Marocco on the road fai da te

Alla scoperta di Marrakech e Atlante on the road

Diario letto 2144 volte

  • di sacchettone
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: due
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Trasporti: voli prenotati con Ryanair, circa 3 mesi prima della partenza, per Marrakech, spesa complessiva circa 145€ per due persone, comprensiva di bagaglio da stiva di 10kg; auto prenotata dall'Italia con un motore di ricerca tedesco www.billiger-mietwagen.de 100€ circa in totale una Kia Picanto con la copertura completa, ma con franchigia sulla carta di credito bloccata per 6 giorni di noleggio.

Pernotti: solo per i primi tre giorni prenotati dall'Italia su Booking, un mesetto prima della partenza

Soldi: abbiamo fatto 2 prelievi di valuta locale per le spese di tutti i giorni. I pernotti sono stati pagati con carta di credito oppure in euro o in moneta locale. Da notare che gli euro sono accettati ovunque per qualsiasi spesa.

diario di viaggio

GIORNO 1- 29 gennaio 2020

Arrivo a Marrakech Con volo Ryanair da Treviso, soluzione di volo molto più economica in questo periodo dell’anno. Arrivo in aeroporto alle 23.10 circa e dopo tutti i controlli acquistiamo una sim per avere internet sul cellulare da qui ci dirigiamo verso l'esterno dove ci aspetta il taxi, prenotato dall'Italia tramite il riad, costo 20€, visto l'orario va bene, arriviamo al Riad Leita dove ci accoglie il gentilissimo padrone. Vista l'ora dopo il check-in andiamo direttamente a letto stanza al pianterreno quindi vicino la hall... rumorosa.

GIORNO 2 - 30 gennaio 2020

Sveglia di buon ora e colazione al riad alle 08.30 dopo di che ci immergiamo nella medina direzione Piazza Jemaa el Fnaa la piazza visto che è ancora presto è abbastanza vuota al contrario della confusione della Medina, ma comunque è un tripudio di colori e odori, gente. Da qui prendiamo un bus cittadino per andare a visitare i giardini Majorelle. Finito qui ci dirigiamo con il taxi verso la Medina per visitare la scuola Corania... purtroppo chiusa per restauro. Bene si fa l'ora giusta per il pranzo e decidiamo di gustare tranquillamente (si fa per dire) un buonissimo, il migliore della vacanza, Tajine vegetariano, dopo di che visita del Palazzo El Bahia, imperdibile. Siamo rimasti a bocca aperta davanti a tutto quello splendore di intarsi, alle porte, la meraviglia del giardino, le tantissime e bellissime sale con il pensiero di ciò che fu un tempo - gran visir le sue mogli e le innumerevoli concubine. A seguire prima di reimmergerci nel souk, perdendoci e ritrovandoci in Piazza Jemaa el Fnaa, abbiamo visitato il Palazzo El Badi. Quindi cena in un grazioso ristorantino tipico di Marrakech. Dopo di che letto perché l'indomani ritiro auto e viaggio.

GIORNO 3 - 31 gennaio 2020

Auto: Marrakech -Tafraoute (386 km via autostrada km)

Ad esclusione della parte autostradale il resto strade bellissime che ti fanno vedere paesaggi mozzafiato arriviamo nel pomeriggio e ci facciamo un bel giro in trekking della città e dintorni prima di cena.Cittadina suggestiva con un piccolo Souk al centro della città cena nel ristorantino Marrakech al centro della città... non male. In questo periodo non ci sono molti turisti ma è molto battuta solitamente soprattutto da bikers.

GIORNO 4 - 01 febbraio 2020

Auto: Tafraoute Tiznit (107 km circa) e Tiznit Agadir (100 km circa)

Colazione di buon ora... ma sempre dopo le 8 prima è buio. Prima di dirigerci verso Agadir decidiamo di trovare il piccolissimo ed introvabile sito archeologico dove c'è un disegno rupestre... essendo tignosi ci siamo riusciti. Dirigendoci verso il campeggio Tazka che si trova lungo il vialone dove ci sono i campi sportivi quindi avendo l'entrata del campeggio di fronte si entra nello sterrato e in diagonale ci si dirige verso la parte più alta che sta in fondo a destra del villaggio comunque queste sono le coordinate 29° 42 primi e 41 secondi nord e 8° 59 primi e 19 secondi ovest. A noi ci ha portati con una piccola mancia 1€ uno dei custodi del campeggio. Subito dopo andiamo a visitare il piccolo villaggio antico berbero. Dopo di che siamo andati a visitare appena fuori Tafraoute il monte che viene chiamato Cappello di Napoleone e quindi prendiamo la bellissima strada in direzione Tiznit e ci fermiamo a pranzo presso le Gole di Ait Mansour - the alla menta e omelette in un posto bellissimo tranquillo e stupendo, continuiamo verso Agadir... strada molto bella e suggestiva dove abbiamo visitato una Kasba e vari villaggi berberi antichi. Giunti ad Agadir cerchiamo per un totale di due notti un bel alloggio fronte mare con piscina e ci concediamo un 4 stelle (50€ a notte con colazione Kenzi Europa Hotel) marocchino molto buono e con piscina (città molto turistica sempre). Qui ci rilassiamo prima doccia io vado dal barbiere dell'hotel e poi cena fuori in un ristorantino locale.Visita con passeggiata in spiaggia e sul lungomare della cittadina nuova di Agadir

  • 2144 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social