Madrid a Andalusia

Fly and drive da Madrid a Siviglia, passando per Cordova, Granada e Gibilterra

Diario letto 7119 volte

  • di pabarto
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Dopo aver pranzato lasciamo Toledo in direzione dell’Andalusia e in particolare di Cordoba dove arriviamo in tarda serata accolti da ben 43 gradi centigradi. Il caldo è veramente insopportabile nonostante l’ora tarda. Ci sistemiamo all’Hotel El Triunfo (senza infamia e senza lode a Euro 55 per una notte) le cui finestre si affacciano proprio sulla Mezquita.

Dopo cena, rapiti dal fascino di questa meravigliosa città, decidiamo di partecipare al Tour notturno (alle ore 23) dell’Alcazar de los Reyes Cristianos. Terrazze d’acqua, fontane illuminate che zampillano a ritmo di musica rendono l’atmosfera tranquilla della fortezza veramente indimenticabile.

La mattina seguente decidiamo di scoprire la Mezquita (attenzione agli orari delle funzioni religiose durante le quali non sono consentite le visite), la grande Moschea di Cordoba risalente a ben dodici secoli fa. Appena entrati dalla Puerta de San Esteban rimaniamo colpiti dalle oltre 850 colonne in marmo che fanno da sostegno al soffitto e successivamente dalla prima cappella cristiana costruita nella moschea, ma niente regge al paragone con il Mihrab, una nicchia meravigliosamente decorata contenente una copia del Corano. Al di fuori della moschea, che nel corso dei secoli è stata via via ampliata dai vari re che si succederanno, ci godiamo uno stupendo patio arricchito da alberi di arance sul quale domina l’imponente Torre del Alminar. Terminata la visita ci concediamo una lunga passeggiata nel vecchio quartiere ebraico (Juderia) nel quale vicoli strettissimi e bianchissimi vengono abbelliti da fioritissimi patii (tra questi da non perdere il Callejon de las Flores). A conclusione della giornata attraversiamo il ponte romano sopra il fiume Guadalqivir per goderci la vista panoramica di questa stupenda città che resterà per sempre nel nostro cuore.

La mattina seguente partiamo alla volta di un altro simbolo dell’Andalusia, Granada. Appena arrivati ci sistemiamo alla “Pension Martinez” (Euro 50 a notte) un Hotel ubicato nella parte nuova della città, il tempo di lasciare i bagagli e di rendersi conto che la sistemazione non è proprio come veniva descritta dalle recensioni , che ci dirigiamo verso la parte antica della città “L’Albaicin” dove le strette e ripide viuzze che lo caratterizzano lo fanno sembrare un labirinto. Quest’angolo della città si trova sulla collina opposta all’ Alhambra, la fortezza moresca che visiteremo il giorno seguente. Aggirandoci tra i vicoli delimitati da mura bianchissime che nascondono dai nostri sguardi le abitazioni e i loro giardini, ci godiamo i numerosi e coloratissimi bazar dove stoffe, lampade in vetro e oggetti di artigianato catturano la nostra attenzione. Da non perdere, possibilmente al tramonto, la vista che si gode dell’ Alhambra dal Mirador de San Nicolas una terrazza panoramica raggiungibile a piedi e non senza fatica.

Dopo una torrida notte ci apprestiamo a scoprire l’Alhambra (è consigliabile prenotare la visita via web dall’ Italia per poter stampare autonomamente i biglietti in un’ala specifica della biglietteria evitando una lunga fila sotto il sole cocente). Decidiamo di cominciare la nostra visita dal “Generalife” gli stupendi giardini a nord della fortezza costellati di fontane e fiori coloratissimi. Conclusa la visita a questo luogo da sogno la sensualità e lo splendore dell’ Alhambra si concedono ai nostri occhi. La bellezza di questa fortezza è indescrivibile e stupefacente, i meravigliosi patii (de Los Leones e de Arrayanes su tutti) le splendenti “Sala de los Reyes” e “Sala de los Abencerrajes” il “Salon de Embajadores” tutti caratterizzati da colonne e rosoni finemente intarsiati che facendo filtrare la luce del sole creano dei giochi di luce veramente singolari. Stanchi e provati dal forte caldo concludiamo la nostra visita con il Palacio de Partal, il più antico dell’Alhambra e guadagnata l’uscita saliamo in auto in direzione Torremolinos

  • 7119 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social