Pasqua nel Viterbese, indimenticabile

Una sttimana low cost nella Tuscia

Diario letto 240 volte

  • di chiara7171
    pubblicato il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Quest'anno per Pasqua ci siamo regalati una bella vacanza in Italia, viviamo nel paese più bello del mondo per cui perché non conoscerlo meglio? L'organizzazione è stata molto semplice, abbiamo cliccato sul sito di booking.com le date della settimana di Pasqua e sono uscite una marea di soluzioni e tra tutte abbiamo scelto un residence a San Martino nel Cimino, il Balletti resort, proprio alle porte di Viterbo. L'albergo è molto semplice con camere che andrebbero rimodernate ma la posizione ottima e il prezzo competitivo, 315 euro per tre persone, lo hanno reso un'ottima scelta.

Il primo giorno è stato speso tutto nel viaggio, abitiamo a Genova e ci piace viaggiare con calma per cui dopo una pausa che ormai facciamo tutte le volte che passiamo per la Toscana a Pietrasanta dove spesso vengono allestite belle mostre a cielo aperto nella piazza principale arriviamo a San Martino nel Cimino nel tardo pomeriggio il tempo di comprare qualcosa per la cena in paese e andiamo a riposarci, il giorno dopo inizieremo il nostro tour e vogliamo essere riposati. La nostra prima visita inizia da Bomarzo, il parco dei mostri davvero incredibile, ne avevo sentito parlare a lungo e ora che l'ho visitato posso dire tranquillamente che è uno di quei posti da vedere almeno una volta nella vita. Usciamo che è già ora di pranzo, consigliati da un amico decidiamo di recarci a Vasanello da Nonna pappa per assaggiare la gustosissima cucina romana, posto che mi sento di consigliarvi sia per la bontà dei cibi che per l'onestà del conto dopodiché relax nel nostro residence, siamo pur sempre in vacanza!

Il giorno dopo visitiamo l'antica città di Ferento che in questo periodo grazie al prezioso contributo dei volontari sarà accessibile al pubblico per cui ci siamo detti perché non approfittarne? In famiglia siamo tutti appassionati di città antiche e devo dire che mi ha emozionato camminare nel decumano, molto ben conservato, mi è sembrato di fare un salto nel tempo se si fa attenzione sulle pietre lisce si possono vedere ancora le tracce dei carri e il teatro dove ancora oggi mi dicono vengono organizzati belli spettacoli. Se come noi siete appassionati vi consiglio di visitare il museo archeologico di Viterbo perché ci sono molte statue che provengono da qui, così avrete un'idea più precisa di come doveva essere questo posto nel pieno del suo splendore. È arrivato finalmente il giorno di Pasqua abbiamo già prenotato il pranzo da molti giorni in un magnifico agriturismo, con ottime recensioni gli horti di Hans a Soriano nel Cimino e siamo rimasti molto soddisfatti sia per la location, sembra un posto uscito dalle pagine delle fiabe che per il menù casalingo ma soprattutto la scelta di vini che il proprietario ha per i suoi ospiti, siamo usciti con il sorriso, altro posto che difficilmente dimenticheremo. Rientriamo a San Martino giusto in tempo per visitare palazzo Doria Pamphilj anch'esso aperto straordinariamente in questo periodo.

Il giorno di Pasquetta cercando di sfuggire il brutto tempo, usciamo dal Lazio per entrare in Umbria e più precisamente a Narni, appena arriviamo ci accorgiamo che molti hanno avuto la nostra stessa idea e dopo esserci detti fortunati ad aver trovato parcheggio cominciamo la visita di quest'incantevole cittadina medievale, purtroppo non siamo riusciti a vedere Narni sotterranea proprio per l'alta affluenza di visitatori, pazienza sarà un buon motivo per ritornare. Siamo giunti al 5 giorno delle nostre vacanze e approfittando della bella giornata faremo un itinerario immancabile per chi si reca in queste zone ovvero Palazzo Farnese a Caprarola e Villa Lante a Bagnaia. Sono due veri gioielli e si possono vedere tranquillamente in una giornata entrambi. Noi siamo stati così bravi che ci siamo spinti fino a Sutri per vedere un antico mitreo, ma quando siamo arrivati ci siamo letteralmente innamorati di questa cittadina, famosa per il suo bell'anfiteatro Gli ultimi 2 giorni li dedichiamo a visitare Viterbo, il palazzo dei papi e il quartiere di san Pellegrino, splendido e il centro botanico di Peonie di Vitorchiano, da vedere assolutamente in questo periodo con la fioritura e in ultimo il castello di Vignanello. È stata una bella vacanza, siamo rimasti molto contenti di tutti i posti visti ne avremmo dovuti vedere molti altri come le terme ma come si suol dire il tempo è tiranno :(

  • 240 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social