Luang Prabang, Mekong e villaggi tribali

Il Laos è un paese molto emozionante. Probabilmente uno dei più poveri ed arretrati che abbia visitato, ma anche uno dei più dignitosi; abitato da persone fantastiche, che ci hanno fatto sentire i benvenuti, offrendoci il loro aiuto, i loro ...

  • di Silvia's Trips
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Quest’anno siamo partiti solo Lionel ed io per la Cambogia, ma degli amici, Laurence e Florent, ci hanno raggiunto in Laos e per un’altra capatina nella regione di Chiang Rai, nella Thailandia del nord.

Come sempre, abbiamo organizzato tutto da casa, con l’aiuto di varie guide e svariati racconti di viaggio e tramite internet. Il tutto - voli, hotel, pasti etc. - ci è costato circa 1900€ a testa. I prezzi indicati sono a coppia per alloggio e pasti e a testa per tutto il resto.

Il cambio al momento del viaggio: 1 $ = 0.76€ ; 1 LAK (Kip) = 0.00009€

16/01: volo Egyptair da Malpensa a Bangkok, via Il Cairo (489€). Ci siamo trovati bene anche questa volta. Voli puntuali, aereo pulito e ottimo rapporto qualità-prezzo.

17/01: Bangkok

18-31/01: Cambogia

31/01: volo Vietnam Air (235€) per Luang Prabang. Buona compagnia, ma non proprio economica. Dall’alto abbiamo iniziato a scorgere le montagne che circondano la città ed il Mekong. Una vera emozione.

31/01-04/02: Luang Prabang, Thongbay Guesthouse (34$ a notte).

La struttura è molto bella e composta da vari bungalow di teak e bamboo sparpagliati nel giardino e sul lungofiume, dove si trova anche il nostro. Il personale è gentilissimo e ci sentiamo subito come a casa. Il sonno è disturbato solo dai gong buddhisti che risuonano prima dell’alba. La vista dal nostro terrazzo è un sogno. Si vedono gli ordinatissimi orti ricavati sulle rive, un bellissimo tempio e i monaci ed i bambini che si lavano e giocano in acqua. Restiamo incantati per ore.

Passiamo la prima giornata tra la nostra terrazza ed il giardino. La cucina dell’hotel è ottima.

Il giorno seguente sveglia alle 7:30 e deliziosa colazione à la carte servita sulla nostra terrazza. Si respira la vacanza! Dopo questo bellissimo e romantico momento, partiamo a piedi in direzione del centro, perdendoci svariate volte, ma con gioia. La cittadina è molto tranquilla e carina. Dopo due settimane in Cambogia finalmente pulizia e silenzio... I templi sono bellissimi e discreti, quasi tutti in legno. Si avverte la minor ricchezza rispetto a quelli degli altri paesi dell’ex Indocina. Il mercato mattutino è molto interessante e coloratissimo, ma le condizioni igieniche non sono proprio il massimo... il reparto macelleria mi ha fatto pensare a certe tele fiamminghe... Prendiamo un tuk tuk (2€) per tornare in albergo, ritrovare i nostri amici in arrivo da Bangkok e ripartire verso il centro e visitare il Wat Phu Si ed altri templi minori. Ne approfittiamo anche per un’oretta di massaggio ai piedi (4$)...

Ancora un’ottima colazione sulla terrazza e poi direzione centro per rivedere il mercato con i nostri amici, il bellissimo Museo Nazionale (1€) con le mostre del momento ed altri templi “minori”. Nel pomeriggio passeggiamo e compriamo il comprabile nel villaggio artigianale sull’altra sponda (molto più interessante ed economico del mercato) per concludere con un altro massaggio ai piedi ed una deliziosa cena in albergo.

Risveglio al suono dei gong prima e a quello dei petardi per il Capodanno cinese dopo... subito dopo la colazione ci rechiamo in centro con la navetta gratuita dell’hotel per comprare le ultime cose di cui abbiamo bisogno per i tre giorni di trekking, per comprare i biglietti per il battello fino a Pakbeng e trovare un tuk tuk per le cascate Kuang Si (50000 Kip a testa). La strada per le cascate è molto bella e attraversa villaggi ordinatissimi e risaie. All’entrata del parco ci si perde fotografando gli orsi sulle amache... la risalita fino alla sorgente è ripida e scivolosa, ma molte riescono a farlo in infradito... Le piscine naturali sono bellissime e dotate di corde/liane per lanciarsi in acqua (!) e cabine per cambiarsi. Rientrando a Luang Prabang ci siamo fermati al mercatino notturno (che merita!) per altri regali e souvenirs... quindi massaggio e cena in albergo

  • 7564 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social