Cronaca di un safari annunciato

Sottotitolo: Nairobi, Nakuru e le leonesse del Mara Diario di sopravvivenza di 24 giorni in Africa, da sola e col solo bagaglio a mano, senza uno straccio di Lonely Planet, in un fai-da-te che spesso ha rasentato la disorganizzazione e ...

Diario letto 8561 volte

  • di Medialuna
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Sottotitolo: Nairobi, Nakuru e le leonesse del Mara Diario di sopravvivenza di 24 giorni in Africa, da sola e col solo bagaglio a mano, senza uno straccio di Lonely Planet, in un fai-da-te che spesso ha rasentato la disorganizzazione e l'anarchia totale, altro che "insostenibile leggerezza" dei tempi che furono...

L'Africa dolce e selvaggia, l'Africa bella e crudele. L'Africa santuario della natura, l'Africa della malaria e dell'aids.

Scrivo queste righe con l'amarezza mista a nostalgia tipico di chi è tornato da poco e non è ancora rientrato nel personaggio...

Settembre 2004 ... Che cosa mi è rimasto... Adesso...

Colore rosso. Come il sangue dello gnu sbranato sotto i miei occhi, come lo zenzero. Come i tramonti del Masai Mara, che dimostrano in maniera lampante l'esistenza di Dio, per rubare le parole a De Gregori.

L'olezzo acre degli scarichi dei tubi di scappamento, ovunque, su qualsiasi strada.

Il silenzio perfetto delle serate al campo di Nakuru, il fuoco che crepita, la pioggia sulla mia tenda. Il sapore forte delle spezie e quello dolciastro del latte di cocco, matrimonio sublime, delirio di squisitezza sulle mie papille gustative, una perfezione unica.

La Stoney, l'aranciata speziata, mio Dio che mi abbia creato dipendenza? Tangawizi, ossia zenzero, una delle prime parole imparate in Kiswahili.

Ecco, questo è quello che mi è rimasto... Adesso... Dell'esperienza vissuta che cercherò di raccontare nelle prossime pagine 4 agosto 2004 Atterro a Nairobi alle 5.30 di mattina con un volo proveniente da Roma-Asmara della Eritrean Airlines, pagato 700 euro tasse comprese. Di per sé sembrava troppo bello, all'inizio, poca spesa tanta resa, tempi di coincidenza perfetti, un'attesa intermedia di appena due ore, nella scarna non-esteticità di una sala illuminata da tristi neon, con secchi ovunque per raccogliere l'acqua piovana che filtrava dai tetti. Una parte di viaggio su un aereo di seconda mano della Egypt Air, quasi vuoto, allungata su una fila di 3 sedili e avvolta in una coperta che qualche hostess pietosa mi ha disteso sulla schiena senza che neanche me ne accorgessi.

Troppo bello, dicevo, infatti, all'arrivo, del bagaglio nessuna traccia. Fortunatamente nello zainetto a mano ci ho messo l'indispensabile, ossia un bikini, qualche mutanda, magliette, un altro paio di pantaloni. Ma altri oggetti di vitale importanza, ad esempio la zanzariera, la torcia ed il sacco lenzuolo, mi sa che me li son giocati..

Ho seguito i consigli di viaggio di Silvia, incontrata su questo sito, ed ho prenotato la prima notte al Flora Hostel, nella prima periferia di Nairobi, in Ngong Avenue, sulla strada che, molto più avanti, porta nella direzione della casa di Karen Blixen ed, appunto, alle Ngong Hills, i primi avamposti della colonizzazione bianca in questa terra.

Con me ho soltanto alcune fotocopie di una Routard che ho trovato in biblioteca, con tutte le informazioni che reputavo utili prima della partenza, e che invece adesso mi rendo conto rivelarsi ben lungi dall'esserlo.

Ad un chiosco, nell'atrio arrivi, mi procuro una cartina del centro città.

Dopodiché mi ritrovo circondata dai soliti procacciatori di affari. 1500 ksh per il trasporto in taxi, state scherzando, vero? dico ironicamente con la mia voce da contralto. L'importante è sempre far finta di essere sicuri. Ora sembrano meno agguerriti e molto ansiosi di cambiare argomento. 55 USD al giorno per un budget safari in tenda, l'operatore è Planet Safari che, via internet, fra parentesi, me ne aveva quotati 80. Niente da fare, liquido la faccenda con una sola parola, "Gametrackers", non serve altro fiato, nessuno insiste

  • 8561 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social