Basta navi a Venezia: è una vergogna!

Oltre che una minaccia terribile per la laguna tutta. Mobilitiamoci! #FreeCanalGrande

I numeri fanno paura. In un anno arrivano a Venezia oltre 600 grandi navi, il 400 per cento in più rispetto a cinque anni fa. Grattacieli del mare lunghi 300 metri e larghi 30. Il turismo delle grandi navi sta imponendo un prezzo altissimo alla città, non solo per l’inquinamento prodotto, ma per il rischio di danni strutturali agli edifici e per gli squilibri causati al sistema lagunare dallo spostamento di questi grandi volumi d’acqua. E non vogliamo nemmeno pensare agli esiti disastrosi che una manovra sbagliata potrebbe avere, lì a pochi metri da Palazzo Ducale e Piazza San Marco.

Basta navi a Venezia: è una vergogna, oltre che una minaccia terribile per la laguna tutta. Mobilitiamoci!

#FREECANALGRANDE

Patrizio Roversi: Mi ricordo che dovevo imbarcarmi su di una nave da crociera, ai Caraibi. Sono arrivato al porto ma non la trovavo, anzi, non trovavo proprio il Porto. Mi avevano detto di andare in fondo alla strada, ma in fondo alla strada non c’era il mare, vedevo soltanto una specie di grattacielo molto più alto delle case a due o tre piani che fiancheggiavano il marciapiede. Avete indovinato: il grattacielo era proprio la nave sulla quale dovevo imbarcarmi, enorme e altissima. Io non ho nulla contro le crociere: in quell’occasione mi sono divertito, capisco che la crociera può essere un’ottima forma di vacanza e anzi so che se ne organizzano di molto interessanti, anche piene di spunti culturali. Ma con questo non è detto che i croceristi debbano arrivare direttamente in Piazza San Marco! Ero a Venezia, qualche settimana fa, in occasione della partenza di Adriatica per il Giro del Mondo sulle rotte di Pigafetta, e ho avuto occasione di trovarmi in vaporetto, di fronte ad una di queste navi enormi che stava navigando sul Canal Grande. Grande sì, ma evidentemente non abbastanza per farla transitare, tra il traffico di gondole e di barche. Ammetto che il passaggio della grande nave, scortata davanti e dietro dai rimorchiatori, aveva un suo fascino: mi è venuto in mente il Rex di Fellini. Solo che stavolta le onde erano vere, non di plastica nera (vedete il filmato qui sopra, n.d.r.). Certo mi ha colpito la sproporzione e non ho potuto fare a meno di pensare alla Concordia che passa davanti al Giglio: a Venezia le navi non faranno proprio un “inchino”, ma certo potremmo definirlo un “inquino”, in tutti i sensi. E ho pensato anche ai turisti imbarcati sulla nave, tutti affacciati ai ponti con la macchina fotografica, destinati a stare a Venezia poche ore, dopo un semplice “passaggio” tra l’Isola di San Giorgio e la Riva degli Schiavoni: una “botta” (una foto) e via… Loro meriterebbero qualche cosa di più e Venezia meriterebbe qualche cosa di meno: i turisti più tempo in questa città unica al mondo e Venezia meno traumi e più rispetto.

TURISTIPERCASO, COMMENTATE E CONDIVIDETE IL NOSTRO APPELLO! #FREECANALGRANDE



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo Leggi i Diari di viaggio su Veneto
Diari di viaggio
colline di conegliano e valdobbiadene, non solo prosecco

Colline di Conegliano e Valdobbiadene, non solo Prosecco

Perché, mi sono chiesto, un luogo diventa un sito UNESCO. È successo alle Colline di Conegliano e Valdobbiadene, e pur essendo nato e...

Diari di viaggio
venezia: 3 giorni sospeso su un’opera d’arte

Venezia: 3 giorni sospeso su un’opera d’arte

Venezia mi ricorda istintivamente Istanbul, stessi palazzi, addosso al mare. Meglio che smetta altrimenti riuscirei a stonare pure...

Se non ora, quando? Tour in moto lungo tutta l’Italia

È dal 2014 che viviamo in the road insieme (io, Andrea; Sonia, la mia ufficiale in seconda; la nostra moto, una Royal Enfield Classic...

Diari di viaggio
lago di garda: sembra il mare ma non è... un mare tra le montagne

Lago di Garda: sembra il mare ma non è… un mare tra le montagne

Dopo un anno un po’ particolare per tutti quanti, riscoprirsi adolescenti insieme ai nostri figli, oramai 15enni, era quello che ci...

Diari di viaggio
dai gioielli nascosti della provincia di vicenza alla valsugana

Dai gioielli nascosti della provincia di Vicenza alla Valsugana

Questi due giorni di svago nascono per caso, da una visita ad amici nella zona di Vicenza organizzata all'ultimo minuto. Evitando di...

Diari di viaggio
dai colli euganei al polesine

DAI COLLI EUGANEI AL POLESINE

Giovedì 20 settembre Sono le 10 di mattina di una soleggiata giornata di fine estate quando arrivo in vista delle mura che cingono il...

Diari di viaggio
un po' di veneto e un po' di friuli

Un po’ di Veneto e un po’ di Friuli

Sono luoghi e città che avevo già visitato e che ho rivisto con piacere. In sintesi il programma: -il 14/08/2020 partenza da Torino,...

Diari di viaggio
venezia e trieste in 4 giorni

Venezia e Trieste in 4 giorni

Partenza domenica 16 agosto alle 9.00: destinazione Venezia. Arriviamo a Mestre e parcheggiamo la macchina al parcheggio coperto Saba...

Diari di viaggio
pedalando tra laghi e montagne

Pedalando tra laghi e montagne

PEDALANDO TRA LAGHI E MONTAGNE Dal 01 al 15.08.2020 Km 864 Mt dislivello 12.685 Viaggio in coppia spesa totale euro 2.421,56 -...

Diari di viaggio
lago di braies e dintorni

Lago di Braies e dintorni

Siamo Carlo, Ilaria e nostro figlio di 2 anni Riccardo e quest'anno abbiamo deciso di rilassarci 3 giorni in montagna e come destinazione...