Karpathos, tra il mare e Olympos

Karpathos, l'isola del vento in una settimana. Gente e tradizioni di una Grecia bellissima.

Diario letto 15422 volte

  • di qbert
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

27/07/10 Mpx-Karpathos, Pigadia

Volo easy alle 10.30 con SkyLink direzione Grecia. Arriviamo a Karpathos alle 14 circa e contrattiamo subito un taxi senza successo (nessun servizio bus alternativo): 23euro per 20km. Direzione del nostro primo studios dal californiano nome Sun Beach a Pigadia.Ci accoglie quella che chiameremo Sofia. Signora di 80 anni e non sentiti o quasi. Mix di lingua italiana, inglese e greca e capiamo che la nostra prenotazione su booking.com vale nulla. Pazienza posto c'e' e ci consegna le chiavi del nostro bilocale greco con cucina fronte mare. Tempo di un veloce smutandamento e siamo sulla sabbia misto ciotoli sulla spiaggia di Pigadia, poco distante dal capoluogo Karpathos. Mare stupendo e ricco di pesci, gente poca e vento moderato che non ci da fastidio. Riposati e rinfrancati dal mare cerchiamo un minimarket e ci informiamo per noleggiare uno scooter. I prezzi variano dai 15 a 23€ a seconda del modello. Nessun vecchio px125, quindi ci accontentiamo di un scooter moderno.

La sera usciamo a cena e dopo una passeggiata di 25min arriviamo in centro Karpathos. Leggendo alcuni forum prima della partenza ci rendiamo conto che i tempi cambiano velocemente e davanti a noi troviamo locali e negozi aperti, gelaterie, ouzerie e molta gente in giro. Questo ci fa piacere e tra le numerose taverne e abili camerieri pronti a farti sedere ai loro tavoli, scegliamo la taverna Poseidon, giusto sul porto. Voglia di moussaka e verdure, il conto e' nella norma (30€). Dopo cena gelato e ritorno verso il letto con il solo sottofondo del mare.

28/07/10 Pigadia-Kira Panagia-Apela-Volada-Aperi

Sveglia colazione e pronti a scheggiare con lo scooter. Sappiamo gia' che la strada e' un continuo saliscendi, ma troveremo fortunatamente poco traffico.

Prima fermata Kira Panagia. Spiaggia di ciotoli, incantevole e poco affollata con taverne e minimarket. Noi abbiamo preferito non prendere ombrellone lettini (6€). Acqua cristallina e subito profonda. Ideale per snorkeling e nuotare in tranquillita'. A pranzo ci siamo fermati alla taverna di Sofia (e' il suo vero nome) per due peperoni con feta e una frittata, birra (20€) e due ciacole con la padrona. E' una ragazza giovanissima di Olimpo che ci sottolinea come lei preferisca la costa est a quella ovest di Karpathos.

Seconda fermata Apela. Le insenature e la vista dalla strada anticipano quello che e' la spiaggia di Apela: piccola, pulita, bellissima. Piccoli scoglie escono dal mare e nuotarci attorno mettono in pace con la natura che ci vive. Tantissimi pesci di ogni forma e colore dell'acqua blu infinito. Una delle piu' belle spiagge mai viste, almeno da noi.

Terza fermata Volada a Aperi.

Lasciamo Apella perche' e' oramai sera e deviamomversomla collina. Passiamo Volada fermandoci a vedere una partita di calcio con tanto di pubblico sugli spalti e sulla adiacente collina. Questo momento come altri in varie occasione ci fa dire che Karpathos e' un'isola viva e non solo d'estate. L'idea che ci stiamo facendo e' che in tanti vivono e lavorano qui tutto l'anno. Ben per loro.

Scendiamo da Volada e ci fermiamo Aperi per qualche foto al monastero e altre chiese e per una birra al bar della curva. Non si puo' sbagliare: posizione centrale e personaggi locali seduti in cerchio. Merita una sosta per sentire l'animosita' nei loro discorsi (che non comprendiamo minimamente).

Ci fermiamo a cena da Zoe per una meza di antipasti e una moussaka as usual. Dolce e metaxa per chiudere (25€). Dopo due passi defaticanti torniamo al Sun Beach con il nostro motorozzo.

29/07/10

Sveglia, passeggiata, colazione. E partenza per Amoopi

  • 15422 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social