La mia Nosy Be, Andasibe, Sainte Marie

Agosto 2019. Madagascar, Nosy Be e isola di Sant Marie. Ecco come è andata.

Diario letto 3999 volte

  • di Ame74
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Naty, bravissimo driver, prudente e conoscitore delle fitte reti di "strade" e "stradine" dei principali punti d'interesse in Madagascar. P.s. chi volesse il numero whatzapp di Naty per comunicare direttamente con lui mi può tranquillamente scrivere in privato. Naty parla inglese. Rispetto alle agenzie italiane e locali, si è rivelato estremamente economico.

ISOLA DI SANTA MARIE

Arrivato sull'isola dopo un'attraversata in cui avevo già visto qualche sbuffo d'acqua di qualche balena... mi reco con un tuk tuk al Natiora (un bel villaggio nella parte nord-ovest dell'isola). Sulla costa, dove il simpatico HERMES, il proprietario italiano gestisce in modo efficiente questo lodge molto "into the wild". Ho trascorso 3 giorni qui e 3 giorni al princess bora a sud. Ho girato tutta l'isola con il motorino (piscine naturali a nord e cimitero dei pirati al centro) e con il quad (la strada è una pista da motocross) per vedere la costa est. Alla fine posso dire che la parte sud dell'isola, a mio avviso è più bella sotto il punto di vista spiagge e mare... la parte nord invece è molto più selvaggia e naturalistica. L'escursione per vedere il passaggio delle balene è ovviamente la più spettacolare. Io l'ho fatta di pomeriggio... evitando il primo orario. Ne ho viste parecchie e l'emozione ovviamente è stata forte! L'isola di Aux Nattes merita anche ed è facilmente raggiungibile. L'isola va girata ripeto con lo scooter che lo preferisco al tuk tuk.

Buon viaggio a tutti.

  • 3999 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social