Burgus Veretium... Veretum... Borgio Verezzi

Due borghi, mare e collina, luoghi senza tempo

Diario letto 1549 volte

  • di Romy Crystal
    pubblicato il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Non ci possiamo credere a Borgio è arrivata anche una steack house! Fuoco e fiamme gestito completamente da giovani dove c’è la possibilità di scegliere tra la cucina Tex Mex, Bbq o una pizza in un ambiente epico/cavalleresco. Wow, ci sono anche due negozi di parrucchieri... lo stacanovista Graziano Taglio stile, simpatico, gentile,veloce e Luigino Gino il cavaliere del rasoio. Borgio non è molto grande e non ha una grande popolazione... che saranno tutti in fila fuori da questi parrucchieri? Sono sempre pieni.

Negli ultimi anni il programma estivo è andato via via scemando, la crisi colpisce ovunque; prevede delle buone attività ricreative che però vanno a diminuire nel mese di agosto, e come scrivono sul web un calendario fatto per soddisfare tutti i gusti, nel nome di un turismo “sano” fatto di arte, cultura, sport e outdoor. Puntano sempre più a conquistare un posto di rilievo nell’ambito degli sport outdoor, con la riqualificazione sentieristica e i sentieri blu per i meravigliosi fondali marini.

Passeggiando nei suggestivi vicoli storici del centro, arriverete alla piazza S. Pietro con la sua neoclassica Chiesa di San Pietro Apostolo risalente al 1806, di colore bianco. Se si viene a Borgio è doveroso andare a vedere Le Grotte le più colorate d’Italia, conosciute anche come grotte Valdesim, scoperte nel 1933 e ufficialmente aperte al pubblico nel 1970. La natura ha saputo regalare delle creazioni indescrivibili, attraverso un percorso di circa 800 metri all’interno di grandi sale. Durante tutto l’anno il piccolo molo, è un punto di ritrovo per appassionati e tenaci pescatori, nonché luogo di incontro alternativo ai classici bar, per gli abitanti non più giovani; luogo di aggregazione, di dibattito per gli indigeni del luogo. Adesso è giunto il momento di citare Verezzi, un borgo saraceno suddiviso in quattro piccole borgate Poggio, Crosa, Roccario e Piazza, con dimore in pietra rosa palesemente arabeggianti per l’influenza islamica nella storia. Ogni borgata ha la sua particolarità... la più famosa, stampata anche sui francobolli, è Piazza che si fa strada tra ristoranti, bar e piccoli negozi assai originali, per giungere alla fatidica piazza Sant’Agostino ove si affaccia l’omonima chiesa del 600. Esattamente in questo paradiso di quiete per l’anima e il suggestivo paesaggio sul golfo, durante i mesi estivi, prende vita il famosissimo Festival Teatrale di Verezzi dal 1967, dove si esibiscono grandi attori per le prime nazionali … si passa da commedie classiche ai generi moderni, coinvolgendo così spettatori di ogni età. Non perdete la Sagra della Lumaca il 13 & 14 agosto per gustarvi il loro piatto tipico: Lumache alla Verezzina.

Se volete invece gustarvi un ottimo aperitivo in uno dei locali più caratteristici e romantici della riviera di ponente, consiglio Il Cappero, ubicato in una caratteristica casa dell’entroterra ligure, dove ci si rilassa mentalmente, grazie al silenzio e alla vista mozzafiato. Mi sto rendendo conto che questo è un articolo stile lista della spesa, ma credo che a differenza del mio precedente scritto, sia stato necessario "raccontarvi" più che altro le attività che danno vita a questa cittadina. Con la speranza di avervi incuriosito su questo pittoresco e affascinante comune, da portarvi almeno una volta nella vita a visitarlo, per assaporare in un colpo solo arte, storia e bellezze della natura, e lasciarvi senza parole

Passo e chiudo, Romina e il suo mentore, nonché papà Pino.

Arrivederci a Borgio Verezzi.

  • 1549 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social