Ferie di fine estate: qual è la vacanza che fa per te?

Dall'Italia all'estero, ecco mete e consigli utili per un'indimenticabile vacanza low cost e intelligente a settembre

Quando tutti tornano al lavoro, c’è chi va in vacanza. Le ferie di fine estate sono una soluzione per tanti “ritardatari” obbligati e anche per quelli congeniti…

C’è chi a luglio e ad agosto per motivi d’impiego non può godersi la villeggiatura e chi, invece, preferisce la calma e le opportunità di settembre rispetto a tempi e luoghi mainstream.

La vacanza di fine estate, che sia mare, montagna o città, è difatti anche una scelta dettata dalle occasioni, dalla calma del periodo e dalla possibilità di godersi una villeggiatura low cost.

PARTIRE AL CALAR DELL’ESTATE: PRO E CONTRO!

Partiamo dal “basso”, vale a dire dalle basi conosciute e riconosciute di un viaggio settembrino. Forse alcune nozioni saranno persino scontate, ma di sicuro la parzialità non può dare la visione d’insieme.

Ecco vantaggi e svantaggi di una vacanza di fine estate

PRO

  1. Opportunità low cost e spese abbattute di circa il 30% rispetto ad agosto
  2. Traffico ridotto e maggiore disponibilità delle strutture
  3. Poco affollamento per attività, itinerari, tour ed esperienze di viaggio
CONTRO

  1. Clima non sempre benevolo per i turisti, il confine tra “fine estate” e “inizio autunno” potrebbe essere molto labile
  2. Assenza di feste ed eventi, perlomeno in alcune località, e quella sensazione di essersi “lasciati alle spalle” il clou dell’estate

Tra i vantaggi possiamo anche annoverare quelli prettamente logistici e lavorativi, poiché le città – soprattutto quelle grandi – in agosto si svuotano e anche la semplice giornata di lavoro potrebbe risultare molto più dolce (poco traffico, mezzi non affollati, carico di lavoro, a volte, più soft etc etc).

Aumenta la vivibilità di un agosto al lavoro e aumenta di conseguenza la tranquillità di un settembre in vacanza. Ovviamente, per chi se lo può permettere.

L’UNICA DOMANDA DA PORSI PRIMA DI PARTIRE: DOVE ANDARE?

E poi volete mettere la “goduria” di andare in vacanza quando gli altri rientrano in ufficio? C’è una sorta di sano e innocente egoismo in quella sensazione…

A parte gli scherzi, sono diverse le opzioni di villeggiatura a settembre. Tanti ancora oggi pensano che la vacanza in questo periodo sia per certi versi limitante: e se il “tempo si guasta”? E se le temperature più miti rovinassero i rifrescanti bagni marini? E se le scarsità di alternative ci facessero “buttare i soldi”? Mai domande furono più lecite ma (con tutto il rispetto) sbagliate.

Bisogna sempre agire con intelligenza e non farsi prendere da pregiudizi e facili conclusioni. L’unica domanda da porsi è quindi: dove posso andare in vacanza a settembre? Approfondiamo come si deve.

L’ITALIA E I SUOI GIOIELLI

Per chi ama il mare, luoghi che negli altri mesi estivi possono risultare inaccessibili (per budget e affollamenti) a settembre ritrovano nuova vita; anche i turisti più esigenti non sono costretti ad accontentarsi e, sfruttando le occasioni del periodo, non è difficile trovare soluzioni quasi luxury a prezzi contenuti.

In materia di mare e spiagge, troviamo Puglia, Sicilia e Sardegna sugli scudi, sia per qualità ricettiva che per le prerogative del clima. Se siete davvero a corto d’idee, eccone alcune per voi:

  • In Puglia alla scoperta delle Maldive del Salento: Marina di Pescoluse e il suo mare cristallino invidiato da tutto il mondo. Questa è una delle baie più affollate in assoluto tra luglio e agosto, mentre a settembre è normale trovare il proprio “posto al sole”, nel vero senso della parola, senza sgomitare. Altri luoghi iconici da visitare sono Punta della Suina, Punta Prosciutto e Baia dei Turchi.
  • In Sicilia per un magico tour: quale mese migliore per vedere e conoscere Taormina, Siracusa, Catania e Messina? Tra città di mare e spiagge da sogno, settembre è il mese amico delle vacanze in Sicilia. E se volete davvero gustarvi una vacanza dal pieno clima estivo anche a ridosso di ottobre, San Vito lo Capo può fare davvero al caso vostro.
  • In Sardegna tra le bellezze del settentrione: questa zona dell’isola apre a tantissime possibilità di villeggiatura. La temperatura gradevole e la movida, intesa come feste e sagre popolari, si rispecchiano nelle opportunità di settembre da cogliere al volo. E quando si dice che in questo periodo c’è meno traffico, vale anche per le gite in barca: perché non scoprire Isola Piana, Bonifacio e Palau proprio con un fantastico itinerario marittimo? Ne vale la pena.

Ma l’Italia, come sappiamo, non è solo mare, anzi. Data la situazione meteorologica, senz’altro più amichevole dell’insopportabile afa tipicamente estiva, anche scegliere città d’arte, borghi e siti protetti potrebbe essere la soluzione vincente. E per chi è veramente amante della montagna, pensare che qualche temporale e il freddo inaspettato possano rovinare una vacanza è davvero impensabile. E così, ecco alcuni spunti in più per i possibili partenti:

  • In Toscana per tanti scorci unici: dalla Val d’Orcia ai centri d’arte, una regione che va bene per tutte le stagioni. Firenze e Siena ma anche San Gimignano, Lucca e Arezzo; a settembre è dolce la visita dei tesori artistici toscani, magari mettendo insieme in una settimana 2-3 località per un tour esplorativo. Oppure potete optare per la sempre verde Val d’Orcia, tra Pienza, Radicofani e San Casciano dei Bagni, magari “agganciando” anche una villeggiatura montana più classica con il Monte Amiata.
  • Nel Lazio, tra le gemme della capitale e dintorni: una Roma settembrina, da vivere il giorno e la sera. La Roma dei monumenti, del divertimento e dei musei, magari da abbinare con i paesaggi troppe volte sottovalutati delle zone limitrofe. Qualche esempio? Tivoli, la città delle ville romane e delle terme, oppure il Parco dei Castelli Romani, con i resti del famoso Vulcano Laziale e i suoi splendidi bacini d’acqua.
  • La Valle d’Aosta delle escursioni: tra cascate e castelli, per una vacanza in montagna. Si potrebbe partire dal capoluogo, Aosta, per poi concedersi passeggiate nella patria della fontina, vale a dire la Val Ferret, senza dimenticare gli imponenti castelli del territorio, come quella della Regina Margherita di Savoia o il Jocteau. Una chicca? In questo periodo – come per il resto dell’estate, d’altronde – la magia vera si può scorgere e assaporare ai piedi delle celeberrime Cascate di Lillaz.

LE DESTINAZIONI ESTERE DA NON PERDERE

Oltre all’Italia, però, tanti sono i luoghi nel mondo perfetti per una vacanza a settembre. Alcune mete sono il simbolo perpetuo dell’estate, sia per la loro vena folkloristica e culturale che per clima, geografia e spirito intrinseco

Parole chiave
  • 5452 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico