ circa.

All'uscita troviamo il nostro driver con il cartello ad attenderci che ci fa subito notare l'ora di ritardo...oops :-)

Il primo impatto dal minivan è subito splendidi. E' quasi il tramonto,la città è tutta rosa,piena di verde, cascate di coloratissime bouganvilles dappertutto,altissime palme sventatti e quel caos non caos tipico di una città araba. Anche se qui devo dire molto controllato. Di fatto la città conta circa 2 milioni di abitanti. Il driver è loquace, posso sfoggiare il mio francese arrugginito che qui parlano tutti e preferiscono, e ci spiega molto gentilmente i luoghi in cui stiamo passando. Arriviamo in una strada piuttosto trafficata che poi scopriremo essere poco dietro la mitica Djemaa e qui troviamo uno dei ragazzi dello staff del Riad che ci conduce alla nostra sistemazione passando per i vicoli stretti e super incasinati della Medina danndocene subito un primo assaggio!.Senza di lui forse saremmo finite non so dove, a Fez :-) Il Riad ci accoglie nella sua semplicità. Struttuta tipica in stile arabo andaluso,pulitissimo sia fuori che nelle stanze (9 in tutto), una splendida terrazza con tante piante, e sedute, camere non grandi ma confortevoli, bagno di giuste dimensioni, con maioliche colorate ovunque. Un bel patio pieno di piante dove si consuma la colazione e chi vuole anche pranzi o cene su ordinazione. Ce ne sono sicuramente di più affascinanti e lussuosi a prezzi non molto superiori,ma a noi è piaciuto molto. E lo staff è stato gentilissimo e simpatico.

Usciamo dopo una doccia e il punto di forza del Riad lo scopriamo subito. 5 minuti a piedi di una stradina della median piena di botteghe che vendono di tutto,dove noi compravamo l'acqua in bottiglia,e si è subito nel cuore della città,la mitica Djemaa el Fna,il “raduno dei morti”questo il suo significato.

Il primo impatto è stupendo,il sole quasi all'orizzonte, rumori, suoni, i venditori di arance e gli innumerevoli stand gastronomici che iniziano la loro attività tra fumi di brace e profumi inebrianti. Me la immaginavo più caotica, quella sera è stata un'eccezione, le sere successive lo sarà

  • 17737 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. lauraduna
    , 25/6/2015 12:19
    Sono andato con altri 2 miei amici nel deserto di Merzouga con ' http://www.maroccoescursioni.com/ ' (3 giorni e una notte da Marrakech Verso il Deserto ) non posso altro che dirvi di andarci!!! Non solo per il deserto con i cammelli (mai visto cosi’ tante stelle), ma tutto il viaggio si vede il vero Marocco dalle montagne innevate al deserto alla citta dell’UNESCO (che è uno spettacolo). Un ringraziamento speciale va alla nostra guida Mustafa e’ stato amichevole, professionale e gentilissimo. Per quanto riguarda la sicurezza non abbiate paura, non abbiamo avuto un momento di paura , anche la notte nel deserto i beduini erano gentilissimi.Consigliatissimo !!!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social