Madeira, un'isola verde in mezzo all'oceano

Un tour con base Funchal per visitare i giardini, percorrere alcune levadas e ammirare alcuni belvedere in mezzo ai picchi.

Diario letto 14876 volte

  • di Ginger27
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

I preparativi del viaggio

A fine gennaio ho voglia di mare e comincio a pensare a Porto Santo come un assaggio d’estate e di mare per il mio compleanno. Il compromesso con mio marito viene raggiunto spostando l’attenzione sulla meno sabbiosa isola di Madeira, perché ha più attrattive turistiche. Dopo un’accanita ricerca su internet, prenoto tramite Expedia sia il volo (Tap Portugal da Malpensa con scalo a Lisbona) che l’hotel a Funchal, non proprio centralissimo (sopra la zona di Santa Maria), ma dispone del parcheggio gratuito, un plus niente male per Funchal dove i parcheggi in strada sono difficili. Successivamente acquisto dal sito della Tap un bagaglio in stiva perché non incluso nella tariffa scontatissima di Expedia, mentre dalla prenotazione tramite questo sito aggiungo l’affitto di un’auto di medie dimensioni (Renault Clio da Alamo).

Venerdì 26 aprile 2019 - Partiamo da casa alle 7.45 e all'altezza di Vercelli ci accoglie un acquazzone. Il tempo è meno clemente di quanto mi aspettassi. Arriviamo al Planet Parking alle 9.45, in orario. Appena in aeroporto scopriamo che il volo per Lisbona è in ritardo di mezz'ora. Alla consegna del bagaglio, ci viene chiesto di consegnare tutte le valigie perché il volo è pieno. Il volo TAP 827 parte alle 14.30 con 2 ore e mezzo di ritardo: le spiegazioni che dà il comandante è che, a causa del maltempo, l'aereo in arrivo su Milano ha sorvolato molto tempo, prima di atterrare; questa attesa non preventivata ha consumato carburante e prima di ripartire è stato necessario fare rifornimento. In volo ci danno solo un tramezzino e una fetta di salame al cioccolato. Sedendo sulla destra vediamo Lisbona dall'alto e si distingue chiaramente la piazza di Pombal. Durante la discesa il comandante annuncia che l'aeroporto è pieno e che non atterreremo prima delle 17.10 (le 16.10 portoghesi). La coincidenza delle 16.05 (volo TAP 1687) per Funchal è persa e appena arriviamo in aeroporto troviamo 3 carte d'imbarco per il volo delle 19 e 3 voucher di 6€ l'uno da spendere nei ristoranti dell'aeroporto. Alle 18.30 ci imbarchiamo sul volo e i nostri posti sono sulla sinistra in ultima fila, la 24°. Quando decolliamo, i posti non offrono la visuale migliore. Poco dopo lasciamo la costa e si apre sotto di noi una strato di nuvole a pecorelle che diventa più compatto quando stiamo per atterrare. L'ingresso al terminal é decorato con azulejos, alcuni pannelli illustrano i panorami dell'isola e i nastri trasportatori dei bagagli sono decorati da bei vasi di fiori. Insperatamente recuperiamo tutte e 3 le valigie, nonostante il cambio di volo. Le procedure per ritirare l'auto sono abbastanza lunghe e mi viene spiegato tramite una plastica in cui sono riprodotti dei cerchi concentrici come misurare i danni sulla carrozzeria da trasmettere a loro via mail se preesistenti. Ci viene data una Fiat Punto, similare per loro alla Clio che avevo prenotato. Già sulla strada che conduce all'hotel, si rivelerà inadeguata alle strade sali e scendi di Madeira. Percorrendo la superstrada, ad un tratto si apre ai nostri occhi Funchal, con le sue casette illuminate adagiate sulla montagna che degrada fino all’oceano. Il fedele maps con la cartina offline di Madeira ci conduce senza errori all'hotel Arts In Hotel Conde Carvalhal verso le 22. Ci viene assegnata la stanza 103, ampia, con l'angolo cottura, stoviglie, bollitore, tostapane, shampoo e bagno schiuma Rituals fragranza ritual of happy budda (arancia dolce e cedro), accappatoi, acqua in regalo e piccola mousse al cioccolato come dolce di benvenuto. É ora di andare a dormire, dopo un volo che è durato ben il doppio delle 6 ore previste

  • 14876 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social