Lisbona in tre!

Meravigliosa città sul fiume Tago

Diario letto 7545 volte

  • di alis86
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Primo viaggio all’estero con il nostro bimbo di 16 mesi. Meta la meravigliosa città di Lisbona.

Ecco alcune info pratiche:

VOLI: prenotati a Febbraio per Aprile. Compagnia Easyjet. Volo puntuale all’andata mentre al ritorno abbiamo avuto un ritardo di un’oretta circa. Nel complesso ci siamo trovati bene. Costo a persona: 216 euro (comprensivo di assicurazione+posti prenotati+tasse del bambino).

HOTEL: Abbiamo prenotato un appartamento tramite Booking, Hello Lisbon Rossio Apartments, per 4 notti. Posizione centralissima a Rossio e comodissimo per girare la città a piedi. Vicino a ristoranti e supermercati. L’appartamento spazioso, dotato di ogni confort, ottima pulizia e WiFi veloce. Check-in si effettua virtualmente attraverso un sistema telematico all’interno del palazzo. Lo scanner non leggeva le nostre carte d’identità cartacee e il personale via skype è stato gentilissimo e ci ha aiutato velocemente a risolvere il problema. Si entra nell’edificio e nell’appartamento attraverso dei codici che ti vengono forniti al momento della prenotazione. Assolutamente consigliato. Costo per 4 notti: 496 euro.

BAMBINI: per chi viaggia con bambini piccoli sconsiglio di portare passeggino perché Lisbona è tutta un sali e scendi con vie piccole, strette e senza marciapiede. Noi abbiamo optato per il marsupio. Ristoranti e bar praticamente tutti baby friendly non abbiamo mai trovato nessun tipo di problema. Priorità nell'ingresso per musei/chiese/attrazioni varie.

1° GIORNO: 10 APRILE 2019

Sveglia di buon’ora per prendere il Malpensa Express e arrivare all’aeroporto di Malpensa. Aereo puntualissimo e atterriamo alle 13.10 a Lisbona. Prendiamo un taxi per raggiungere il centro città (circa 11 euro). Effettuiamo il check-in, svuotiamo le valigie e ci riposiamo un’oretta prima di uscire a fare un primo giro di perlustrazione. Due minuti a piedi e raggiungiamo la Piazza Rossio dove possiamo ammirare due bellissime fontane e il Teatro D.Maria II. La piazza era piena di bancarelle di cibo e affamati dal viaggio abbiamo assaggiato i pasteis di Baccalà, davvero squisiti. Riprendiamo la camminata e ci inoltriamo per la Rua Augusta, una via pedonale ricca di negozi, bar e ristoranti che unisce, attraverso l’Arco il quartiere Rossio e Praca de Comercio. E’ una piazza immensa e veramente suggestiva che si affaccia direttamente sul fiume Tago. Qui decidiamo di rilassarci una mezz’oretta su una piccola spiaggetta dove il nostro bimbo si è scatenato, ha giocato con la sabbia e rincorso gabbiani e piccioni. Sul tardo pomeriggio ripercorriamo Rua Augusta per tornare verso l’albergo ed essendo molto stanchi e il nostro bimbo super affamato ci fermiamo da Burger King per la cena. Facciamo un po’ di spesa per il giorno dopo e poi dritti a nanna.

2° GIORNO: 11 APRILE 2019

Anche oggi giornata meravigliosa, soleggiata e calda. Decidiamo di dedicare la mattinata a Tommaso quindi ci dirigiamo all’Oceanario (ingresso per persona 19 euro – bimbo gratis) che si trova a circa mezz’oretta di metro (fermata Oriente). Arrivando all’apertura non abbiamo trovata coda ma all'uscita c’era parecchia gente. L’ acquario è davvero molto bello adatto a bambini di ogni età. Fantastica la vasca centrale il nostro bimbo ne è rimasto affascinato. Dopo la visita dato che era ora di pranzo ci siamo fermati a mangiare in un ristornate vicino all'Acquario e dopo siamo tornati all’appartamento per far riposare nostro figlio. Appena sveglio e dopo una super merenda abbiamo visitato il Convento do Carmo a 5 minuti a piedi dall'appartamento (poca coda e ingresso 5 euro a persona – bimbo gratis). Era la chiesa gotica più imponente di Lisbona prima che il terremoto del 1755 la distruggesse. Ora il Convento do Carmo è la chiesa senza soffitto davvero suggestiva e unica. All’interno si può visitare il Museo Archeologico che è ricco di reperti che narrano la storia di Lisbona dalla Preistoria al Medioevo. Dopo ci siamo diretti all’Elevador Santa Justa. Dietro la chiesa, passando attraverso un bar, si raggiunge la piattaforma di arrivo dell’ascensore. Da li volendo si può salire, attraverso una scala a chiocciola, all’ultimo piano dell’ascensore ma noi abbiamo deciso di non andarci. Anche senza salire da lì si può ammirare Lisbona in tutto il suo splendore. Dopo ci siamo diretti a piedi al Miradouro de Sao Pedro de Alcantara nel quartiere Barrio Alto. C’è un bellissimo giardino su questo belvedere e la vista è veramente molto bella sulla città peccato per dei lavori che non permettevano di raggiungere il parapetto perché tutto transennato. Per scendere abbiamo preso l’Elevador Da Gloria (3,5 euro a persona). Per ritornare a Rossio attraversiamo Praca dos Restauradores. E’ una piazza davvero spaziosa con al centro un obelisco che commemora la liberazione del paese nel 1640 dopo 60 anni di dominio spagnolo. Dato che si era fatta ora di cena ci dirigiamo a cenare al ristornate Pizzeria Mezzogiorno che si trova nel quartiere Baixia. Locale molto carino con tavoli all’esterno. Abbiamo cenato veramente bene. Pizza ottima e pasta buonissima per il mio Bimbo!

