Partenza il 11/4/2009 · Ritorno il 18/4/2009
Viaggiatori: in coppia · Spesa: Da 500 a 1000 euro

I profumi della medina

di elpaso - pubblicato il

Durata Viaggio 8 giorni Periodo Aprile 2009 Tipo di viaggio Fai da te Spostamenti treno e taxi Costo € 600 (volo incluso) Non è possibile visitare il Marocco, ed in particolare le città imperiali, senza addentrarsi nelle medine (città vecchie), costruite secondo il modello di città dettata da Maometto e arrichite dalle dinastie successive con palazzi, moschee e mederse. Così come non è possibile visitare il Marocco senza entrare in contatto con la sua religione: l'islam. Ovunque la sua presenza si fa sentire con i suoi suoni (il richiamo alla preghiera attraverso i minareti) e i costumi della sua gente. Per formare un quartiere sono necessarie tre cose: una fontana, una moschea e una panetteria. Il panettiere di quartiere è colui che sa tutto del suo quartiere, conosce perfettamente la quantità di pane che ogni famiglia ordina e qualunque variazione lo mette in condizione di avere informazioni sulla vita di quartiere (ad esempio se una famiglia compra più pane probabilmente avrà degli ospiti, di contro se non ne compra affatto per un po di tempo è probabile che si sia trasferita altrove). Girovagare per le strette vie della medina osservando venditori di tappeti, macellai, conciatori di pelle significa entrare in contatto con una realtà storica che non ha eguali in nessun altro posto al mondo, e se non fosse per le parabole installate sopra i tetti delle abitazioni sembrerebbe che nulla è cambiato negli ultimi 300 anni, tutte le attività si svolgono come un tempo. Profumi suoni e colori invadono i labirinti, dove perdersi diventa l'occasione per trovare sorprese in ogni angolo: da muli che trasportano ogni genere di materia prima a carretti carichi di menta. E' uno spettacolo ammirare i colori delle spezie o i banconi stracolmi di frutta e verdura di stagione (i banconi dei banchi delle olive e dei dolci nel mercato centrale a Meknes sono delle vere opere d'arte). E si, perchè qui il raccolto segue ancora le stagioni, così succede che a primavera si troveranno solo certi tipi di frutta e verdura, in estate altri, tutto in perfetta armonia con le leggi della natura. Per vero, va detto che questa non è una scelta, bensì una necessità. Infatti ricorrere a tecnologie moderne come macchinari o uso di pesticidi sarebbe troppo oneroso per l'agricoltore medio marocchino che è così costretto a lavorare su piccola scala accorciando il più possibile la filiera e gli intermediari nella vendita al dettaglio. Risultato: frutta e verdura freschissimi e saporitissimi, nemmeno lontani parenti da quelli che si trovano nei nostri ipermercati.

Il turismo certamente si fa sentire (come ad esempio in città come fez) con i suoi pro e i suoi contro e l'invadenza dei commercianti a volte risulta fastidiosa (nulla comunque a che vedere con l'insistenza che si respira in tutto il sud est asiatico oppure in India), ma in città come Rabat sarete completamente ignorati e potrete godervi ogni cosa prendendovi tutto il tempo che vorrete, magari sorseggiando un tè alla menta osservando il passaggio avanti a voi.

Fez è la più antica delle città imperiali, e probabilmente possiede la medina più affascinate, con numerosi monumenti di rilievo al suo interno come la medersa Bou Inania e la moschea Kairaounie.

Meknes è una città più piccola, ma altrettanto affascinante con la bellissima place el hedim affacciata sul Bab el-Mansour, la più grande delle porte imperiali del Marocco. Inoltre è un ottima base per esplorare il sito archeologico di Volubilis e la cittadina di Moulay Idriss. Un'escursione in gran taxi di mezza giornata per entrambi i luoghi dovrebbe costare Dh350, ma si può arrivare fino a Dh300 se non si è in alta stagione.

Rabat è senza dubbio la città più europea con la sua medina estremamente ordinata e la kasbah affacciata sull'oceano. La tour Hassan è il suo monumento più rappresentativo, ma vale la pena fare un'escursione alla cittadina di Salè per visitare la splendida medersa. Potete raggiungerela in barca a remi (dh1 a persona) anche se la sponda del fiume attualmente è un cantiere polveroso dove credo debba sorgere un quartiere residenziale sul mare, ma non ho avuto modo di prendere informazioni in merito.

L'accoglienza delle persone e la buona rete di trasporti hanno reso questo viaggio facile, piacevole e sicuro (ho girato con la mia reflex al collo per le medine anche la sera e non ho avuto alcun problema), l'unico neo è stato lo sciopero dei taxi a Meknes che ci ha costretto a lunghe camminate con gli zaini per i vari spostamenti in città, ovviamente ora è tutto risolto.

