Slow Tour Padano, 6 puntata: Tradizione e Agricoltura 4.0

L'ultima puntata venerdì 3 giugno alle 13 su Rete4. In viaggio sull'Adda e sul Po

Il viaggio di Slow Tour Padano anche per questa terza stagione è arrivato all’ultima puntata! Venerdì 3 giugno alle 13 su Rete 4 (e poi in replica al giovedì in seconda serata) vedremo dove e come si conclude l’itinerario agro-ecologico di Patrizio Roversi. Lo ritroviamo ancora una volta sull’acqua, a bordo della Capinera, un traghetto fluviale che naviga nell’Adda verso il mitico mercato di Pizzighettone cantato nello storico brano sanremese degli anni 50. A Pizzighettone, oltre al mercato, ci sono molte cose da scoprire: testimonianze storiche – la torre, le mura e la fortezza -, gastronomiche – il Pan del Re -, e mitologiche con la leggenda del Drago Tarantasio!

Su Elettrone Patrizio attraversa le cosiddette Terre Verdiane, passando davanti alla casa natale del maestro a Roncole. La sua destinazione è il caseificio del Consorzio Grana Padano Latteria Stallone, una storica cooperativa all’avanguardia per l’automazione delle attività più faticose, come il rivoltamento delle forme o il sollevamento dei fagotti! Anche qui si raccolgono dati per il progetto Life TTGG che calcola l’impronta ambientale della filiera del Grana Padano per renderla più sostenibile. E si mettono in pratica idee di economia circolare niente male, come il riciclo della morchia (lo scarto di grassi, sale e muffe prodotto in quantità dalla spazzolatura delle forme che stagionano). A cosa può servire questo rifiuto? L’azienda agro-sperimentale Stuard di certo sa cosa farne: qui i rifiuti diventano tutti risorse! Si celebra e si preserva la biodiversità delle piante e degli animali, ad esempio recuperando colture antiche come la canapa o razze animali in via d’estinzione come i tacchini di Parma e Piacenza o le galline modenesi. Perché darsi tanto da fare?

Attraverso l’Emilia Patrizio su Elettrone raggiunge Jolanda di Savoia, una località in provincia di Ferrara che si trova 3 metri sotto il livello del mare. Qui continua il viaggio iniziato nella puntata precedente lungo la filiera tutta italiana della pasta Le Stagioni d’Italia, dal campo di grano Senatore Cappelli fino al piatto. C’è la tradizione di un’antica varietà recuperata e c’è l’innovazione nei metodi dell’agricoltura 4.0. L’agronomo si fa un po’ ingegnere, monitora i campi con i droni e analizza i dati in sale di controllo da stazione spaziale! L’obiettivo è produrre al massimo spendendo il minimo, sia in termini economici che ambientali. Il viaggio, giustamente, finisce a tavola.

Di nuovo sul Po, Patrizio scrocca un passaggio a una barca elettrica accessibile, Best, che a tutta velocità lo porta sull’unica isola abitata del fiume: Isola Serafini. Un’isola che non c’era, ma che ora c’è, creata in seguito a una memorabile piena e a un salto di meandro del fiume. Qui c’è anche l’unica centrale idroelettrica esistente sul Po e c’è una conca “green” che rende i canali navigabili nonostante il dislivello permettendo anche alle navi di passare. Ma per i pesci, come si fa? C’è chi ci ha pensato, inventando una scala dei pesci, un corridoio speciale che scorre 8 metri sotto al livello del fiume…

Sulla via del ritorno, c’è tempo per un ultimo incontro con Antonio, falegname artista che realizza Bio Hotel di legno riciclato per accogliere nel proprio giardino gli insetti utili! Il viaggio finisce dov’è cominciato, al Consorzio del Grana Padano di Desenzano del Garda, dove Patrizio racconta al Presidente Renato Zighini quello che ha visto e che ha capito dallo Slow Tour Padano: l’agricoltura è legata al territorio, tutelare un prodotto vuol dire tutelare l’ambiente! Sfida accettata!

Guarda la gallery
patrizio roversi nei campi di jolanda di savoia

Patrizio Roversi nei campi di Jolanda di Savoia



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Cremona
    Diari di viaggio
    melodie cremonesi e battaglie risorgimentali

    Melodie cremonesi e battaglie risorgimentali

    Il suono acuto e melodioso dei violini percorre le viuzze lastricate strette da due ali di case dipinte con colori tenui e sui quali muri,...

    Diari di viaggio
    cine-viaggio padano: padernello, pizzighettone, cremona

    Cine-viaggio padano: Padernello, Pizzighettone, Cremona

    Transitare nella bassa bresciana, verso i sapori del cremonese: il fiume Oglio, l'Adda, il Po. L'atmosfera fiabesca di Padernello, le...

    Diari di viaggio
    cremona, una città da scoprire

    Cremona, una città da scoprire

    Come ogni lunedì dell'Angelo che si rispetti anche quest'anno non ci siamo fatti mancare la classica gita fuori-porta. Nonostante la...

    Diari di viaggio
    alla scoperta di una perla lombarda... cremona

    Alla scoperta di una perla lombarda… Cremona

    Quante volte abbiamo pensato che per trovare pane per i nostri denti di veri viaggiatori, per soddisfare i nostri desideri turistici più...

    Diari di viaggio
    e... state pedalando!

    E… state pedalando!

    Cremona e dintorni. Ciclopista delle città murate (Pizzighettone-Soncino) Percorso ciclabile Lodi-Pizzighettone In bicicletta in...

    Diari di viaggio
    città d'arte italiane

    Città d’arte italiane

    anche questo palazzo è notevole soprattutto la sala dei giganti, piena di colori e giganti, molto avvolgente. Bellissima anche...

    Diari di viaggio
    una passeggiata a cremona

    Una passeggiata a Cremona

    Sabato 17 aprile 2010 Cremona è con Mantova una di quelle città del nord Italia in cui non mi era mai capitato di passare… Questa...