Sicilia Occidentale: archeologia e natura

Il viaggio di quest’estate 2004, si è svolto in Sicilia ed ha interessato la parte occidentale dell’isola. Si è svolto dall’11 al 18 settembre ed abbiamo optato per aereo + auto per la sua realizzazione. Viviamo in Cadore e la ...

Diario letto 18386 volte

  • di Pierluigi Fremiotti
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Il viaggio di quest’estate 2004, si è svolto in Sicilia ed ha interessato la parte occidentale dell’isola.

Si è svolto dall’11 al 18 settembre ed abbiamo optato per aereo + auto per la sua realizzazione. Viviamo in Cadore e la distanza per raggiungere la Sicilia in auto è notevole (più di 3000 km tutto il giro previsto). Ci siamo imbarcati a Venezia alle 7 e alle 13 circa eravamo a Palermo dopo uno scalo a Fiumicino.

Abbiamo preso a noleggio una Panda diesel, che si è rivelata ottima sia per i consumi che per le dimensioni ridotte, utili nelle caotiche vie delle città e nelle strette stradine dei paesini attraversati.

Abbiamo scelto come base per le ns. Escursioni, Mazara del Vallo, per la vicinanza a siti archeologici, ed anche perché rende molto chiara l’idea del passaggio arabo nella zona. Prendiamo la A29, che ha la caratteristica di non avere né caselli di pedaggio, né aree di rifornimento lungo il suo percorso, ma solo indicazioni che dicono “rifornimento” (in italiano), nei pressi delle uscite; infatti per fare gasolio, bisogna uscire presso i paesi indicati rifornirsi e rientrare. Inoltre le aree di parcheggio, sono tenute veramente male, usate come depositi rifiuti di vario genere a cielo aperto, senza controllo. Ci chiediamo cosa pensino i turisti che a frotte arrivano fin qui dal nord Europa, quando vedono questo disordine ed abbandono.

Giungiamo nel frattempo a Mazara che ci accoglie col suo porto ed il caratteristico lungomare, sosta di variopinti mercatini con prodotti della zona ed etnici.

Il centro risente come abbiamo già detto dell’influenza araba, la sinagoga e la casba, ne sono da esempio, ma quello che vediamo di più in città sono i manifesti della piccola Denise! Veramente triste!!! Il campeggio che abbiamo scelto è poco fuori la città, ed il bungalow è ben attrezzato per il caldo che nonostante il periodo si fa sentire (anche 35°). Il resto del giorno lo trascorriamo con una breve escursione nei dintorni di questa ospitale cittadina, andando a visitare il Faro di Granitola Torretta ed i paesini circostanti che ben chiaro danno l’idea del tipo di lavoro e di vita che si svolge da queste parti: la pesca ed il turismo.

La sera mangiamo presso l’annesso ristorante del campeggio, che si rileverà eccellente e meta di molti avventori da Mazara e dai dintorni, a testimonianza che è molto quotato.

Dopo una cena squisita, una passeggiata lungomare ci vuole; ne approfittiamo per visitare meglio il centro di Mazara, pieno di gente fino a tardi.

Il giorno seguente seguendo la SS115 visitiamo Marsala, con il suo porto turistico e le famose cantine Florio, proseguendo poi sulla SS21, raggiungiamo la zona dello “Stagnone”, con le saline ed i mulini a vento. Un posto splendido e ricco di storia, con tanti turisti tedeschi che vanno e vengono come Noi dai resti dell’antica città Nubia, sita sull’isola che delimita questa zona. Merita di tornarci per visitarla meglio! Proseguiamo alla volta di Trapani, che ci accoglie col suo centro storico ed il suo porto che in estate viene letteralmente preso d’assalto da una fiumana di gente che s’imbarca per le Isole della Favignana , Pantelleria , etc., a giudicare dai parcheggi che lo fiancheggiano ed in allestimento. Anche Noi avremmo voluto imbarcarci per la Favignana, Marettimo e Levanzo (le 3 isole che compongono la Favignana) , ma ci sconsigliano un giro di un giorno sia per gli orari che per il poco tempo a disposizione. Decidiamo che prossimamente, faremo solo le isole di questa parte di Sicilia. La città comunque merita una visita per le sue chiese ed i suoi vicoli caratteristici, nonché per l’artigianato e le pasticcerie (che non solo qui) sono un richiamo irresistibile

  • 18386 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social