Kenya, tra sogni e realtà..

Siamo da poco rientrati da uno splendido viaggio in Kenya e finalmente capisco cosa intende chi parla di "Mal d'Africa". Ma andiamo con ordine. Dopo un volo abbastanza lungo con scalo a Zanzibar, arriviamo finalmente all'aereoporto internazionale di Mombasa. Il ...

Diario letto 498 volte

  • di Mirandolina900
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Siamo da poco rientrati da uno splendido viaggio in Kenya e finalmente capisco cosa intende chi parla di "Mal d'Africa".

Ma andiamo con ordine. Dopo un volo abbastanza lungo con scalo a Zanzibar, arriviamo finalmente all'aereoporto internazionale di Mombasa. Il contatto col clima caldo e umido del Paese è impressionante ma piacevole. Sbrigate le solite procedure burocratiche, saliamo sulla navetta che ci porterà a Watamu, allo Jacaranda Beach Resort. Durante il tragitto ci rendiamo immediatamente conto di come la realtà sia profondamente diversa da quella a cui siamo abituati. I colori dell'Africa ci rapiscono, la cadenzata andatura delle donne che camminano per strada ci fanno capire di essere arrivati in un mondo in cui bisogna cancellare i ritmi frenetici a cui siamo abituati e adattarci allo spirito del luogo, più calmo e sereno.

Dopo un po' arriviamo al Resort. A colpirci immediatamente è la cordialità del personale, che, con cocktail alla mano, ci accolgono sorridendo. La stanza, pulita ed essenziale, in stile masai, è in perfetta armonia con lo stile del villaggio. Ciò che maggiormente ci ha fatto piacere sono i sentieri di sabbia che collegano le varie aree del villaggio, che consentono di camminare scalzi.

La cucina è ottima, le colazioni abbondanti, i pranzi e le cene caratterizzati da lunghe tavolate di cibi che nulla hanno da invidiare a tanti ristoranti nostrani. La spiaggia ha come caratteristica quella di avere la marea che permette di fare lunghe passeggiate, con colori e paesaggi indimenticabili.

Un cenno va fatto anche ai mitici Beach Boys, che ti propongono escursioni e acquisti di ogni genere.

Consigliamo a tutti di provare a fare il Safari: tornerete a casa portando co voi il ricordo degli animali in libertà e della splendida savana.

Una menzione va fatta anche al personale, sia quello locale, per nulla invadente e sempre delicato, che ti propone soluzioni alternative al relax in spiaggia, sia a quello italiano. Un ringraziamento particolare va a Pietro, il vicedirettore della struttura, sempre presente e disponibile a rispondere ad ogni nostro quesito. Consiglio di rivolgersi a lui per ogni dubbio o necessità, vi risponderà con competenza e sorriso.

Il Kenya entra nel cuore...Spero di tornarci quanto prima.

  • 498 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social