Week-and a Scanno e dintorni

Vi voglio raccontare il nostro week-end nelle terre d’abruzzo. Preciso che questo viaggetto è stato organizzato molto velocemente per rimpiazzare quello che avevamo programmato per la Scozia ma che, a causa di problemi di lavoro, siamo stati costretti a rimandare. ...

Diario letto 8236 volte

  • di Willman Mayer
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Vi voglio raccontare il nostro week-end nelle terre d’abruzzo. Preciso che questo viaggetto è stato organizzato molto velocemente per rimpiazzare quello che avevamo programmato per la Scozia ma che, a causa di problemi di lavoro, siamo stati costretti a rimandare. Di conseguenza l’umore, a causa della rinuncia, non era dei migliori.

E così sabato mattina partiamo da Roma alla volta di Scanno. Dopo circa due ore di viaggio tranquillo arriviamo a destinazione. L’ultimo tratto di strada prima di giungere a Scanno è incantevole. Passiamo attraverso le gole del Sagittario, il fiume che scorre tra le montagne e che dà il nome alla valle. Il paesaggio è veramente suggestivo e lungo la strada consiglio una sosta all’eremo di San Domenico dove il fiume Sagittario forma uno splendido lago.

Dopo pochi Km di curve tortuose arriviamo a Scanno. Scanno, (1050 m. S.L.M.) è tra le più alte e verdi montagne dell’Appennino, vicino ad un lago naturale a forma di cuore. E’ un paese antico che ha conservato palazzi e angoli, riti e monumenti che ne fanno un centro veramente interessante.

A pranzo ci fermiamo in un ristorante dove prendiamo confidenza con i decisi sapori abruzzesi. Purtroppo il tempo non è dei migliori e accantoniamo l’idea di romantiche passeggiate nei boschi ripiegando su mete più cittadine: Sulmona. Una bella cittadina, ricca di storia e di cultura, nonché patria del confetto. Dopo una doverosa visita al museo del confetto ci inoltriamo nel centro storico. Palazzi, porte, chiese e fontane si susseguono facendoci trascorrere un bel pomeriggio.

E’ ora di tornare a Scanno, in albergo, dove ci attende una leggera cena. Domenica mattina è ancora freddino... lasciamo Scanno e partiamo diretti a Villetta Barrea. Lungo la strada la temperatura continua a scendere, sembra tornato l’inverno: siamo al 30 maggio e il termometro segna 7°!!!!! Attraversiamo Passo Godi, e l’immaginazione corre ad un paesaggio innevato. Arriviamo così a Villetta Barrea, anche qui c’è un bel lago. Parcheggiamo la macchina, un caffè e poi ci inerpichiamo su un sentiero in mezzo ai faggi. Isolati dai rumori della civiltà ci addentriamo in un tranquillo bosco, e continuando a salire raggiungiamo la cima di una piccola montagna da cui si gode il panorama sottostante. Per noi è la prima esperienza con la montagna e devo dire che siamo rimasti veramente soddisfatti...Non abbiamo rimpianto troppo la Scozia! Per vedere le foto visita il mio sito: www.Willmann.Altervista.Org

  • 8236 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social