Mamma e figlio 12enne tra Storia e Mare in Sicilia

Tre giorni a Palermo e relax alle Eolie

Diario letto 293 volte

  • di rosaz2
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Partiti da Malpensa l’ 11 agosto, io e mio figlio di 12 anni, trascorriamo tre giorni a Palermo prima di raggiungere il mare delle Eolie. Dall’ aeroporto prendiamo il bus che in circa mezz’ora ci porta in centro a Palermo . Lasciati i bagagli al b&b andiamo a visitare il palazzo dei Normanni, la Cappella Palatina e la cattedrale raggiungibile facilmente a piedi. Per tutti ci viene richiesto il green pass. Il giorno seguente abbiamo prenotato un tour a piedi con guruwalk : la guida ufficiale della Regione Sicilia è veramente preparata e ci fornisce molte informazioni storico-culturali sui principali monumenti del centro città; ci racconta aneddoti e leggende e ci da’ ottimi consigli su locali da provare . Durante il tour facciamo anche una sosta per “cannolo” riempito al momento in uno dei bar in via Vittorio Emanuele, veramente buono. Nel pomeriggio visitiamo il museo dell’ inquisizione dove è possibile accedere solo con una visita guidata di circa 30 minuti. E' impressionante vedere trascritti sui muri delle antiche celle i pensieri e le parole dei condannati dell’ inquisizione . Terminata la visita , ci dirigiamo al vicino Museo Internazionale della marionetta dove sono esposti pupi e marionette provenienti da tutto il mondo. Compreso nel biglietto c’ è anche lo spettacolo dei pupi giornaliero delle 17.30 , molto divertente , vale veramente la pena andarlo a vedere. La sera prendiamo degli arancini alla "Sfrigola" in via Maqueda, consigliato dalla guida della mattina, non ci facciamo scoraggiare dalla lunga coda per essere serviti e dopo averli assaggiati siamo sicuri che siano valsi tutta l’ attesa.

Il terzo giorno partiamo con un bus ATS( fermata di fronte alla stazione centrale ) per Monreale per visitare la cattedrale dai mosaici strabilianti. Restiamo veramente impressionati da tanta bellezza. Vicino alla cattedrale c'è anche un punto panoramico da cui è si ha una vista meravigliosa su Palermo e la costa. L’ ingresso alla cattedrale è gratuito, bisogna però avere gambe e spalle coperti , altrimenti è necessario acquistare un telo da indossare (1.5€).L ingresso ai chiostri è invece a pagamento. In attesa del bus di ritorno che passa ogni 2 ore , ci fermiamo in una piccola bar , poco turistico perché lontano dalla piazza principale , vicino al capolinea del bus, i prezzi sono super economici e i panini ottimi. Rientriamo nel tardo pomeriggio e visitiamo il Teatro Massimo , dove hanno girato la famosa scena del Padrino 3, anche qui è obbligatoria la visita guidata di circa 30 minuti, anche questa molto interessante.

Il giorno seguente partiamo in treno alla volta di Milazzo è da lì traghetto per Lipari . Dalla stazione di Milazzo per il porto è possibile prendere il bus ( il nostro era in ritardo di 30 min rispetto all ‘ orario indicato, ma non avevamo fretta) , oppure un taxi collettivo al prezzo di 5€ a persona .A Lipari facciamo essenzialmente vita di mare e una gita organizzata da Aliante (canneto)a Panarea( su cui al momento non è possibile sbarcare causa COVID) e a Stromboli da dove assistiamo all'eruzione in diretta ( anche se coperta parzialmente da una nuvola), esperienza incantevole al tramonto.

Al ritorno ci fermiamo una notte a Milazzo per riuscire a prendere l’ aereo in tempo il giorno seguente arrivando in treno a Palermo. Milazzo è una bella scoperta. Alloggiamo in un appartamento (preso su Booking) di fronte alla spiaggia che è veramente meravigliosa , mare caldo , tramonto indimenticabile, forse uno dei più belli mai visti. La sera passeggiamo fino al castello dove, oltre alla bella vista sulla costa ,c'è anche un concerto dal vivo a chiudere in bellezza la nostra ultima notte siciliana

Il giorno seguente torniamo a Palermo con il treno ( i ragazzi fini a 14 anni non pagano con una promozione Trenitalia)e abbiamo giusto un 'ora prima del treno che ci porterà All’ aeroporto. Né approfittiamo per fare colazione con le superbe granite del bar "Ruvolo" in via Maqueda a 15 min a piedi dalla stazione. Salutiamo così la bellissima Sicilia in attesa del prossimo viaggio.

  • 293 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social