Cascata delle Marmore, Spoleto, Todi, Assisi

Sabato 5 settembre 2009 Alle 06.00 partiamo in auto da Viareggio direzione Umbria. Siamo 5 persone. Imbocchiamo l’autostrada A11. Intorno alle 09.00 usciamo all’uscita Orte (pedaggio 16.10 €) e ci dirigiamo verso la Cascata delle Marmore. Parcheggiamo nell’ampio parcheggio del ...

Diario letto 22204 volte

  • di ielenia77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Sabato 5 settembre 2009 Alle 06.00 partiamo in auto da Viareggio direzione Umbria. Siamo 5 persone. Imbocchiamo l’autostrada A11. Intorno alle 09.00 usciamo all’uscita Orte (pedaggio 16.10 €) e ci dirigiamo verso la Cascata delle Marmore. Parcheggiamo nell’ampio parcheggio del parco delle Marmore e acquistiamo il biglietto (5 €) d’ingresso, che si trova proprio davanti il parcheggio, per ammirare la cascata. Il biglietto permette di accedere al Belvedere Inferiore da dove si può vedere la cascata dal basso e dal davanti, al Belvedere Superiore da dove si scorge solo il primo salto, e ai sentieri naturalistici. Dopo avere ammirato la potenza dell’acqua dal Belvedere Inferiore ci dirigiamo a percorrere uno dei sentieri che permettono di vedere al meglio tutta la cascata. Ci sono 5 sentieri, ognuno con una differente difficoltà (Consiglio di visitare il sito per avere un’idea della difficoltà dei sentieri e per gli orari di apertura: www.Marmore.It). Noi scegliamo il sentiero n° 2 (Difficoltà: facile, Tempo di percorrenza: 20 minuti, Dislivello: 40 m) che, attraverso ponticelli di legno conduce al cuore della Cascata e consente una vista molto bella sul secondo salto della Cascata. Per fare questo percorso è necessario avere una mantella impermeabile perché ci si bagna parecchio. Avendo solo io un impermeabile a portata di mano mi porto più in alto per vedere il secondo salto dell’acqua e, quando torno indietro, sono gocciolante.

Decidiamo di tornare alla macchina per poter raggiungere il Belvedere Superiore. Da qui lo spettacolo è molto meno suggestivo rispettivo a quello del Belvedere Inferiore, comunque vale una visita.

Siamo arrivati all’ora di pranzo e ci fermiamo ad un chiosco del Belvedere Superiore dove prendiamo il menù pizza composto da una pizza margherita, un piatto di patate fritte ed una bibita a piacere (9 €). Se avete bisogno di andare in bagno qui vicino c’è uno di quelli a pagamento (0.30 €) molto molto pulito gestito da un signore simpatico (il Marmorese doc) e molto loquace.

Vicino a questo Belvedere si trova il Lago di Pediluco. Ci fermiamo per scoprire una parte di questo lago e percorriamo la parte di Via Francigena che passava da qua, proprio in riva al lago.

Dopo una breve passeggiata montiamo in macchina per dirigerci verso Spoleto. Alloggiamo presso l’Hotel Charleston*** situato proprio nel centro storico. Dopo avere sistemato i bagagli ed esserci dati una rinfrescatina, siamo pronti scoprire questa città. Per prima cosa visitiamo il Duomo (no orario continuato. 8.30 – 12.30 e 15.30 – 19.00) dedicato all’Assunta. La chiesa, edificata nel XII secolo, custodisce affreschi del Pinturicchio all’interno della cappella del Vescovo Costantino Eroli ed affreschi di Filippo Lippi nell’abside. Non molto lontano dalla cattedrale e proprio ai piedi della Rocca si trova il Ponte delle Torri, un ponte alto più di 70 metri e lungo 230 metri. E’ formato da 10 arcate che sovrastano il torrente Tessino. Al centro del ponte si trova un’apertura che offre una bella vista sulla valle.

Adesso decidiamo di fare una semplice passeggiata per le viuzze di Spoleto alla ricerca di prodotti gastronomici tipici. Acquistiamo vino e olio umbri e gli stringozzi, un tipo di pasta locale.

Prima della cena, prenotata dallo staff dell’hotel in una trattoria convenzionata, ci concediamo una doccia rigenerante ed un po’ di riposo.

Alle 19.00 sentiamo dei forti rumori: sta iniziando a diluviare.

Alle 20.30 siamo alla Trattoria del Festival dove, con 18 € a testa bevande escluse, ceniamo con piatti tipici di Spoleto: antipasto – bruschette con pomodoro fresco (buonissimo il pane cotto a legna), bruschette con salsa di funghi e tartufo, polenta con pomodoro e formaggio

  • 22204 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social