Il sorriso del Madagascar

Viaggio negli altopiani dell'isola attraverso la RN 7 fino a Tulear con relax finale a Salary Bay

  • di piroga
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 8
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro

ANTANANARIVO

Abbiamo dormito al Sakamanga hotel, molto centrale e bello anche bisogna chiedere le stanze nuove che sono di tutt’altro livello rispetto a quelle dell’ala vecchia. Da visitare il Rova (palazzo reale) anche se bruciato in un incendio di qualche anno fa e non ancora finito di ristrutturare per mancanza di soldi e il Mercato Artigianale, pieno di bancarelle dove si possono fare moltissimi acquisti a pochi Ariary .

ANDASIBE

Bel parco che si caratterizza per la presenza di lemuri indri che urlano in modo molto particolare. Bisogna dormirci 2 notti per effettuare il trekking nella foresta. Abbiamo alloggiato al Feony'n Ala, dotato di bungalows con tetto in paglia. In agosto era molto freddo quindi per le notti bisogna munirsi di indumenti pesanti. Colazioni e cene nella norma malgascia cioè un tantino spartane. Da non perdere l’escursione alla riserva Vakona con lemuri che ti saltano addosso e, sulla strada, alle riserva Pereyras dove si possono osservare da vicino camaleonti, farfalle, boa, pipistrelli e coccodrilli.

ANTSIRABE

Città (!)di passaggio sulla strada per gli altipiani. Fa freddo, consigliatissimo il Couleur Cafè per dormire con un camino per stanza e legna fornita a profusione. Ottima cena e colazione in ambiente familiare ed affascinante. La visita alla città si effettua in pousse-pousse, sorta di risciò locali, trainati da un indigeno scalzo e affaticato.

La mattina dopo abbiamo partecipato ad una cerimonia funebre tribale che si svolge tra canti e balli ed un’atmosfera totalmente diversa dalle nostre. Al termine si lascia un’offerta che verrà trascritta in un apposito libro. Bella esperienza!

SAHAMBAVIY

Villaggio noto per le piantagioni di the e per il passaggio del famoso treno che collega FIANARANTSOA a MANAKARA. Alloggio carino ( LE LAC HOTEL) con preferenza per le stanze sulle palafitte. Ottima cena e colazione. Difficile da raggiungere, ma vale la pena. Purtroppo nessuno degli ospiti dell’hotel ha potuto prendere il treno perché sarebbe arrivato con un ritardo di 7 ore e questo avrebbe voluto dire affrontare 8 ore di viaggio al buio e senza riscaldamento nelle carrozze. Sarà per la prossima volta ,sperando di essere più fortunati.

MANAKARA

Villaggio sull’Oceano Indiano dove abbiamo fatto un’interessante escursione in piroga a remi nel Canale di Pangalanes osservando i pescatori che affrontano i cavalloni dell’Oceano sulle loro piroghe di legno mentre le loro mogli li aspettano sulla spiaggia. Siamo stati anche in un villaggio dove un improvvisato dimostratore ci ha illustrato le qualità terapeutiche delle piante locali. Interessante escursione sicuramente da consigliare, anche in virtù del fatto che ,al ritorno ci aspettava, un'aragosta appena pescata che abbiamo divorato al costo di 3 € in un ristorante locale. Abbiamo alloggiato al DELICE (vecchio e da sfuggire anche se pulito), meglio il PARTHENAY dove abbiamo mangiato la sera.

RANOMAFANA

Foresta pluviale che è una delle attrattive principali del Madagascar (il nome vuol dire Acqua Calda). Abbiamo fatto un’escursione notturna in cui abbiamo visto i lemuri topo e alcuni camaleonti. Il giorno dopo, escursione nella foresta con avvistamento di altri lemuri. Percorso un po’ accidentato proprio all’interno della foresta, ma divertente. Peccato per la pioggia che ci ha accompagnato. Abbiamo dormito al MANJA bruttino e con un ristorante squallidino. Nettamente da preferire la sistemazione al SETAM LODGE anche se un po’ fuori contesto

  • 9112 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social