Dalle Marche alla Slovenia passando per la Croazia

Con le figlie grandi le vacanze sono movimento!

Diario letto 5104 volte

  • di an1558
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Partenza intelligente da Asti il 16/8/2014 alle 8 del mattino: sono vacanze e non vogliamo sbatterci troppo! Ovviamente a Bologna il traffico è decisamente sostenuto ma per la merenda siamo a Loreto e facciamo una bella passeggiata con gelato dopo aver litigato con un parchimetro economico ma un po’ macchinoso.

Ci dirigiamo quindi a Marcelli di Numana dove abbiamo prenotato 2 bungalows (siamo con altri amici) al Camping Conero Azzurro. Il Camping è pulito e ordinato, l’animazione discreta (abbiamo delle figlie che vengono abbastanza coinvolte), la spiaggia con accesso diretto bellina anche se mi aspettavo la sabbia fine che qui non c’è. Il Bungalow è piccolo (anche se abbiamo preso come sempre un posto in più) e un po’ vecchio.

Comunque la settimana di riposo trascorre molto piacevolmente ed approfittiamo di una giornata di tempo instabile per fare una camminata nel Parco del Conero partendo da Sirolo dove l’ufficio turistico del Parco ci dà istruzioni precisissime. Prima raggiungiamo un punto panoramico attraverso sentieri ben segnalati (due ore e mezzo circa) poi da un parco in Sirolo, che si trova in alto rispetto al mare, sempre a piedi raggiungiamo la spiaggia dei sassi neri (che neri non sono). Per fortuna abbiamo mangiato i nostri panini comodamente seduti sulle panchine del parco di Sirolo perché qui la folla era tanta e mi sarei quasi sentita in dovere di condividere il pranzo con i vicini! Ne vale comunque la pena perché qui l’acqua è molto bella, ci sono sempre sassolini ma la parete a strapiombo crea un bello scenario. Qui potete trovare un chioschetto per prendere un gelato o acqua fresca.

Il venerdì mattina partiamo presto per raggiungere il porto di Numana dove il nostro amico nei giorni scorsi con la bici aveva già provveduto a prenotare una barca a motore per la mattinata (90 €) con la quale abbiamo potuto costeggiare il Conero e vedere da lontano alcune spiagge e fermarci alla famosa Spiaggia delle due sorelle: anche questa molto affollata perché vi arrivano dei battelli che scaricano centinaia di persone a giro ma pochi vogliono andarsene!

E’ ormai venerdì e la nostra settimana di riposo è finita: sabato mattina alle 8 (2 ore prima della partenza) dobbiamo trovarci a Pescara per prendere il Traghetto SNAV per Spalato (biglietto acquistato dal sito www.traghettilines.it). Ci imbarchiamo con l’auto e alle 17 circa arriviamo. A bordo è tutto un po’ caro infatti vediamo che molti passeggeri si sono organizzati “al sacco” per il pranzo.

A Spalato c’è molto traffico ma la nostra camera è vicinissima al centro quindi ci muoveremo a piedi. Ci sistemiamo mentre scoppia un temporale tipico di questa pazza estate quindi usciamo per la cena: Spalato mi sorprende! Entriamo nel centro storico/Palazzo di Diocleziano e ci rendiamo conto che la pioggia ci ha regalato i marmi lucidi e bagnati che rendono molto affascinanti colonne e sfingi! Cerchiamo un ristorantino dove mangiare ma ci ritiriamo presto perché è stata una giornata lunga.

La Domenica, dopo una lauta colazione che ci permette di prepararci anche alcuni panini per il pranzo, dopo aver attaccato una panetteria piena di ottime brioches, ci avviamo a piedi verso il porto per prendere il traghetto per Supetar e in un’ora raggiungiamo l’isola di Brac. Scendendo dribbliamo taxisti e riusciamo a raggiungere l’autobus che in circa mezz’ora ci porta a Bol. Quindi a piedi attraverso una splendida pineta costellata di banchetti di souvenir raggiungiamo la famosa lingua di sabbia che non è sabbia ma sassolini rotondi e bianchi che si protende verso il mare più pulito che io abbia visto quest’anno! Molto ventosa e come di consueto affollata ma da vedere assolutamente!

Dopo la giornata di mare ripercorriamo la strada al contrario e dall’autobus ci rendiamo conto che Brac è una cava di marmo bianco (perfino parte della Casa Bianca è stata fatta in parte col marmo di Brac)

Scopri queste e altre storie su Go Live FVG! »
  • 5104 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social