Madeira, l'isola-giardino

Due settimane all'insegna della natura e della vita all'aria aperta in un'isoletta sperduta in mezzo all'Oceano Atlantico: Madeira.

Diario letto 6190 volte

  • di eva noric
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro

Giardini tropicali Monte Palace - All'interno della Quinta do Monte questi meravigliosi giardini custodiscono piante e fiori provenienti da ogni angolo del mondo, senza trascurare ovviamente uno spazio dedicato alla flora più tipicamente madeirense. Il lago , abbellito dalla fresca cascata, è molto scenografico.

Per far ritorno a Funchal esistono diverse opzioni: a bordo della teleferica, a piedi o sui carros de cesto, vere e proprie slitte di vimini guidate dai carreiros, dei prestanti giovanotti del posto vestiti di bianco, che vi faranno filare a tutta velocità giù dalla collina.

Se oggi i carros de cesto non sono altro che un’attrazione turistica, in passato erano l’unico mezzo di trasporto veloce per scendere a valle. Pare che a inventarli fosse stato, nel 1850, un uomo d’affari inglese che aveva bisogno, appunto, di andare in ufficio il più rapidamente possibile.

Per i più coraggiosi

Ma se amate le sensazioni forti e se volete una sferzata di adrenalina, tornate in città con l’autobus di linea. A bordo di esso, l’autista vi regalerà momenti unici e, sprezzante del pericolo (e dell'impervio burrone alla vostra sinistra), vi farà sfrecciare come saette giù per le ripide e tortuose strade di Madeira.

Escursioni da sogno

L’isola di Madeira è il paradiso degli amanti della natura e delle attività all’aria aperta. Escursionisti da tutto il mondo vengono qui per esplorarla a piedi e camminare lungo i tracciati delle levadas.

Levadas - Le levadas sono antichi e ingegnosi canali d’irrigazione che attraversano in lungo e in largo l’isola e che a tratti sembrano voler sfidare le leggi della fisica. Vennero costruite a forza di braccia e faticosamente scavate nella roccia. Alcune di esse attraversano addirittura la montagna, addentrandosi in gallerie oscure e anguste. Per agevolarne la manutenzione, accanto alle levadas, furono costruiti dei sentieri che vengono appunto utilizzati oggi dagli escursionisti. Addentrarsi nel bosco lungo una levada è senza ombra di dubbio un’esperienza indimenticabile e un’occasione unica per ammirare la foresta laurisilva assurta a patrimonio dell’Unesco nel 1999.

Durante il mio soggiorno a Madeira ho voluto esplorarne una decina, ma le mie preferite sono state

Levada das 25 fontes

Levada do caldeirāo verde

Levado do Furado

Anche se siete escursionisti esperti, non vi consiglio di avventurarvi da soli lungo i sentieri di Madeira e men che meno lungo le levadas meno turistiche. Conviene sempre rivolgersi a una delle tante agenzie di Funchal e farsi accompagnare da una guida qualificata. Non dimenticate la crema solare (sì, sì, anche se è nuvoloso), maglioncino e kway, torcia elettrica e soprattutto scarponcini da trekking, possibilmente impermeabili. Certo, non è raro imbattersi in gruppi di turisti sprovveduti che si avventurano per monti e per valli vestiti come se andassero in spiaggia…ne sanno qualcosa i soccorritori che, puntualmente, devono andarli a recuperare.

Ponta de Sao Lourenço - È l' ultimo promontorio orientale dell’Isola di Madeira. Qui nel corso dei secoli l’oceano, il vento e la salsedine hanno scolpito le rocce vulcaniche dai toni rosso-ocra. Ciò che mi ha maggiormente colpito è il netto contrasto di questo luogo con il resto dell’isola. Mentre camminavo sul sentiero per raggiungere l’estremità del promontorio avevo l’impressione di trovarmi nel bel mezzo di una landa deserta.

Per percorrere il sentiero non c’è bisogno di farsi accompagnare da una guida, ma mi raccomando, siate prudenti in quanto vi sono tratti esposti e il terreno è instabile.

https://www.meraviglieuropa.com

  • 6190 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social