Marettimo dove il tempo sembra essersi fermato

Marettimo, la perla rara delle Egadi!

Diario letto 6956 volte

  • di eliguer
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2019

Stamattina sveglia alle 7 colazione sul nostro stupendo terrazzo col sole che sorge e partenza per Pizzo Falcone, la vetta più alta di Marettimo, 676 metri sul livello del mare... salita bella tosta, ripida con un dislivello pieno in quanto parti dal livello del mare (e noi siamo abituati a camminare in montagna). Prima tappa: CASE ROMANE, resti archeologici di antichi insediamenti romani tra cui una chiesa di origine bizantina e poi su fino alla vetta, tra vegetazione lussureggiante, pini e fiori! Devo dire molto caldo... Arrivi ad un passo da dove vedi il retro dell’isola... boschi a pizzo sul mare azzurro, scogliere ripide e molto dolomitiche... l’ultimo pezzo è ben segnalato da frecce rosse: ti devi un po’ aiutare con le mani perché il sentiero non è delineato ma è tra rocce a zig zag... il bello di arrivare in vetta e arrivano le nuvole che ci coprono il panorama... va beh! Chiacchieriamo un po’ con un ragazzo di Napoli e una signora di Como e poi scendiamo tutti insieme! Pranzo al Caffè Tramontana con carpaccio di tonno che ti si scioglieva in bocca tanto era buono e poi relax a Praia Nacchi. Cena AL PIRATA: ottimo è dir poco!! Porzioni super abbondanti: consiglio dividete in due oppure prendere una porzione a testa! Antipasti con zuppa di moscardini, tortino di melanzane, pasta all’ariccia, pasta alle uova di San Pietro, due bottiglie di vino, acqua 73 euro in due!

MERCOLEDÌ 18 SETTEMBRE 2019

Oggi bellissima giornata: destinazione CASTELLO DI PUNTA TROIA con relativa spiaggetta sotto che è paradisiaca, caraibica direi... Il sentiero è molto bello: parte da Scalo Vecchio (zona Caffè Tramontana) relativamente pianeggiante tranne alcuni pezzi della durata di circa 1.30 con zone a strapiombo sul mare ma molto suggestivo! Fin dall’inizio siamo stati accompagnati da uno dei tanti cani Setter dell’isola, placidi e stupendi che ha passato con noi la giornata per poi tornare in barca con uno dei tanti pescatori! Il percorso è molto bello, suggestivo, classico sentiero di montagna per poi arrivare a al Castello di Punta Troia arroccato su un promontorio che svetta sul mare a 116 metri di altezza, ospita nelle sue sale il Museo delle Carceri di Punta Troia e l’Osservatorio per la Foca Monaca dell’Area Martina Protetta delle Isole Egadi. Una vista mozzafiato! Abbiamo fatto la visita guidata con un volontario del comune davvero bravo che ci ha spiegato la storia del castello e fatto visitare le varie stanze comprese le prigioni davvero angoscianti, la cosiddetta "tremenda fossa": costruita dagli spagnoli e inizialmente usata come cisterna per la raccolta dell’acqua venne poi riutilizzata come prigione profonda sette metri senza porte o finestre, i prigionieri venivano calati con funi e chiusa con un masso di pietra quindi i carcerati legati all'interno vivevano senza aria e luce. Alla fine dell’ottima visita guidata ci è sembrato il minimo lasciare una piccola offerta! Finalmente la tanto meritata spiaggia con colori blu, relax, pace e tanti pesci e ovviamente in compagnia dei nostri cani isolani! Ritorno veloce in un oretta, solita fantastica granita al Caffè Tramontana e ultima cena della vacanza al Carrubo eccezionale come sempre!

GIOVEDÌ 19 SETTEMBRE 2019

Ultimo giorno in questo paradiso! Abbiamo bissato la spiaggia di Punta Troia ma questa volta partendo presto e senza visita al castello avevamo tutta la spiaggia per noi... che dire... una piscina a cielo aperto immersi in un acquario... Una bella sorpresa ha allietato e commosso la nostra giornata: sulla spiaggia è arrivata una coppa diciamo non più tanto giovane con figli a seguito per celebrare il loro matrimonio... Sbarcati sulla spiaggia con una piccola barchetta hanno celebrato il Rito della Sabbia! È stato davvero commovente ascoltare le loro promesse di amore attorniati dalle figlie di precedenti matrimoni, figlio nato dalla loro unione e i nipotini... tra l’altro poi li abbiamo rivisti in paese a pranzare al Pirata! È giunta l’ora di lasciare questo angolo di paradiso: tornati in paese ultima granita al nostro Caffè Tramontana e doccia veloce da Cristina che gentilmente ci aveva lasciato la stanza! Abbiamo salutato con tristezza e malinconia Cristina, la nostra padrona di casa, il figlio, il marito e il fratello che abbiamo visto al Porto. Devo dire che al B&B LA TERRAZZA ci siamo trovati davvero bene: sembrava di essere a casa. Cristina e la sua famiglia ci hanno fatto sentire a casa e coccolati. Il B&B è molto bello, in centro paese, la stanza bella grande con i colori del mare bianco e turchese... La parte fantastica era questo mega terrazza sul tetto a completa disposizione degli ospiti da cui si gode una vista di Marettimo e del mare da lasciarti senza fiato... Sempre qui consumavamo la nostra colazione a buffet fantatica: torte fatte in casa da Cristina, briosce fresche, pane cunzato, marmellate, miele di Marettimo, frutta, acqua, caffè, the, succo … insomma di tutto di più!

Rapporto qualità prezzo ottimale, 70 euro a notte a camera colazione compresa in due. Da tornarci!

E dell’isola che dire???? Marettimo dopo anni di aspettative non mi ha per nulla deluso anzi…

  • 6956 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social