Sul Lago Maggiore...

una giornata in giro sulla sponda lombarda del lago maggiore

Diario letto 9709 volte

  • di Valya
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Partiamo da Genova e con la A26 arriviamo senza problemi e abbastanza velocemente al nostro b&B : http://www.borgosanda.com, un delizioso posto immerso nella quiete, arredato con gusto ed eleganza, ricco di dettagli curati, e con due gentili proprietari che cercano in ogni modo di mantenerlo un b&b di qualità superiore. Il b&b è a Casalzuigno, paese a 10 min di auto da Laveno in cui c'è anche Villa Della Porta Bozzolo, proprietà del FAI (che noi però non avremo il tempo di visitare visto che il martedì è il giorno di chiusura).

Prendiamo possesso della nostra bella camera (la stessa in cui ha dormito Sergio Muniz e pure Belen Rodriguez al ritorno dall'Isola dei Famosi) e, dopo aver lasciato i bagagli, fatto due chiacchiere coi nostri ospiti e conosciuto il simpatico West Highland White Terrier Gisella, usciamo alla volta di Laveno e parcheggiamo nella piazza principale e ci sediamo negli ombreggiati tavoli all'aperto della pizzeria al taglio Lo Spuntino, godendoci la bella vista sul lago e sull'imbarcadero… io adoro i battelli che navigano sui laghi, non so il perchè , ma mi piacciono un sacco!

Facciamo due passi alla soperta di Laveno ... La giornata è meravigliosa e fa pure un discreto caldo (siamo sui 26°!): splendido il contrasto tra il lago e le cime ancora innevate!

Decidiamo di lasciare la scoperta dell'altro lato di lungolago per la sera e di avviarci subito alla nostra prima "vera" meta: la funiva (o ovovia, o ancor meglio ... "bidonvia") che da Laveno porta al Sasso del Ferro ... Mt 1000 ! http://www.funiviedellagomaggiore.it/

… viaaa si sale! salutiamo Laveno che si allontana, raggiungiamo la cima, su cui c'è un hotel-ristorante e ovviamente i punti panoramici .. Si vede tutto il Lago Maggiore e il Lago di Varese ! Si vedono pure le isole Borromee (d'altronde Laveno è davanti a Stresa e Baveno). Dopo esserci seduti su una panchina a contemplare il panorama da ogni angolazione, dopo un’oretta decidiamo di scendere… prendiamo l'auto e percorrendo la strada che corre lungo il lago ci dirigiamo verso Luino, fermandoci ogni tanto a guardare le "spiagge" e il panorama, e arriviamo, in circa una mezz'oretta totale da Laveno, a Luino... Carina, ma credevo meglio, non è caratteristica come Laveno, perchè è più cittadina (paesone) che paese . Giriamo il centro storico e facciamo le foto si rito sul lungolago. Sediamo in un bar sotto gli alberi al fresco, perchè la botta di caldo presa sulla vetta raggiunta prima con la funivia si fa sentire, la mia faccia è fucsia e mi è pure venuto il "mal di testa da sole". Un po' di refrigerio ci vuole proprio, intanto mentre sorseggiamo una bibita fresca ci godiamo il panorama.

È l'ora di riavvicinarsi al b&b, prendiamo la comoda strada che da luino va verso casalzuigno facendo così nella nostra giornata un percorso ad anello ... Ma prima di andare all'alloggio a rinfrescarci per la cena facciamo un'ultima deviazione ad ... Arcumeggia:

Copio da wikipedia... La località è nota perché nel 1956 l'Ente Provinciale per il Turismo decise di trasformarla in un borgo dipinto. La frazione era già nota per i dipinti votivi ma, dopo tale decisione, giunsero in paese artisti come Aligi Sassu, Giuseppe Migneco e Gianfilippo Usellini.

I dipinti attualmente sono 23, sparsi sulle mura esterne delle case del borgo. Ci sono anche le stazioni della Via Crucis, dipinte da 11 artisti diversi. Notevole è pure la Casa del Pittore che conserva i bozzetti e le prove degli affreschi e in estate ospita corsi estivi di pittura organizzati dall'Accademia di Belle Arti di Brera

  • 9709 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social