Londra nei giorni del Royal Wedding

Viaggio familiare nella Londra ai tempi del matrimonio dell'anno.

  • di us01234
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Siamo una famiglia composta da due brillanti quarantenni e due figli di 13 e 16 anni.

Un viaggio di tutta la famiglia va pianificato con cura, scegliendo luogo e periodo migliore per soddisfare le aspettative di tutti. Io normalmente cerco di fuggire dagli ambienti troppo affollati perché sono un po’ “orso” e quindi Londra non è proprio il luogo più solitario che c’è. Noi, poi, stavolta abbiamo fatto Bingo: il periodo scelto per la visita comprende la data del Royal Wedding, il matrimonio tra William & Kate. Bei fenomeni che siamo!

Martedì 26 – Arrivo a Londra

Comunque: volo da Genova a Stansted con Ryanair, trasferimento alla stazione di Stratford con il bus National Express (14€/cad. A/R) e da lì, dopo aver comprato la Travelcard per i mezzi pubblici (quella da 7 giorni, di carta, senza la Oyster. Chi si ferma di meno penso che la Oyster card sia più conveniente www.tfl.gov.uk per info), metro fino all’hotel Ibis Docklands Excel (doppia, 75£ a notte, senza colazione), decisamente fuori mano: speriamo di non passare il tempo nei trasferimenti!

Tempo di posare le terga sul letto della camera e via, verso il centro. Non abbiamo molto tempo e seguiamo il consiglio di Luca (figlio minore) di dare un’occhiata alla città dall’alto. Un amico mi ha detto che, associata ai biglietti della National Railways (le nostre Travelcard sono tra queste), c’è un’iniziativa chiamata 2for1. Dal sito si stampano appositi voucher che permettono l’ingresso gratis, in una serie di attrazioni, di un adulto/bambino per un adulto pagante. Quindi paghiamo la metà del previsto per salire sul London Eye. Grazie mille Tonino per la dritta! Il London Eye è la ruota panoramica più grande del mondo ed il panorama da lassù è grandioso: facciamo foto a 360° su Londra quindi di nuovo giù ad ammirare il Big Ben ed il Parlamento sdraiati sul Tamigi. Mi sdraierei anch’io, tanto sono stanco, ma dobbiamo mangiare. Giriamo a vuoto attorno a Big Ben e London Eye ma non troviamo nulla. Saliamo quindi su un bus che ci porta, passando per Trafalgar Square, ad una Piccadilly sfavillante con tutte le sue luci. Qui la ricerca cade su un pub (The Blue Posts) gestito da un punk giapponese che ci lascia entrare nonostante l’ora. Dopo le 20 c’è una sorta di coprifuoco: nei pubs i minorenni non possono entrare. Dopo cena io voglio fare il ritorno, almeno un pezzo, su un double decker bus, i pullman a 2 piani. Il 23 ci porta da Piccadilly a Trafalgar, di nuovo, quindi seguendo lo Strand (sembro un londinese, vero?) arriva a St. Paul che non è illuminata e quindi un po’ tetra. Dopo il bus, metro fino all’albergo: sono più piatto d’una piadina!

Mercoledì 27 Aprile (British Museum – Madame Tussauds)

Giornata lunga che ha messo a dura prova il mio fisico da “divanatore” provetto e ancora “piadinato” da ieri. Colazione vicino all’albergo e trasferimento in centro: un’ora causa problemi sulla linea DLR. Ahi, ahi, l’efficienza londinese … Almeno abbiamo potuto guardare, dal treno, il nuovo quartiere di Canary Warf con i suoi grattacieli.

Prima tappa: British Museum. Bisogna dire che da fuori sembra enorme mentre invece… è proprio enorme! Appena entrati, insieme ad una scolaresca tutta di verde vestita, troviamo la Grand Court: una piazza interna che nel 2000 è stata coperta da una struttura di vetro e acciaio da Sir Norman Foster, lo stesso che ha realizzato la cupola del Reichstag a Berlino. Gran colpo d’occhio. Cerchiamo di trovare l’entrata alla Reading Room, invano. Per non sembrare “balenghi” facciamo finta che non ci interessi ed andiamo nella sala dell’Antico Egitto. Qui fa mostra di sé la Stele di Rosetta, reperto famosissimo. Dopo l’Egitto, gli Assiri con leoni immensi di granito. Di inglese o, almeno, di celtico, sassone…. Niente. Chiamarlo British ‘sto Museum non è correttissimo. Arriviamo alla zona della Grecia Antica e qui troviamo un tempio funerario completo. Ci sono anche le foto del luogo, in Turchia, dove è stato rinvenuto: adesso è uguale a prima del ritrovamento, cioè vuoto

  • 4892 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social