Maldive alternative, 1 settimana in una guest house all inclusive da sogno!

A piedi nudi cuore aperto e mente libera! Volete conoscere le vere Maldive girando per atolli,isole,lingue di sabbia diverse ogni giorno ma pur avendo un servizio da resort a 5 stelle? Queste sono le "Maldive alternative"!!

Diario letto 4281 volte

  • di Eli021188
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Destinazione: Italia – Malè (Maldive)

Viaggiatori: 2

Periodo di viaggio: da venerdì 10 gennaio a domenica 19 gennaio (7gg effettivi)

Volo aereo: A/R Bologna – Malè (scalo Dubai), Compagnia Emirates: € 706 pp (prenotato a novembre)

Guest House: White Maakanaa Lodge 2000€ totali (1000€ pp) in camera standard con formula All Inclusive

Assicurazione sanitaria+viaggio+bagaglio: Non sottoscritta

Visto: Non necessario, serve solo presentare una prenotazione alberghiera e un biglietto di ritorno entro 30gg dall’arrivo.

Moneta locale: accettano i Dollari Americani e nell’atollo dove eravamo noi anche l’Euro (no moneta)

Totale Viaggio: circa € 1700,00 pp x 7gg - Nessun extra da aggiungere se non eventuali mance (a discrezione del cliente) ed eventuali souvenir.

CONSIGLI GENERALI:

L’idea di scegliere una vacanza in Guest House in una formula chiamata “Maldive alternative” è ottima per chi ha uno spirito socievole e avventuriero e soprattutto non sente la necessità di fermarsi nello stesso atollo per tutto il tempo del soggiorno soprattutto volendo spendere una cifra più che ragionevole rispetto a certi resort maldiviani. Quando decidi di scegliere di viaggiare in un resort sai che quello che vedrai sarà un posto da cartolina, avrai un villaggio da sogno e una camera favolosa, la spiaggia sarà curata in ogni minimo dettaglio e il mare sarà un paradiso. Però dopo qualche giorno che alloggerai in un resort il paesaggio che vedrai sarà sempre lo stesso almeno che non tu non decida di acquistare qualche escursione (al modico costo di centinaia di €) dove poter vedere qualcosa di diverso. Quando scegli invece di alloggiare in una Guest House sai che dormirai in un’isola abitata anche da maldiviani, per questo non potrai bere alcolici, non potrai girare con minigonne o scollature vertiginose; sai che ad alcuni orari del giorno sentirai il predicatore chiamare i fedeli nella vicina moschea, sai che la spiaggia dell’isola non sarà così da sogno come ti immaginavi. Ma se scegli il White Maakanaa sai che ogni giorno, compreso nel prezzo, hai un’escursione in un atollo/lingua di sabbia diverso. Ogni giorno navigherai in mezzo al mare e perché no avrai la fortuna di incontrare anche i delfini, ogni giorno vedrai un panorama diverso, ogni giorno ti porteranno a fare snorkeling in una barriera corallina diversa rispetto al giorno prima, ogni giorno mangerai con i piedi in mezzo al mare in tavoli apparecchiati dallo staff mentre tu sei alla scoperta dell’isola. Ogni giorno verrai coccolato! Se deciderai di alloggiare in una Guest House, ogni giorno conoscerai sempre meglio i tuoi compagni di viaggio e, come è successo a noi, potrai stringere nuove amicizie. Sarà quindi impossibile annoiarsi! Insomma se avete uno spirito selvaggio non potete che scegliere la Guest House White Maakanaa Lodge nel villaggio di Keyodhoo, non ve ne pentirete!

1º giorno (10/01): ore 14.30 partenza volo compagnia Emirates Bologna-Dubai; atterriamo con fatica visto il maltempo sopra Dubai. Scalo. Ore 04.35 secondo volo, con circa 1 ora e 30minuti di ritardo (sempre causa maltempo), da Dubai a Malè.

2º giorno (11/01): alle 11.00 (ora locale) atterriamo all’aeroporto di Malè con 1 ora e 30 minuti di ritardo causa diluvio universale abbattutosi sopra Dubai (neanche gli arabi, così precisi, erano pronti a un tale mal tempo quasi mai visto per loro!): tempo dei controlli alla dogana, ritiro delle valigie e alle ore 12.30 partiamo con la Speedy Boat. Dopo circa 1ora e 40 minuti di viaggio siamo finalmente al White Maakanaa Lodge sull’atollo di Keyodhoo. Samè la nostra guida che ci accompagnerà per tutto il soggiorno, ci accoglie con una collana di fiori e un cocktail di benvenuto, spiegazione veloce di alcune regole fondamentali e assegnazione delle camere. Svuotiamo le valigie, ci facciamo una doccia veloce e via alla spiaggia Bikini dell’isola (l’unica spiaggia dove è possibile mettersi in costume all’interno di questo atollo abitato anche da maldiviani) che si trova proprio davanti al nostro hotel e dove prendiamo queste ultime ore di sole della giornata. Conosciamo velocemente gli altri ospiti (la Guest House è al completo accogliendo nella nostra settimana un totale di 22 persone), coloro che ci accompagneranno in questa vacanza maldiviana.

NB= la Guest House è gestita da maldiviani ma il proprietario è Bigi, italiano. Tutti gli ospiti che vi soggiornano sono italiani e gli stessi ragazzi dello staff parlano tutti italiano.

3ºgiorno (12/01): alle ore 8.00 siamo a fare colazione, pronti per partire alle ore 9.00 per la prima escursione di questa vacanza, direzione Atollo di Ambara. Alle ore 10.00 arriviamo a destinazione e i colori sono incredibili! Appoggiamo le nostre cose e iniziamo con una mezz’oretta di snorkeling in mezzo al mare, per poi continuare con una passeggiata e esplorazione dell’isola non abitata. Ovviamente il servizio fotografico a questo panorama inizia da subito: non si può non immortalare questo paradiso! Mentre noi ospiti ci conosciamo e soprattutto ci godiamo il panorama intorno a noi, lo staff inizia ad apparecchiare per il pranzo: tavoli rigorosamente in acqua (mood di tutta la vacanza), ombrelloni per ripararci dal sole e tipica cucina maldiviana a base di pasta, pesce, verdure locali. Una favola! Intorno le ore 15.30 ripartiamo per rientrare

  • 4281 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social