Ancora Livigno: dal fondovalle alle vette

Dall'idilliaco fondovalle percorso in bicicletta ai negozi del centro, dalla prelibata cena al panorama mozzafiato del Crap de la Parè.

Diario letto 191 volte

  • di alvinktm
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Siamo proprio innamorati di quest'angolo di Valtellina, tanto da tornarci più volte all'anno sia per una gita in giornata sia, come oggi, per trascorrere un fine settimana di relax.

Ormai ho perso il conto di quanti post ho dedicato alla magnifica vallata alpina che si estende dal Passo della Forcola al lago di Livigno perché le attività offerte dal territorio sono molteplici e annoiarsi è impossibile. Sport, divertimento, natura, buon cibo e ospitalità contraddistinguono la località valtellinese.

Il tragitto da casa è di appena un paio d'ore tuttavia, appena scesi dall'auto, pare di aver attraversato l'oceano tanto è il benessere che ci pervade. L'umore è totalmente cambiato e conta solo la serenità della nostra piccola famiglia.

L'accoglienza dell'albergo Capriolo (capriololivigno.com), un family e wellness hotel sorto in posizione privilegiata, appena fuori dalla ressa dell'area pedonale e con una vista splendida sul fondovalle, favorisce di certo tali percezioni.

Si viene ricevuti in un ambiente caldo, pulito, rustico ed elegante insieme, in cui il legno e la pietra si armonizzano a vicenda. Il personale e i proprietari sono squisiti e subito ci invitano a usufruire della piscina e dell'area benessere: due gioiellini della struttura. Come gli spazi comuni, anche le camere accolgono al meglio gli ospiti, tutto è profumato e le dimensioni dei bagni sono confortevoli. Nel piano interrato si apre il bar accanto alla sala colazione e, per la gioia di noi genitori, c'è una grande area bimbi con moltissimi giochi: perfetta per consumare i pasti in tranquillità. Vi anticipo subito che, avendo prenotato la mezza pensione, abbiamo cenato qui ed è stata una esperienza deliziosa. Il cibo è di qualità, la scelta è varia e le porzioni sono abbondanti. Cosa si può pretendere di più? Stesso elogio per la colazione: squisita e con una varietà di dolci che ha superato le nostre aspettative.

Altro punto di forza della struttura è il noleggio biciclette gratuito. Trovandosi a una manciata di passi dalla bella pista ciclabile che costeggia il fiume è un servizio comodo e molto apprezzato anche da noi.

Giusto il tempo di abbandonare la borsa in stanza e montiamo subito sulla due ruote dotata di seggiolino per Leonardo, nostro figlio.

Scorrazzare in piena libertà e senza fatica, vista la bassissima pendenza della ciclabile, con lo zaino imbottito di leccornie per il pic-nic non ha prezzo. Questo appagante stato d'animo ce lo sa regalare solo la bici... un tempo anche la moto suscitava in noi la stessa libertà, ma su quella non possiamo portarci Leonardo!

Non è difficile trovare una panchina anzi, c'è l'imbarazzo della scelta.

Scegliamo i tavolini del parco giochi vicino alla partenza della funivia Mottolino, fornito di ombrelloni, fontane e bagni. Ce la prendiamo comoda, qui la parola fretta non esiste. Tra un boccone e l'altro ammiriamo i fianchi prativi delle montagne con le baite sparse qua e là, le pinete e le cime innevate. E' un'oasi verdeggiante.

Stiamo vivendo un sogno a due passi da casa e lo assaporiamo pienamente.

Senza guardare l'orario riprendiamo a pedalare in direzione del lago. Superata la Latteria di Livigno la valle si restringe, la pista diviene sterrata e i prati pianeggianti cedono il posto all'acqua. Gli ultimi chilometri si percorrono all'ombra dei larici per poi superare un ponticello, una breve salita e sbucare nello spazio riempito da tavoli, panche e giochi del Ristoro Val Alpisella (http://www.alpisella.it/)

  • 191 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social