Malta... mah!

Bella isola, ma con tante luci ed ombre

  • di cirlino
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Il periodo di soggiorno a Malta è stato dal 20/08 al 31/08/2018. In questo mio report scriverò la fredda cronaca di quello che io e mio marito abbiamo visto, per non rischiare di entrare in argomenti non pertinenti. Premesso che l’isola è molto bella, e che siamo stati contenti di averla visitata, devo dire che dalle recensioni e vari diari che abbiamo letto sono state tralasciate diverse cose. L’isola si gira tutta anche solo in una settimana, i giorni in più ci sono serviti per rilassarci e riposarci dopo un anno di lavoro. Abbiamo noleggiato un’auto per essere più liberi di girare a nostro piacimento, anche se il servizio pubblico sembra essere efficiente. La guida è a sinistra ma nel giro di 2 giorni ci si abitua. Abbiamo prenotato al Salini Resort, albergo di 4 stelle vicino a Bugibba, ma fuori dal caos del centro abitato, dalle stradine strette super trafficate; facile da raggiungere. Camere ampie ed elegantemente arredate (anche le standard). Eravamo in B&B e sinceramente da un 4 stelle mi sarei aspettata qualche cosa di più soprattutto sulla qualità e scelta del cibo/bevande a colazione. Io sono celiaca, e a favore del hotel, devo dire che ho potuto trovare pane senza glutine a colazione, che all'atto della prenotazione avevo chiesto. Personale gentilissimo e disponibile. Super attrezzata la palestra, che un hotel normalmente non ha. Belle le due piscine di cui una riservata solo agli adulti, poco utilizzata, quindi atmosfera rilassante e non chiassosa.

Nel nostro girovagare per l’isola abbiamo notato alcune cose che nessuno ha mai scritto :

- il primo impatto è quello di Cattedrali enormi rispetto al paese che gli sta attorno, con cupole e campanili che svettano ovunque su case basse a tetto piatto, e che si vedono da molti punti dell’isola offrendo anche punti di riferimento e skyline interessanti.

- a Malta sono molto bravi a pubblicizzare delle cose banali e anche non vere : spacciano i loro musei come fossero il Louvre e non sono altro che poche stanze con pochi reperti a volte insignificanti; se chiedi delle Victoria lines nessuno sa cosa sono; Dingli cliff si vedono solo dal mare, ci sono solo un paio di posti (che ti devi cercare) dove ne scorgi una piccola parte, ma sono pubblicizzati come se chi prende l’autobus e si fa lasciare su una strada assolata, deserta e caldissima (se dovesse piovere, tra l’altro, la prendi tutta, perché le fermate non hanno la pensilina coperta) ce li avesse lì davanti (invece ci sei sopra), il panorama è molto bello ugualmente, ma abbiamo visto parecchia gente delusa….

- ci sono poche indicazioni e spesso, se ci sono, sono poco visibili;

- c’è molta incuria e degrado : eco-mostri sulle spiagge, scheletri di hotel o villaggi turistici abbandonati in bella vista appena sopra le spiagge, mentre i vecchi fortini delle Victoria Lines distrutti, non sono mai stati ricostruiti e valorizzati (di 4 fortini solo uno è visitabile);

- la maggior parte delle abitazioni sono indecenti, sembrano abbandonate tanto sono degradate e non manutenute, parlando con chi vive a Malta (o chi è scappato da Malta per motivi di salute dovuti alle case malsane) parlano di case con molta umidità e muffa (almeno quelle vecchie); si vedono ottime ristrutturazioni vicino a case fatiscenti; poi c’è la parte più nuova delle città costruita secondo i canoni di ultimo design architettonico (Malta city smart), ma dietro l’angolo scopri case diroccate;

- le spiagge : sono belle nel senso che hanno la sabbia rossa (particolare) o bianca e davanti acqua caraibica, ma (forse a causa anche della marea) non sono profonde (quelle liguri strette sono più larghe e profonde di quelle maltesi), gli ombrelloni e le sdraio sono ammassati, nonostante la poca profondità, dalle 11 in poi non riesci a vedere nemmeno l’acqua; sono sporche e mal curate : Ghajn Tuffieha (la baia accanto alla Golden beach) ha una scalinata sulla collina per arrivare in spiaggia che a lato è una discarica a cielo aperto, così come Saint Peter’s pool, il percorso dall’alto che a piedi si fa per fotografare la baia, è una vera discarica, e il bello è che ci sono delle case…; il porticciolo dei pescatori di Marxallok , (carino e da vedere alla domenica con il mercato del pesce) dove ci sono gli scivoli per mettere in acqua le barche, ha un “tappeto” di plastica che galleggia incredibile… Bella la vista che c’è del porticciolo sulla strada che porta a St. Peter’s pool

  • 5687 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social