Londra low cost

Una vacanza in compagnia di amici meravigliosi e di una città fantastica

  • di tinapina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Ma chi l'ha detto che andare a Londra è proibitivo? Basta saper scegliere la soluzione migliore e con un pò di anticipo che si riesce a spendere delle cifre veramente basse!!!

Il nostro viaggio nasce all'insegna della finale di Champions League, ed io, Moreno, Alessandro e Martina decidiamo di prenotare tutto a Marzo, nella speranza che ci vengano assegnati i biglietti per la partita...speranza che si è spenta dopo pochi giorni con la comunicazione che non eravamo stati selezionati :-( . Dopo un breve attimo di "disperazione", procediamo con la programmazione del viaggio.

IL VOLO lo avevamo già prenotato e pagato ( Ryanair Pisa-Londra Stansted a/r con bagaglio in stiva 90euro). Per l'ALLOGGIO abbiamo cercato la soluzione più economica, ma dignitosa allo stesso tempo scartando quindi la possibilità di andare in albergo che spesso risultava essere troppo caro per il tipo di sistemazione che veniva offerta. Ci siamo allora affidati ad Homelidays, come già in passato avevamo fatto, ed abbiamo trovato la soluzione che faceva per noi: un appartamento leggermente fuori dal centro ma a pochi passi dalla DLR, in una posizione molto tranquilla e dal panorama mozzafiato!!!! Direttamente sul Tamigi!!! Nuovo di zecca, molto curato nei dettagli, due camere, due bagni a 650euro per tutta la settimana. Stupendo! Il proprietario Roberet (Bob) risulterà essere di una gentilezza e disponibilità impressionante! Per non lasciare niente al caso decidiamo di organizzare online anche i trasferimenti aereoporto/Londra a/r e ci affidiamo all'Easybus che consiglio a tutti, si può utilizzare anche se non si vola con easyjet e se si prenota con largo anticipo i prezzi sono davvero economici (noi abbiamo speso 11euro a persona a/r). Restava da decidere come comportarsi per i trasferimenti all'interno della città, le soluzioni sono molteplici, scegliere è stato molto difficile, alla fine abbiamo optato per la LONDONTRAVELPASS, che comprende la TravelCard (consente di viaggiare illimitatamente su tutti i tipi di trasporto) e la LondonPass (accesso gratuito a più di 50 attrazioni, sconti in molti negozi e ristoranti, ma soprattutto "priority access" niente file all'ingresso!). Si può prenotare solo online e il prezzo varia in base ai giorni di permanenza (per una settimana £144 ovvero 165euro), il prezzo può inizialmente sembrare eccessivo, ma garantisco che in realtà è conveniente se si pensa che in media un'attrazione costa intorno ai £20 (24euro). Consiglio comunque di valutare bene, prima di acquistare la londontravelpass, quali attrazioni si è interessati a vedere perche per molte a pagamento, ce ne sono anche tante altre gratuite come il british museum. Ed in fine non potevamo stare una settimana a Londra senza vedere il mitico "Madame Tussauds", il museo delle cere più famoso del mondo!! Unica attrazione non compresa nella LondonPass. Spulciando nel sito abbiamo scoperto che ci sono dei giorni e degli orari in cui il biglietto, normalmente un pò troppo caro a mio avviso relativamente allo spettacolo offerto non certo all'altezza di molte altre attrazioni, costa la metà se prenotato online e così abbiamo fatto (£14,40 anzichè £28,80).

PRIMO GIORNO: Il primo impatto con l'inglese

Aereo alle 10.20 a.m. da Pisa arrivo alle ore 11.40 ca. ora di Londra. Comodissimo l'easybus che ci ha portato dall'aereoporto a Londra in 60min, 20 posti, aria condizionata e, essendo piccolo, agile nel traffico della città il che ci ha permesso di guadagnare minuti importanti anche se, da bravi senesi, abituati ad una realtà molto piccola, avevamo considerato di raggiungere Bob, il proprietario della casa, molto prima rispetto a quello che poi è stato. Il bus ferma in Baker St. a pochi metri dalla stazione della metro. Non perdo tempo nel dire quanto Londra sia comoda e ben collegata grazie alla rete di trasporti che funziona in maniera eccezionale!! Passiamo subito a ritirare la Londontravelpass all'ufficio turistico all'inizio di Regent St. e finalmente alle 16.30 riusciamo a raggiungere il quartiere di Woolwich Arsenal , poco dopo Greenwich, dove incontriamo Robert...inizialmente il panico!!!! Noi con il nostro inglese scolastico non riuscivamo a capire una parola di quello che diceva!! Aiuto!! Per fortuna superato il trauma iniziale della lingua, siamo riusciti a prendere confidenza con i suoni e più parlava e più riuscivamo a comprendere quello che diceva. Bob è stato un "cicerone" fantastico, ci ha prima raccontato la storia del quartiere, nato come cantiere navale, poi ci ha mostrato la meravigliosa casa che ci avrebbe coccolato per l'intera settimana, ed infine ci ha portati a fare un giro della zona per iniziare ad oreintarsi con gente e negozi!

SECONDO GIORNO: Hi Mr. Obama!!