Arrivederci a presto, Marocco Informazioni Pratiche Pernottamento Fez Hotel Mounia – Segnalato anche dalla Lonely Planet, è situato nella ville nouvelle. La posizione è buona vicino ad av. Hassan II e alla fermata dei petit taxi. Anche la stazione dei treni è raggiungibile a piedi con una passeggiata di 15 minuti. Le camere sono pulite e dotate di tutti i confort (compresa TV satelittare). Tutto sommato l'hotel possiede una certa personalità. Un solo consiglio: non chiedete a loro il trasferimento in aeroporto, vi chiedono dh 200 mentre il prezzo giusto in grand taxi è di Dh 120. Buon rapporto qualità prezzo. (costo per notte camera doppia Dh500) http://www.Hotelmouniafes.Com Meknes Ryad Bahia – Direi piuttosto famoso e frequentato, quindi mi limito a dire che è un buon riad con persone gentili che parlano italiano.

Http://www.Ryad-bahia.Com Rabat Ryad Aida – Senza dubbio il migliore, un bellissimo riad autentico in un vicolo nella medina di Rabat, con bellissime stanze e pulitissime (chiedete della annakhla !!) tutte con bagno in camera. C'è anche una terrazza sul tetto dove è possibile rilassarsi, stendere la biancheria e prendere il sole. La ragazza francese che lo gestisce è gentilissima e possiede anche un altro riad (alida) anch'esso molto bello completamente restaurato e più moderno. Http://www.Dar-aida.Com http://www.Dar-alia.Com

Pasti Fez Restourant Marakesh – Ristorante situato proprio di fronte all'hotel Mounia. Il menu è tipico marocchino. L'atmosfera è suggestiva e la cucina è discreta. Da provare il tajine di vitello con prugne.

Meknes Ryad Bahia – Appartiene al riad citato sopra e devo dire che è stata una bellissima sorpresa. La cucina è eccellente e tutte le sere presenta menu differenti (ovviamente marocchini). Se siete anche voi fortunati vi serviranno tajine d'agnello con datteri: una delizia! Ottimo anche il cus cus.

Rabat Restourant el-Bahia – Ottimo ristorante in un contesto suggestivo, oltre a piatti marocchini (consiglio il pollo al limone) prepara anche ottimi spiedini e bistecche alla brace. Ottimo rapporto qualità prezzo.

Spostamenti Treno Il treno è un ottimo mezzo per spostarsi tra le città imperiali. Potete viaggiare sia in prima che in seconda classe, la differenza principale è che in prima classe ci sono 6 posti per ogni scompartimento (8 nella seconda) e i posti vengono assegnati all'emissione del biglietto. Il sito delle ferrovie fornisce orari e tariffe affidabili: http://www.Oncf.Ma Nota: Le stazioni di Fez e Rabat sono in ristrutturazione, sono comunque completamente funzionanti e non si sono verificati disservizi di alcun tipo. Taxi: sono di 2 tipi: gran taxi (sono vecchie mercedes 250) che percorrono lunghe distanze a prezzi fissi e su itinerari prestabiliti. E' possibile anche noleggiare l'intero taxi per itinerari personalizzati, ovviamente è necessario contrattare la tariffa prima di mettersi in viaggio.

Petit taxi percorrono percorsi urbani e sono dotati di tassametro, se dovesso rifiutarsi di utilizzarlo chiedete di azionarlo (tournee le conteur, se vou plais) altrimenti cambiate taxi. Sono molto economici, una corsa non dovrebbe mai costare più di Dh15 Aereo Abbiamo volato ryanair su Fez da Bergamo (orio al serio). Vi consiglio di fare il check-in online perchè anche se in Marocco non viene accettato, vi terranno buona la prenotazione e farete il check-in in aeroporto gratuitamente. Visite guidate Consigliate solo se avete poco tempo a disposizione o non volete perdere tempo a trovare i pinti più interessanti nelle medine. Anche a Fez, contrariamente a quanto affermato da molti, le guide non sono assolutamente necessarie, i seccatori non sono poi così tanti e perdersi tra le vie fa parte un po dell'esperienza di viaggio. In caso vi perdiate, troverete sempre qualcuno disposto a riaccompagnarvi in un punto che voi volete, e non sempre è necessario dare in cambio denaro.

Comunque se siete interessati i costi delle guide a fez (l'unica medina per cui forse la guida abbia un senso) per giornata intera sono di Dh250 oppure Dh160 per mezza giornata.

di elpaso - pubblicato il
Parole chiave: