Un sud inghilterra full english

“Il viaggio è una specie di porta attraverso la quale si esce dalla realtà per penetrare in una realtà inesplorata che sembra un sogno” ( Guy de Maupassant ) ….E il mio sogno si e’ concretizzato in questa caldissima estate ...

  • di chri
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

“Il viaggio è una specie di porta attraverso la quale si esce dalla realtà per penetrare in una realtà inesplorata che sembra un sogno” ( Guy de Maupassant ) ...E il mio sogno si e’ concretizzato in questa caldissima estate 2009, mettendo piede in una freschissima e bellissima Inghilterra .

Siamo io, il mio compagno Alberto e la nostra macchina : il nostro lungo viaggio inizia sull’ autostrada del Brennero, accompagnati da una leggera pioggerella serale. Nel cuore della notte entriamo in terra tedesca per poi abbandonarci inevitabilmente ad un lungo sonno nei pressi di Monaco.

(10.08) L’indomani, pimpanti ed euforici, maciniamo km. E km, lasciandoci alle spalle Germania, Lussemburgo e Belgio per arrivare verso le 23, stanchi morti, a Calais.

Ci si presenta quindi il grande interrogativo: Eurotunnel o traghetto? Il costo ha velocemente fatto chiarezza nelle ns. Menti oramai “offuscate” : senza la prenotazione in Internet, ben € 220,00-solo andata, in qualsiasi fascia oraria, ecco quindi spiegata la grande desolazione ai caselli di entrata al tunnel e l’afflusso corposo invece al porto.

Con € 130,00 alle 8,30 della mattina successiva abbiamo salpato con la Seafrance e attraversato la Manica, giungendo finalmente in terra inglese. Abbiamo impiegato un’oretta e mezza, la traversata e’ stata piacevole e rilassante grazie anche al mare calmissimo. Io non stavo nella pelle ma non avevamo tempo di assaporare la nostra soddisfazione ed euforia, la realtà era nuda e cruda: usciti dal porto abbiamo trovato tutto di “rovescio e sbagliato”, incanalati quindi nella corsia sinistra di marcia, non potevamo permetterci distrazioni! Il mio eccellente guidatore ha familiarizzato subito con la nuova realtà e verso le 10, favoriti dal fuso orario di un’ora in meno, eravamo già sul bus diretti per il centro di Canterbury.

La città e’ molto carina, affollata, verde e fiorita e la sua cattedrale e’ la regina incontrastata: imponente, maestosa, praticamente bellissima e appassionati o meno di arte, non si può lasciare la città senza aver visitato questa meraviglia. E’ qui che regna con tutto il suo potere l’arcivescovo di Canterbury, capo supremo della Chiesa Anglicana. E’ qui che si trova un cero sempre accesso dove si è consumato il misterioso assassinio dell’arcivescovo Thomas Becket, nel lontano 1170 e dove poi Giovanni Paolo II ha lasciato la sua benedizione.

I sotterranei della cattedrale sono molto affascinanti per via del loro clima di mistero e brivido delle oscure epoche passate che ancora sprigionano.

Risaliti in superficie alla vita moderna, abbiamo gironzolato tra le vie del centro traboccanti di gente, nel parco, lungo il fiume in mezzo a tantissimi fiori stupendi. La giornata è continuata percorrendo la strada costiera, passando per le belle città balneari di Hasting e Brighton, dando uno sguardo veloce dall’auto al loro bellissimo lungomare anche se veniva una pioggerella fine e dolce.

Abbiamo trovato alloggio nel paesello di Pevency, tra Hasting ed Eastbourne, in un bell’ hotel – B&B , in stile typical English, ai piedi del castello del paese o meglio di quel che ne e’ rimasto ( www.Priorycourthotel.Com £75,00 a stanza con colazione) (11.08) L’indomani abbiamo avuto la nostra prima esperienza con la Full English Breakfast: l’abbondante colazione in perfetto stile inglese a base di bacon,uova, fagiolini salsiccietta, funghi, pane tostato, accompagnata da thè o caffè nero lungo. Una bellissima passeggiata rilassante tra le rovine del castello ci ha aiutato nella digestione, immersi nel silenzio, nella quiete, accarezzati da una sferzante brezza mattutina

  • 4301 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social