Le premesse erano chiare sin dall'inizio, volevamo vedere Londra girando per lo più a piedi e visitando quartieri anche meno popolari, per poter assaporare ogni più piccolo aspetto della città. Pronti a macinare chilometri decidiamo di svegliarci alle 7.30. Ovviamente nessuno di noi aveva rimesso l'ora quindi ci siamo avegliati un'ora prima del previsto e ce ne siamo accorti solo dopo colazione. Alle 8.00 eravamo già fuori di casa e ci siamo diretti verso Westminster e The house of Parliament, all'arrivo ci attendeva una stesa di tende canadesi e cartelloni di protesta contro Obama, il nostro primo vero giorno a Londra è infatti stato condizionato dalla visita del Presidente degli USA alla regina Elisabetta!! Polizia ovunque, rischio attentati a mille, traffico e migliaia di persone in attesa di vedere Obama e la regina a Buckingham Palace!! Impavidi ed intraprendenti, noncuranti dell'agitazione generale,visitiamo la meravigliosa Westminster Abbey, bellissima, all'ingresso siamo stati accolti dalla gigantografia del matrimonio reale di William e Kate , poi, grazie alla Lonely Planet, siamo riusciti a captare gli aspetti salienti senza perdere tempo con audioguide noiose e spesso petulanti!! Tempo impiegato 60min. Cartina alla mano, via verso Buckingham Palace per assistere al famoso Cambio della Guardia, sosta per un caffe take away allo Starbucks (consigliato sia per un espresso decente, sia per i meravigliosi e buonissimi muffins a prezzi abbordabili), e finalmente arriviamo. Nonostante la folla riusciamo ad assistere alla parata. Consiglierei a tutti di vederla, è molto affascinante! Purtroppo :-( :-( non abbiamo potuto vedere la Queen's gallery e le Royal Mews (gratuite con la LondonPass) chiuse per motivi di sicurezza (Mr. Obama ci hai stravolto l'itinerario!!). Sempre rigorosamente a piedi, attraversando vie ricche di palazzi stile tudor e negozi super moderni, raggiungiamo Hyde Park. Nel cuore del parco ci attendeva la Città della Champions League, organizzata in occasone della manifestazione che si sarebbe svolta pochi giorni dopo. Pranzo al sacco sul prato, rapida visita ai negozi di Oxford St. (Consiglio Primark, grande magazzino molto economico) e conclusione della giornata a Madame Tussauds. Prenotando online oltre a risparmiare denaro, abbiamo evitato la lunga fila all'ingresso. A mio parere, pur non essendo eccezionale, è una tappa da non saltare per chi visita Londra, ne fa parte e la identifica proprio come molte altre attrazioni anche se meno interessante.

TERZO GIORNO: Finale femminile di Champions League!

Prima tappa della giornata Stazione di King's Cross. L'unica delusione della vacanza.. il mitico binario 9 e 3/4 di Harry Potter era chiuso per restauro ed avevano attaccato un tristissimo cartellone fuori dalla stazione raffigurante il muro originale!! Ma "these guys" (così ci siamo chiamati per tutta la vacanza), non si sono mai abbattuti e sempre tra una risata e un'altra ci siamo diretti a piedi verso il British Museum attraverso Euston Road e Russell square. L'imponenza del British non può passare indifferente, ma l'architettura esterna è solo l'anticamera delle meraviglie che si possono ammirare al suo interno. Per motivi di tempo abbiamo scelto e visitato solo l'ala dedicata al popolo egizio (solo per due stanze abbiamo impiegato 60min.). Nemmeno la famosa pioggia londinese riesce a sconvolgere la nostra tabella di marcia e muniti di impermabili ci incamminiamo alla volta di Soho. Dalle caratteristiche strutture inglesi e dai vicoli ricchi di locali stravaganti, Soho è decisamente una delle zone che abbiamo apprezzato di più, vista per lungo e per largo attraversando soho square, greek st., old compton st., lungo newburgh st. e la famosa carnaby st. e molte altre meno conosciute ma altrettanto interessanti. Dopo aver camminato per ore decidiamo per un'insolita pausa all'interno dell'Ice Bar di Heddon st. l'ideale per raffreddare i nostri poveri piedi (sconto all'ingresso con la LondonPass). Esperienza divertente e refrigerante, un pò cara (£12 con lo sconto) ma merita se non se n'è mai visto uno!! La sera Finale Femminile di Champions League al Craven Cottage, stadio del Fulham!! Sicuramente non ai livelli della maschile, ma comunque sentita e con un bel tifo. Lo stadio è molto particolare (se non lo conoscete guardatelo sul sito del Fulham, merita anche solo per l'architettura) e la zona circostante ha un non so che di magico, rappresenta l'inghilterra che tutti noi immaginiamo, villette curatissime, giardini, fiori alle finestre e parchi verdissimi, è un piacere vagare per le strade di questo elegantissimo quartiere!

QUARTO GIORNO: Sorry it's close

  • 12711 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. tinapina
    , 15/6/2011 23:12
    Grazie per i complimenti e grazie per le informazioni, la prossima volta che andremo a londra proveremo il terravision!!!!!
  2. Marco Bassi 3
    , 12/6/2011 01:27
    Ciao! Bel diario di viaggio :) Per chi legge, se arrivate da Stansted e volete iniziare il vostro giro panoramico già da subito, vi consiglio il bus della Terravision che passa lungo il Tamigi. Se ci arrivate di sera è uno spettacolo. Trovate qualche info qui http://www.mylondra.it/content/aeroporto-stansted-londra-italia-come-arrivare-centro.asp e anche su altri siti, tipo visitlondon.com

    Ciao!

    Marco

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social