MALTA: vacanza comoda, purtroppo corta, senza spendere una fortuna

Una vacanza balneare di pochi giorni a Malta

Diario letto 1339 volte

  • di luplay
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Poi ci si chiede perché le presenze turistiche straniere non sono al livello di quanto il nostro paese possa ambire stante le attrattive presenti. Però basta chiedersi perché un turista inglese (o di altre nazioni europee) non debba andare a Malta: • con un aeroporto internazionale baricentrico ed a pochi km dalle località più interessanti a livello turistico; • con prezzi nemmeno lontanamente paragonabili a quelli italiani: un ombrellone e due lettini a 12 euro nelle spiagge più belle, una bottiglietta di coca cola a 1,50 euro, un pranzo in una struttura balneare a 15/20 euro, un’escursione in barca di una giornata a 20 euro e potrei continuare a lungo. A questo punto perché lo stesso turista dovrebbe andare in Salento (o in Liguria, Sardegna ecc.) dove per lo stesso ombrellone ti chiedono 50 euro e dove gli altri prezzi sono decisamente più alti? E’ vero il regime fiscale maltese è più favorevole del nostro, ma passare da 12 a 50 euro per un ombrellone non può essere solo un problema di tasse.

COME ARRIVARE

A meno di non voler arrivare a Pozzallo per prendere il traghetto la soluzione migliore è l’aereo che, se prenotato per tempo, offre tariffe davvero vantaggiose. Io ho viaggiato con Ryanair da Fiumicino e la tariffa era particolarmente conveniente. Occorre però tener conto che con Ryanair alla tariffa base sono poi da aggiungere altri costi dei quali alcuni indispensabili. Con la nuova politica dei bagagli si può portare a bordo gratuitamente solo un piccolo zainetto (scordatevi i trolley) e bisogna quindi aggiungere al biglietto i costi del bagaglio da imbarcare. Conviene aggiungere il costo del bagaglio al momento dell’acquisto del biglietto perché al check in sono inflessibili ed il costo da aggiungere è superiore.

SPOSTAMENTI

Esistono i mezzi pubblici che girano per tutta l’isola, ma siccome la mia vacanza doveva essere comodosa ho scelto l’auto a noleggio. Ho scelto tramite il sito di Ryanair ed ho noleggiato una piccola auto (comoda per i parcheggi) con la Aquarius. Non mi sentirei di consigliare tale scelta perché l’auto non era in ottime condizioni e perché ti chiedono di riconsegnare l’auto con il serbatoio vuoto addebitandoti il costo del carburante (nel mio caso 60 euro). Considerato che l’isola non è poi così grande e che avevo scelto una posizione baricentrica di fatto ho consumato in cinque giorni solo metà serbatoio. La guida a sinistra, la situazione delle strade ed il modo di condurre le auto da parte dei maltesi rende consigliabile la stipula di un’assicurazione omnicomprensiva. Per cui il costo dell’auto è stato decisamente più alto di quello preventivato inizialmente. Però l’auto a noleggio ti consente di arrivare anche alle spiagge non servite dal servizio pubblico e di arrivare in aeroporto comodamente anche se il tuo volo parte alla mattina presto.

VIABILITÀ

La viabilità non è il punto forte di Malta. Esistono anche delle strade a scorrimento veloce (a più corsie) però sono costellate da una miriade di rotonde (da prendere al contrario) e da semafori. Nel periodo della mia permanenza (inizi di agosto 2019) il traffico era particolarmente consistente per cui i tempi di percorrenza, anche per tratte ridotte, non sono poi così rapidi. L’utilizzo di Google Map è altamente consigliabile perché consiglia strade alternative per evitare le punte del traffico. C’è però da tener conto che le alternative sono strade decisamente strette dove i maltesi sfrecciano a velocità sostenuta rendendo ancor più consigliabile l’assicurazione omnicomprensiva

  • 1339 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social