Venezia e la fenomenologia dello Spritz

Un video inedito di Slow Tour Padano

Si fa presto a dire Spritz!

Se volete venire a Venezia e fare la vostra figura, dovete essere in grado di scegliere a occhi chiusi lo Spritz che preferite.

All’inizio era l’Ombra, un semplice bicchiere di vino, poi gli austro-ungarici hanno iniziato ad allungarlo con del selz (in tedesco si dice “spritzen”, da cui Spritz) ed è nato lo Spritz semplice, bianco, con solo un’oliva.

Poi la ricetta diventa 50% di vino bianco, 33% di acqua gasata o selz, 17% di un liquore a scelta fra il Select (il più tradizionale, veneziano), il Campari (più forte), l’Aperol (più dolce) e il Cynar.

Il tutto ovviamente è sempre accompagnato dai “cicchetti“. Ora non potete sbagliare.

 

Un video inedito da Slow Tour Padano a Venezia

Guarda la gallery
patrizio prova gli spritz

Patrizio prova gli Spritz

lo spritz a venezia

Lo Spritz a Venezia



    Commenti

    Lascia un commento

    Video Itinerari