Lanzarote. Energia pura

Una settimana tra Oceano, vulcani, spiagge e...aloe!

Diario letto 12011 volte

  • di Libra
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Inevitabilmente la mia mente comincia a trasportarsi indietro, si abbandona ai ricordi e in un attimo non sono più seduto a gambe incrociate su questo divano, ma mi trovo su una spiaggia assolata di Lanzarote, ultimo viaggio di questa estate. Il tutto è stato organizzato in realtà molti mesi prima, prenotato volo e struttura i primi di gennaio, per poi partire a metà luglio. Se si considera che ho prenotato sei mesi prima, il prezzo non era manco così basso, con la Ryanair… Abbiamo avuto anche difficoltà a trovare una struttura disponibile e a un prezzo accessibile già a gennaio, ma per fortuna ci siamo riusciti.

Non è stata la mia prima volta alle Canarie, son già stato a Fuerteventura, Gran Canaria, Tenerife e La Gomera. Lanzarote, nonostante sia tra le più battute e turistiche, mi mancava! Sapevo un po’ cosa aspettarmi, ma è stato comunque un viaggio sorprendente. Lanzarote, dagli scenari quasi irreali, allucinanti e dolci nello stesso tempo…mi è piaciuta tantissimo. È l’isola più orientale dell’arcipelago delle Canarie, sorge nell’Atlantico a 120 chilometri dalla costa africana. È lunga 58 Km e larga 21. Deve il suo nome a Lanzarotto Malocello, un navigatore genovese che per primo la scoprì nel 1312.

Lanzarote è davvero bella ed interessante, selvaggia. L’isola dei vulcani per antonomasia, ve ne sono più di trecento. Ho trovato spettacolare il paesaggio lunare offerto dai coni vulcanici, dall’inquietante mare di lava, dalle rioliti multicolori, ma mi ha incantato anche la frastagliata costa, dove in alcuni punti l’oceano è sempre arrabbiatissimo.

Siamo arrivati di domenica mattina a Lanzarote, dopo un volo aereo abbastanza tranquillo e puntuale. Purtroppo, già mentre atterriamo mi rendo conto che in realtà il tempo non è così bello, molto ma molto nuvoloso! Ci rimango un po’ male perché ultimamente qualsiasi vacanza faccia, in qualsiasi parte del mondo, prendo sempre brutto tempo, inizio a pensare che forse mi porto sfortuna da solo…! Lanzarote però mi sorprende ancora prima di mettere piede a terra, la vista dall’alto è qualcosa di unico: al primo sguardo l’isola appare arida, desolata, completamente nera, punteggiata dai tantissimi coni vulcanici e da una serie di casette bianche, basse, circondata da un mare dalle mille sfumature di blu.

Una volta atterrati ci rechiamo, stesso all’interno dell’aeroporto, verso gli uffici della compagnia Cicar, compagnia da cui abbiamo affittato un’auto per una settimana. C’è un po’ di coda e abbiamo dovuto attendere un po’. C’è anche gente e molto via vai in aeroporto. Per le Canarie ci siamo sempre rivolti a questa compagnia per il noleggio auto, ci siamo sempre trovati molto bene, devo dire però che questa volta ci hanno dato un’auto un po’ sgangherata, con diverse ammaccature, anche bruttina… Non avevamo neanche da mettere un cd o chiavetta usb in auto per sentire un po’ di musica. Capiente era capiente, ma per il resto, speravamo in meglio!

Saliamo in auto e usciamo dall’aeroporto, aeroporto che ho trovato abbastanza bruttino rispetto altri delle Canarie. È situato a 5 chilometri a sud-ovest della città di Arrecife, capoluogo dell’isola. Aperto al traffico civile nel 1946, oggi l’aeroporto di Lanzarote gestisce oltre 6 milioni di passeggeri l’anno. Sono molte le compagnie aeree che sfruttano la pista dell’aeroporto di Arrecife: tra queste si segnalano le compagnie Binter Canarias e CanaryFly, che si occupano di voli interni tra le Canarie, e le compagnie di bandiera Aer Lingus, Austrian Airlines, British Airways, Brussels Airlines, Finnair, Iberia, Luxair, Scandinavian Airlines, alle quali si aggiungono numerose compagnie charter o comunque specializzate in pacchetti vacanze, come Condor, TUI fly, Thomas Cook o SunExpress. Infine, notevole spinta allo scalo è stata data dalle compagnie low cost, come Ryanair, Easyjet e Vueling

  • 12011 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social