A Cayo Caulker per vedere la grande barriera corallina

Cayo Caulker è una piccola isola a largo delle coste del Belize dove in pochi minuti si può raggiungere la seconda barriera corallina più lunga al mondo per effettuare una delle escursioni più emozionanti.

Diario letto 550 volte

  • di travelale
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Risale al 2017 il mio viaggio in Belize, in un'isola piccola chiamata Cayo Caulker, distante un miglio da una delle bellezze naturali più apprezzate dai sub di tutto il mondo, la grande barriera corallina del Mesoamerica che parte dal Messico, supera il Belize per poi proseguire in Honduras. In termini di estensione è seconda solo a quella australiana, in termini di vita marina è sicuramente uno dei sistemi naturali più ricchi del mondo.

Il mio viaggio parte proprio dalla Riviera Maya che ho attraversato in bus in tutta la sua lunghezza fino ad arrivare nella piccola ma graziosa citta di confine di Chetumal, un posto per molti visto solo come un ponte proprio per superare il confine Messico Belize, per me uno dei posti più genuini del Messico che io abbia visitato. Arrivare a Chetumal è sicuramente da considerarsi un viaggio avventuroso e non tanto perché partendo da Cancun, Playa del Carmen o altre località messicane molto famose nel mondo, si deve affrontare un viaggio in bus che non risulta neppure particolarmente scomodo se si utilizza la compagnia di trasporti ADO ma perché, sarà stata l'impazienza di arrivare sulla piccola isola di Cayo Caulker ma la traversata in traghetto tra controlli alla dogana, verifiche antidroga si rivela ben più lunga del previso e dalle nove della mattina, orario in cui prendiamo il bus da Playa del Carmen, al momento in cui mettiamo finalmente piede a Cayo Caulker passano quasi 11 ore. Cayo Caulker è un piccolo lembo di terra dove non ci sono auto a benzina e ci si sposta tra una capo e l'altro dell'isola a piedi, in bici o con le auto elettriche. In ogni angolo è possibile noleggiare un mezzo di trasporto ecologico e quasi tutti gli hotel, dispongono di bici da affittare. A differenza di San Pedro, la sorella maggiore di Cayo Caulker, gli alloggi sono informali, costituiti da piccole cabanas immerse nel verde e molto vicine alla spiaggia, quest'ultima non è il classico arenile che ci si aspetta dai Caraibi, non ci sono ampie e assolate distese di sabbia bianca ma pontili dai quali ci si può tuffare e dai quali si parte per un unico e indescrivibile obbiettivo: raggiungere la barriera corallina.

La barriera corallina nei pressi di Cayo Caulker non è raggiungibile a nuoto è quindi necessario affittare una barca oppure visitarla affidandosi ad uno dei tanti tour offerti dagli hotel o dalle agenzie del posto, il giro generalmente è uguale per quasi tutte le compagnie turistiche e prevede la sosta in un punto dove è possibile fare il bagno con le razze e con gli squali nutrice, innocui per l'uomo entrambi se rispettati come andrebbe fatto, a seguire si raggiungono i punti più scenografici della barriera corallina, definiti coral garden dove oltre a vedere, con il solo ausilio di maschera e pinne, tartarughe, pesci di ogni genere e forma, murene verdi e molto altro ancora, si ha la possibilità di osservare da vicino coralli delle forme più bizzarre, composizioni simili a variopinti mazzi di fiori. Infine le escursioni prevedono una sosta per consumare frutta in barca o in qualche piccolo atollo deserto dove è anche possibile fermarsi per un pranzo a base di pesce. Generalmente l'escursione finisce allo Split, l'angolo più frequentato di Cayo Caulker, una piccola spiaggia creata che si è venuta a creare a seguito di una spaccatura generata dal passaggio di un potente uragano di diversi anni orsono. Qui ci si raduna soprattutto per l'ora del tramonto per vivere l'emozione di quello che è ogni giorno un altro miracolo, il sole che cade in mare. Musica e una birra ghiacciata sono gli ingredienti immancabili di una sosta allo Split di Cayo Caulker

  • 550 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social