Madeira e Porto Santo, le gemelle diverse

Due colori dominanti per due paesaggi incantevoli: dal verde della rigogliosa natura di Madeira al profondo blu di Porto Santo

Diario letto 62628 volte

  • di lara.scola73
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Noi turisti per caso, Scola Lara e Rasom Eugenio

Periodo:giugno 2013

Durata: 12 giorni

Costo: circa 1000 euro a testa

Destinazione: Madeira e Porto Santo

La voglia di visitare Madeira mi è venuta circa 2 anni fa, quando per un fatto di cronaca trasmesso al Tg, ho voluto approfondire le mie scarse conoscenze al riguardo, facendo una ricerca al computer. Nemmeno sapevo dove fosse esattamente ubicata quest' isola!

Decido quindi, quest'anno di andarla a conoscere di persona. Avendo un buon marito che accetta qualsiasi destinazione io scelga, non posso che ritenermi fortunata, così preparo e organizzo il nostro viaggio, documentandomi per bene su tutto, poiché voglio riuscire a vedere il più possibile, concedendo anche alla mia metà il premio di alcune giornate di totale relax al mare!

Partiamo dunque alla volta di Lisbona, poiché un volo diretto per Madeira, dagli aeroporti relativamente vicini alla mia amata Val di Fassa non lo trovo!

Dopo una giornata di viaggio, tra le ore in macchina per raggiungere l'aeroporto di Venezia, e lo scalo a Lisbona, raggiungiamo la, ormai, tanto agognata meta. Appeni scesi dall'aereo mi sento profondamente soddisfatta: un altro mio piccolo sogno si è realizzato! La foto di rito ci sta, e dal viso traspare in pieno la mia grande soddisfazione!

Con un autobus raggiungiamo la capitale dopo circa mezz'ora di strada: quello che si disvela dietro una curva, è una bellissima cittadina, adagiata sulle pendici del monte, che dolcemente scende verso il mare.

Appena giunti in albergo, ci cambiamo velocemente e ci diamo una rinfrescata, la voglia di uscire è tanta, oltretutto siamo molto affamati. La via lungomare che dall'albergo porta al centro di Funchal è disseminata di piccoli e pittoreschi ristoranti e pizzerie. Decidiamo per una pizza accompagnati dalle note di Tiziano Ferro e Ramazzotti... evidentemente al pizzaiolo piace la musica italiana!!

Ci accorgiamo subito del calore di questa gente, che, seppur non intende la nostra lingua, né noi la loro, si dimostra da subito bendisposta e accogliente. Niente di meglio..la sensazione che abbiamo è quella di essere qui da giorni, anziché da poche ore!

Il giorno dopo decidiamo di dedicarlo tutto alla visita di Funchal... non è forse originario di qui Cristiano Ronaldo? Mica mi ha seguito per niente il marito!! Infatti in diversi locali e bar vediamo esposto il poster del campione.

Il centro della cittadina è molto carino, piccolo, curato e intimo come si conviene ad una piccola città di provincia.

Veloce la visita alla Cattedrale Sé per fiondarci subito dopo al mercato dei “lavradores”, mica tutti sono in ferie come noi!

Tante sono le donne in costume tradizionale che cercano di vendere i loro prodotti della terra accanto a magnifici e coloratissimi fiori, che rendono questo luogo di confusione, un baluginio di profumi, suoni e colori. Il banco del pesce poi mi ipnotizza, tonni di grosse dimensioni, pesce spada e altri animali acquatici con grandi occhi tondi, di cui io, povera montanara, nemmeno sapevo l'esistenza, fanno bella presenza sui loro banconi. L'abilità poi, dei lavradores, che mozzano teste, ripuliscono le carni e affettano il pesce è impressionante!

Usciti di lì ci dirigiamo al “teleferico”, cabinovia che ci porta in pochi minuti in quota, da dove si gode la vista della città, che, come una donna rilassata se ne sta placida e adagiata in riva al mare.

Visitiamo la chiesa “Nossa Senhora do monte”, dalla quale c'è la possibilità di scendere fino a valle, su di una slitta di vimini montata su pattini in legno, manovrata da abili guidatori. Noi osserviamo con interesse ma non scendiamo con quei “cosi”, un po' perchè mica ho il coraggio, un po' perchè vogliamo prendere il successivo impianto a fune, per raggiungere il tanto declamato, giardino botanico

  • 62628 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social