Perdersi nella bellezza senza fine delle spiagge di Varadero

Ad un primo sguardo appare come un lungo ed immenso agglomerato di cemento fatto di grandi hotel e centri commerciali, ma non è così.

Diario letto 1638 volte

  • di travelale
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Arriviamo a Varadero la sera del 31 dicembre intorno alle 22 e ci sistemiamo presso un piccolo alberghetto proprio su Autopista del Sur, una strada molto trafficata che taglia in perpendicolare la cittadina di Varadero che pullula di gente e soprattutto macchine, le famigerate automobili d'epoca, che scarrozzano i turisti da un capo all'altro dell'isola, colorate e buffe ma molto inquinanti, un mezzo che si può prendere ad ogni ora del giorno o della notte per pochi CUC, la moneta locale usata dai turisti, perché Cuba ha due valute ed i CUC sono destinati ai visitatori che ogni anno sono sempre tantissimi inclusi gli italiani. Essendo la notte più lunga dell'anno in attesa del nuovo anno non possiamo esimerci dal rimanere a zonzo aspettando la mezzanotte sorseggiando una Pina Colada, il cocktail più famoso dell'isola che non amo particolarmente, come del resto tutti gli alcolici ma che mi serve per provare ad entrare nel clima festaiolo che si respira a Varadero. Per l'arrivo del nuovo anno le strade di Varadero, che in realtà sono molto poche, visto che tutto si svolge su di una lunga arteria principale, si riempiono di gente a piedi, locali ed un sacco di turisti che, muniti di casse acustiche, si scatenano in una sfilata di canti e balli, accompagnati dalla musica cubana che qui è onnipresente in ogni momento della giornata anche in luoghi ben distanti dal turismo, una sorta di bandiera comune per tutti gli abitanti che a volte, per chi come me è abituato alla musica zen e quella dei Buddha bar, può risultare un tantino assordante. Nonostante il frastuono quel capodanno non potrò dimenticarlo, la gente mi sembrava allegra e ben disposta, tutto lasciava presagire ad un amore verso Cuba che però alla fine di tutta l'avventura cubana non sarà poi così forte come avevo pensato.

Il giorno seguente sono curiosa di scoprire Varadero con gli occhi pieni di luce solare, un clima perfetto solo all'inizio ed alla fine delle mie tre settimane a Cuba con molti giorni di pioggia incessante che però non sono quasi mai state d'ostacolo alle mie lunghe camminate. Varadero non ha un vero e proprio centro storico la piccola chiesa di di Santa Elvira si trova sull'Avenida 1ra parallela di Avenida del Sur, affiancata ad una piccola scuola elementare e circondata da un piccolo giardinetto. La chiesa non è nulla di speciale ma è un luogo caro non solo ai locali ma anche ai tanti lavoratori che ogni giorno arrivano a Varadero in bus o bici dai villaggi vicini e che si fermano un momento per innalzare al cielo un segno di croce. Il popolo cubano è di religione cristiana ed è molto fedele alle tradizioni religiose, nonostante la sua vita quotidiana sia generalmente segnata da diverse ore di lavoro al giorno. Molti cubani hanno iniziato da diversi anni a lavorare nel florido comparto turistico aprendo la loro casa ai visitatori in cambio di un compenso per una camera con colazione ed a volte anche cena, le cosiddette Case Particular nelle quali consiglio di alloggiare almeno qualche notte se si visita Cuba. In alternativa ci sono a Varadero gli hotel, grandi, grandissimi, medi o piccoli, per ricchi o per "poveri" si fa per dire, con colazione inclusa o con cibo h 24, insomma a Varadero ce ne per tutti i gusti e le tasche. Se proprio dovessimo cercare un centro nevralgico di Varadero potremmo riferirci a Playa Las America, un luogo di cui tutti parlavano e nel quale tutti si recano a frequenza quasi giornaliera nel quale anche noi andiamo sperando di trovare qualche negozio caratteristico o una natura diversa dal prato inglese che scorre parallelo ad Avenida del Sur, e così in quella e unica occasione prendiamo un taxi locale così come quelli che si si vedono nei tanti documentari cubani e ci facciamo portare a Playa Las America per 10 CUC, il tragitto dal nostro hotel, situato nella parte finale di Avenida del Sur in direzione L'Avana, è di un massimo di 6/7 minuti, percorso che invece al ritorno facciamo in bus dopo aver scoperto casualmente la fermata proprio di fronte dal centro di Playa Las America

  • 1638 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social