3° GIORNO: 12 APRILE 2019

Sveglia presto come sempre e dopo un’ottima colazione in un localino nella piazza Rossio ci dirigiamo a Praca de Figueira capolinea del tram 15 direzione Belèm. I biglietti li abbiamo comprati sotto la metro (andata/ritorno 6 euro a persona). Dopo circa una mezz’oretta arriviamo a destinazione. Il quartiere di Belém è davvero molto bello, pieno di verde e con tanti piccoli ristornati/bar. Scendiamo proprio davanti al Monastero dos Jerónimos che fu progettato dall'architetto Diogo de Boitaca su ordine del Re Manuele I, per celebrare la scoperta della rotta più breve per l’India da parte di Vasco de Gama. Entriamo a visitare la cattedrale dove appunto si trova la tomba di Vasco De Gama. Dopo aver visitato la cattedrale, attraversiamo i magnifici giardini e la fontana, per raggiungere attraverso un sottopassaggio il Monumento alle Scoperte. E’ una scultura monumentale realizzata per commemorare l’epoca d’oro della storia nazionale. Il monumento è costruito sulle rive del fiume Tago e rappresenta una gigantesca caravella in pietra bianca con le vele spiegate. Davvero imponente. Dopo aver fatto un po’ di fotografie raggiungiamo a piedi la famosa Torre di Belèm costruita nel Cinquecento. E’ in realtà un bastione alto 30 metri con 4 piccole torri che la rendono unica e maestosa. Facendo molto caldo ci siamo fermati nei giardini di fronte per far gironzolare e correre il nostro bimbo che era un po’ stanco di stare nel marsupio. Dopo circa un’oretta decidiamo di tornare verso il centro (passiamo davanti alla famosa Pateis di Belèm dove c’era una fila immensa quindi decidiamo di non entrare. I famosi Pasteis li abbiamo assaggi in centro città ed erano squisiti) per trovare un ristorantino dove mangiare. Entriamo al ristorante Queijadas. Locale tipico con cibo tradizionale. Mangiamo i famosi pasteis de Bacalà e il Baccalà con le patate (per il mio bimbo omelette con prosciutto e formaggio) tutto davvero ottimo e squisito. Rientriamo in centro città nel primo pomeriggio e andiamo a riposarci in appartamento. Verso le quattro ripercorriamo tutta Rua Augusta e Placa do Commercio per arrivare alla piccola spiaggetta e decidiamo di prendere un po’ di sole e giocare con la sabbia fino all’ora di cena. C’era una giornata davvero estiva! Facciamo un po’ di spesa e decidiamo di cenare in appartamento.

4° GIORNO: 13 APRILE 2019

Sveglia sempre presto e dopo colazione ci dirigiamo a piedi al Castello di Sao Jorge. Per arrivarci attraversiamo il quartiere Alfama davvero caratteristico con le sue piccole viuzze tutte in Sali e scendi. Consiglio di arrivare prestino all’apertura perché quando siamo usciti verso le undici e mezza c’era più di un km di coda per entrare. Costo dell’ingresso 10 euro a persone (bimbo gratis e entrata privilegiata). E’ una fortezza costruita dai Mori nella prima metà del XI secolo, si trattava di una guarnigione militare che solo in caso di assedio poteva ospitare il governatore e i nobili della città. Appena entrati abbiamo liberato Tommaso e lasciato gironzolare libero per le mura dove si può godere di una magnifica vista panoramica sulla città e sul fiume a 360°! Finita la visita al castello scendiamo e ci dirigiamo a visitare la Cattedrale Sé. Si tratta della chiesa più antica di tutto il Portogallo. Entriamo a visitarla e poi torniamo verso Rossio per prendere dei panini al volo e riposarci un po’ in appartamento. Al pomeriggio decidiamo di tornare al quartiere di Belèm per visitare il Museo delle Carrozze che accoglie un’importante collezione di veicoli del XVII, XVIII e XIX secolo (6 euro a persona – bimbo gratis). Questa volta abbiamo raggiunto Belém in taxi circa 7 euro. Dopo la visita al museo siamo tornati ai giardini vicino al monastero e Tommaso ha giocato per un bel po’ in un parco giochi con scivoli e si è divertito un mucchio. Verso tardo pomeriggio siamo rientrati sempre in taxi e abbiamo cenato di nuovo alla Pizzeria Mezzogiorno e poi nanna

5° GIORNO: 14 APRILE 2019

Ultima mattinata in città ahimè con tempo piovoso. Dopo colazione abbiamo fatto gli ultimi giri per acquistare qualche souvenir e verso le 11 abbiamo preso il taxi per raggiungere l’aeroporto. Check-in velocissimo con corsia preferenziale per le famiglie e non abbiamo praticamente trovato coda. Ahimè al ritorno l’aereo era in ritaro di un’ora ma anche il rientro è andato tutto bene e siamo arrivati a Milano Malpensa alle 17 circa.

  • 7545 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social