Una magica Londra nel mese di marzo

Sette giorni alla scoperta della capitale inglese

Diario letto 10761 volte

  • di manfra
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Dopo aver prenotato la vacanza con parecchi mesi di anticipo, finalmente la capitale inglese ci aspetta e, come avremo modo di descrivere, non ci ha affatto deluso. Nei mesi precedenti la vacanza ci siamo informati su attrazioni, mezzi di trasporto, luoghi dove poter mangiare, ecc.. e su tutto quanto potesse contribuire a fare di Londra una vacanza bellissima. Il programma di viaggio che ne è venuto fuori è risultato piuttosto ricco di cose da vedere.

Partenza il 1-3-2014 e volo di ritorno l'8-3-2014. Compagnia aerea easyjet e aeroporto londinese di arrivo e partenza gatwick. Il terminal di riferimento per l'atterraggio e la partenza di tale aeroporto è il north terminal. Arriviamo puntualissimi a gatwick alle 20.10 ora locale e subito ci mettiamo in fila per il controllo passaporti. Non aspettiamo molto e dopo aver passato i controlli procediamo al recupero bagagli e di lì alla ricerca del south terminal: infatti è da qui che partono tutti i mezzi di trasporto (autobus e treni) necessari per arrivare a Londra.

Nel nostro caso, abbiamo acquistato online da casa i biglietti della southern railways, treno più economico (e forse meno affollato) del gatwick express che impiega pochi minuti in più di quest'ultimo per raggiungere la città. Dunque, per raggiungere il south terminal basta seguire le indicazioni presenti un po' ovunque. Acquistati i biglietti dalle apposite macchinette con la stessa carta utilizzata per la prenotazione online prendiamo il treno che ci porta a victoria station. Da qui ci dirigiamo al ticket counter per l'acquisto di due travelcard cartacee settimanali (importante presentare una fototessera) valide per le zone 1-2 (quelle più turistiche) che permettono di utilizzare tutti i mezzi di trasporto pubblici (metro, bus, dlr) e di usufruire delle offerte 2X1.

Piccola considerazione riguardo al 2X1: sono delle offerte su attrazioni, ristoranti e altro in cui è possibile entrare in due pagando per uno, il biglietto quindi costa la metà! (ad esempio, il london eye a prezzo pieno costa 19.95 pound, due persone pagherebbero 39.9 pound ma con il 2X1 si paga solo 19.95 pound sebbene usufruiscano dell'attrazione due persone). Agli sportelli delle attrazioni, musei, ecc., occorre presentare il voucher e le proprie travelcard. Prendiamo la metro che ci ferma a st pancras. Nel nostro appartamento il check-in si può fare fino alle 20, per cui procediamo con questa operazione presso la sede "centrale" e finalmente arriviamo in camera. Sistemiamo tutto pronti per la nostra prima giornata londinese.

Primo giorno

Ci rechiamo, non senza guardare i bei edifici che ci circondano in chiaro stile vittoriano, al supermercato tesco; da qui compriamo acqua, panini e il necessario per i successivi giorni. Lasciamo tutto in camera e andiamo alla stazione di st pancras (non senza aver fatto le prime foto alle caratteristiche cabine rosse e aver ammirato la grandissima british library) per prendere la metro (victoria line, colore azzurro) direzione green park: oggi è domenica ed è previsto il cambio della guardia. Una gran folla ci attende attorno il victoria memorial e vicino i cancelli di buckingham palace. Fa molto freddo e un vento quasi gelido penetra i già caldi nostri indumenti. L'attesa non è stata ripagata del tutto: non se quello che vediamo è il consueto cambio della guardia o una parata domenicale. A insospettirci sono le divise delle guardie di colore grigio e non rosso come ci aspettiamo (e come penso tutti si aspettino). La parata (che inizia da wellington barracks) è un susseguirsi di squadre delle queen's guard che arrivano davanti al cortile del palazzo per dare il cambio alla guardia smontante. La cerimonia in tutto dura circa 40 minuti. Riusciamo a vedere, fotografare e catturare in video molte parti della parata grazie alla nostra buona posizione. Tuttavia rimaniamo delusi, la cerimonia non è un granché.

Terminata, percorriamo il lungo viale the mall per giungere al st james park che, a nostro giudizio, è il più bel parco tra quelli visitati: a marzo ci si aspetterebbe un parco con evidenti segni dell'inverno, invece troviamo un parco curatissimo (come tutti gli altri parchi da noi visitati); ma sono i colori dei fiori già sbocciati che ci catturano appena entrati: colori vivacissimi che si susseguono in armonia spaziando dal giallo all'azzurro, dal viola al rosso. Bellissimo! Il parco è reso piacevole anche dai simpatici scoiattolini che fanno capolino tra i cespugli.

Dopo aver dato loro da mangiare (è una esperienza divertente, la consigliamo vivamente) percorriamo horse guard road (passando dallo spiazzale delle horse guard parade), voltiamo a sinistra ed ecco in lontananza il big ben. Le foto con le cabine rosse e il big ben sullo sfondo sono d'obbligo. Che dire, la vista del palazzo di westminster (houses of parliament) è da togliere il fiato. Siamo colpiti dall'imponenza di questo edificio in stile gotico. L'attrazione più fotografata, il big ben, è lì che taglia le nuvole che non promettono nulla di buono. Rimaniamo ad ammirare l'edificio (solo dall'esterno) con il naso all'insù per non so quanto tempo. Finalmente decidiamo di spostarci per attraversare il westminster bridge. Da qui si gode di una vista ottima. Alle nostre spalle c'è il london eye.

Dopo una breve pausa pranzo ci dirigiamo verso la westminster abbey, luogo di incoronazione dei sovrani inglesi. Non entriamo per l'esoso costo del biglietto. Continuiamo fino alla westminster cathedral. L'interno consta di una grande navata e di molte cappelle. L'organo richiama molti fedeli ma non riusciamo ad assistere alla funzione religiosa. All'uscita c'è un ampio spiazzale con di fronte un edificio moderno: ci colpisce il contrasto tra il nuovo e l'antico, una costante a Londra. Da victoria station prendiamo la metro fino a piccadilly: il cuore di Londra. Sebbene si tratti di un crocevia tra diverse strade, è l'icona della cultura, dei teatri, dei bar e del divertimento. Tipico è lo schermo dove vengono riprodotte molte campagne pubblicitarie di note marche. Causa forte pioggia ci rifugiamo nel grande negozio di souvenir cool britania; dentro c'è di tutto, difficile non trovare qualcosa. Finalmente ha smesso di piovere e possiamo goderci questa piazza che rappresenta un vero must della città. Ritorniamo in camera contenti di questa prima giornata londinese

  • 10761 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social