Viaggio a nord del Circolo Polare Artico

On the road ai confini dell’Europa settentrionale: la Lapponia finlandese e svedese, Capo Nord, le isole Lofoten e le isole Vesteralen in Norvegia.

Diario letto 10010 volte

  • di Federica.
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

On the road ai confini dell’Europa settentrionale: la Lapponia finlandese e svedese, Capo Nord, le isole Lofoten e le isole Vesteralen in Norvegia. Il nostro viaggio è iniziato a Rovaniemi e a Rovaniemi si è concluso. Questo principalmente per ragioni pratiche: la tratta Milano/Rovaniemi risultava più economica delle tratte Milano/Alta o Milano/Tromso (“economico”…si parla comunque di circa 450 euro a persona!). L’itinerario è ad anello e pertanto può essere replicato anche partendo da altri aeroporti della zona Lapponia finlandese, svedese (es. Kiruna) o del Finnmark norvegese (es. Tromso, Alta, ecc.).

INDICAZIONI GENERALI

Dormire: mediamente abbiamo speso all’incirca 50 euro a notte a persona per alloggiare in case con bagno privato o hotel fino a 3 stelle. I prezzi in Finlandia sono ragionevoli; un po’ meno in Norvegia, specialmente sulle isole Lofoten e Vesteralen.

Mangiare: mediamente, per una cena composta da un piatto unico di pesce o di carne, con acqua (birra folle: 10 euro circa una media!), abbiamo speso circa 25 euro a persona.

Prezzi nei supermercati in linea invece con quelli italiani.

Viaggiare in auto: ovviamente, per effettuare questo itinerario è necessario essere dotati di un’auto. Le strade sono tutte molto ben asfaltate e mantenute, in tutti e 3 gli Stati attraversati. I limiti di velocità sono molto differenti dai nostri: non abbiamo mai potuto oltrepassare i 100 km/h, che a tratti erano realmente un lusso, in quanto la percorrenza è per lo più limitata a 80 km/h.

Benzina a prezzi accettabili, oserei dire non troppo differenti dall’Italia. Un benzinaio circa ogni 100 km nelle zone meno trafficate della Finlandia e della Svezia.

Importante: particolare attenzione alle renne che pascolano a bordo strada, specialmente in Finlandia.

I km da percorrere in macchina sono stati tanti (circa 3.400 in 11 giorni pieni); per “riuscire a fare tutto” è necessario alzarsi di buon ora al mattino, anche alle 6.00 se necessario.

GIORNO 0: MILANO/HELSINKI/ROVANIEMI

GIORNO 1: LA LAPPONIA FINLANDESE - PYHATUNTURI

Primo giorno dedicato alla Lapponia Finlandese, che è stata una piacevole scoperta. Prima tappa nei pressi della montagna sacra “Pyhatunturi”: passeggiata su percorso ad anello di circa 10 km nella gola di Isokuru, con partenza nei pressi del centro visitatori di Pyha-Luosto (in cui si può ritirare la mappa dei tanti sentieri del parco), fino al sito di Karhunjuomalampi "lo stagno dove viene a bere l'orso". La Finlandia è stata realmente una piacevole scoperta: pur non essendo frequentata da orde di turisti come la vicina di casa Norvegia, offre molti servizi che mancano a quest’ultima, come aree di sosta e aree pic-nic curatissime, aree barbecue interne ed esterne, con tutte le attrezzature per cucinare e per gestire il fuoco, nonché legnaia e servizi igienici, centri visitatori che offrono piantine gratuite della località, e moltissimi altri piccoli accorgimenti che dovrebbero fare la differenza. A pochi km dal centro visitatori parte un’altra passeggiata molto breve (2,5 km a/r) che conduce al Kuruteatteri "teatro della gola", luogo oggettivamente un po’ triste e spoglio per meritare la deviazione. Potrebbe meritare maggiormente il mercoledì (giorno da verificare) quando si tengono concerti. Sarebbe infine possibile, spostandosi verso Luosto, visitare le miniere di ametista di Lampivaara (che personalmente abbiamo saltato). Cena a Sodankyla presso il Paivin Kammari. Notte nei pressi di Peurasuvanto – Cottage presso il Peurasuvannon Lomakyla (hanno una sauna gratuita a disposizione degli ospiti)

  • 10010 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social