Mamma li turchi!

Non esclusivamente un viaggio, ma un'esperienza di viaggio

Diario letto 4384 volte

  • di viagginerodavol
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Ormai nella cerchia dei miei amici e compagni di viaggio sono diventato famoso per gli orari impossibili delle partenze dei miei viaggi. Per non smentirmi anche questa volta io, la mia compagna e una coppia di nostri inseparabili amici siamo partiti da casa alle 04.30 del mattino del 23 luglio in modo da poter prendere l'autobus che collega la mia città con l'aeroporto di Catania ed a sua volta per prendere l'aereo che ci portasse a Roma. I vettori aerei e gli alberghi ( come da mia abitudine ) sono stati prenotati con molto anticipo e stavolta per raggiungere la prima tappa del nostro viaggio in Turchia ci siamo serviti della compagnia di bandiera del Paese che ci apprestiamo a visitare. Volo regolare e puntuale in cui, anche in cibo in economy non era affatto male. Al nostro arrivo ci aspettava la macchina che avevo prenotato dall'Italia fornita dall'albergo ( Historia Hotel www.historiahotel.com ) nel quale soggiorneremo in queste due notti che ci fermeremo ad Istanbul. Posto carino, molto raccolto ubicato proprio dietro la moschea blu. Dato che noi avevamo già visitato varie volte la città sul Bosforo, stavolta ho contattato una persona del luogo che ci potesse accompagnare a scoprire dei posti meno frequentati dai turisti mordi e fuggi, così attraverso internet ho preso accordi con Adriana (lacasadelladry@hotmail.com) per fare di questi due giorni ad Istanbul un esperienza nel viaggio! Il pomeriggio stesso del nostro arrivo c'incontriamo nella hall del l'albergo e subito c'immergiamo nelle vie e nelle viuzze di questa grande città cosmopolita, da Sultanahmet ci siamo spostati a piedi fino alla torre di Galata attraverso l'omonimo ponte con i pescatori, passando attraverso un piccolo mercato locale del pesce molto caratteristico, dove poi in serata mangeremo, in riva al Bosforo in un " ristorantino molto improvvisato " un panino con lo sgombro arrostito cipolle e pomidoro molto buono, da li ci siamo goduti il sole morente che illuminava d'oro il Bosforo con le sue innumerevoli moschee che si affacciano in questo specchio d'acqua. Dopo mangiato e goduto del panorama, su suggerimento della nostra guida per caso abbiamo assistito ad uno spettacolo folcloristico, molto bello, ( costo di 140 lire turche la coppia ) al Hocapaşa Culture Center in Ankara caddesi. Sfiniti per la prima giornata campale ci ritiriamo in albergo non potendo non notare quanta gente sia riversata in strada e come si possa passeggiare tranquillamente per la città ( siamo in pieno Ramadan ).

24 luglio 2013

La colazione non è davvero un granché in albergo, ma resta funzionale per la sua ottima posizione dietro la moschea blu dunque in pieno centro storico. Abbiamo deciso di servirci per tutta la giornata di Adriana che ci accompagnerà alla scoperta di una Istanbul diversa dal solito circuito turistico, ci vediamo verso le 10 del mattino e subito partiamo per una veloce visita del Gran Bazar, ma soprattutto vediamo il secondo piano dei magazzini con gli artigiani al lavoro ed il set di Skyfall sui tetti. Il caldo è opprimente e decidiamo, all'uscita, di prendere un taxi che ci porti alla Moschea di Fatih, che visitiamo all'interno recandoci successivamente al mercato rionale nelle vicinanze che si svolge esclusivamente il mercoledì. Visita interessante per poter " annusare" uno spaccato di vita vero della città turca. Successivamente abbiamo passeggiato attraverso il quartiere di Carcamba ed abbiamo potuto, sfortunatamente, soltanto vedere dall'estero la moschea di Fetih dato che quel giorno era chiusa

  • 4384 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social