Malta a novembre

Visita di La Valletta e Giro turistico dell'isola di Malta e Gozo con auto a noleggio spendendo poco, in un fine settimana allungato.

  • di Ricright
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Il volo per Malta era sempre risultato troppo caro ma questa volta ne troviamo uno che ci permette di volare andata e ritorno fino a Malta, con poco più di 50 euro a testa e non ci lasciamo scappare l'occasione. Con la stessa cifra, Simona ed io, prenotiamo un hotel tre stelle per tre notti, colazione inclusa a Gezira, a pochi passi da Sliema, a nord della capitale, La Valletta. Ottima posizione strategica per la visita. Ciliegina sulla torta, un’auto a noleggio per tre giorni a 29 euro. L'andata e ritorno in treno per l'aeroporto costerà € 44,20. Il budget totale è di 600 euro: ce ne restano ancora quasi 300 che cercheremo di farci bastare.

SABATO 17 NOVEMBRE 2018. Arriva il giorno della partenza. Il viaggio non inizia bene. Perdiamo la coincidenza per Pisa ad Empoli. Siamo costretti ad attendere il treno successivo ma raggiungiamo comunque in tempo, l'aeroporto. Andiamo diretti ai controlli del metal detector. Giorni fa, ho acquistato una cintura con fibbia in plastica dura, appositamente per i viaggi in aereo. Aspettavo con ansia che la signorina addetta al controllo, mi intimasse di togliere la cintura: è un classico che la macchina si metta a suonare, per la fibbia metallica che non ti sei tolto! E infatti ecco puntuale la bella signorina che mi dice: - "Si tolga la cintura, prego!" – Ed io: - "Grazie, non ho dimenticato di toglierla, questa può passare, non suona!" – Le rispondo con soddisfazione e senza darle tempo di replica. Attraverso la barriera elettronica del rilevatore metallico, mentre osservo compiaciuto, la sua faccia leggermente incredula, al mancato suono del detector. Mi sono preparato bene questa volta, ho pensato. Sono passato alla prima e senza problemi. Ricordo che ad uno dei primi voli, sono dovuto tornare indietro ben tre volte. La prima per la cintura, la seconda, ho dovuto togliere le scarpe a causa di alcune borchie metalliche. Alla terza, reggendomi i pantaloni, con la camicia di fuori e camminando scalzo, sembravo un deportato ed ho dovuto svuotare le tasche dagli spiccioli, facendo una figura alquanto meschina. A quel punto, mentre soddisfatto, mi appresto a recuperare velocemente il bagaglio, scatta un allarme. Improvvisamente, un poliziotto mi blocca e mi ordina con ferma risoluzione ed in modo un po’ scortese, come fossi un criminale, di tornare indietro. Rimango imbarazzato e subito capisco di non aver tolto il pc portatile dallo zaino. Ero talmente concentrato nel godermi la scenetta della cintura che non ho dato importanza all'avvertimento della signorina che diceva: - "attenzione, cellulari e pc fuori dalle borse" -. Mentre ritorno indietro, noto che la signorina, osservandomi ripassarle davanti, sorride sotto i baffi (che non ha) e mi sento un poco meno soddisfatto di me stesso. Piove e sono ben 18 gradi, quando arriviamo a Malta in perfetto orario. Fatichiamo per trovare il rental car all’interno del terminal. Con un inglese un poco arrugginito, Simona riesce a farsi consegnare le chiavi dell'auto a noleggio. Ritiriamo l'auto nel piazzale dell'aeroporto, poi…la guida a destra! È la prima volta: parto dal parcheggio e mi scaravento nel traffico, seguendo un'auto. Procede a 20 all'ora ma non ho il coraggio di superarla. Per svoltare a sinistra, tutto facile. Le cose si complicano alla prima rotonda, per non parlare del primo incrocio a destra, dove l'abitudine mi fa stringere troppo la curva. Mi ritrovo a cavallo della mezzeria, con il rischio di prendere un frontale. Cerco di rimanere più concentrato possibile

  • 2074 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social