Due odalische ad Istanbul

Due amiche, un weekend lungo, una città incantata: cinque giorni a Istanbul

Diario letto 2319 volte

  • di mymy87
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Ciao a tutti amici di TPC! Ho trovato molto utile organizzare il mio viaggio estivo leggendo i vostri diari e ho pensato di scriverne alcuni dei miei, nella speranza di poter ricambiare l'aiuto ricevuto! Partiamo dal più recente... Istanbul!

Approfittando delle vacanze di Carnevale io e la mia amica Maura (due maestrine di scuola dell'infanzia), decidiamo di andare a visitare questa splendida città, sotto consiglio di svariati amici. A tal proposito... siamo due ragazze di 26 anni, e nonostante le dicerie, non abbiamo avuto nessun problema a girare la città da sole, né di giorno, né di notte, anche se, effettivamente, il nostro Hotel si trovava proprio nel centro storico. Un consiglio per chi viaggia "solo ragazze": non girate di notte nella zona del ponte sul Bosforo né nella parte occidentale. Lì siamo state con due famiglie italiane, che abitano vicino a noi, conosciute sull'aereo!

Dunque partiamo da Torino-Caselle, breve scalo a Francoforte e atterrati ad Istanbul (con un'ora di ritardo causa vento e traffico aereo). Già mentre ci spostiamo dall'aeroporto, con la metro (3 lire turche a corsa!), al nostro hotel possiamo ammirare le bellezza del centro storico. Per cui, arrivate, dopo mille peripezie, all'hotel ci laviamo, mangiamo e usciamo per un primo tour notturno della "città tra i due mondi": facciamo un giro nella piazza che divide la Moschea Blu dalla Basilica di Santa Sofia. I giochi di luce che si formano nella notte, anche grazie alla bellissima fontana che c'è tra le due strutture, sono davvero incantevoli.

secondo giorno

Ci alziamo di buonora e, dopo un'abbondante colazione sul terrazzino dell'hotel, partiamo alla scoperta della città, cominciando dal "pezzo forte": la Moschea Blu. Per una piccola coincidenza, siamo entrate proprio quando stavano recitando il muezzin. Per entrare non abbiamo pagato nulla, ma, come vuole la tradizione musulmana, abbiamo dovuto indossare un velo per coprire il capo (io ho usato la mia sciarpina) e togliere le scarpe. L'interno, come anche l'esterno è davvero imponente e bello, con vetrate che creano giochi di luce particolari. Anche il cortile interno merita una sosta... in particolare sono singolari i lavatoi per i piedi, che vengono usati ogni volta che sia deve entrare anche se fa freddo ed è inverno (anche se ogni Mosche li ha, per me che frequento solo chiese cattoliche è stato un particolare che mi è rimasto impresso). usciti ci dirigiamo nella Basilica di fronte: Santa Sofia (prima moschea, poi Basilica, ora museo). Lì abbiamo dovuto pagare il biglietto di ingresso e, a mio giudizio, non c'è nulla di che: un paio di mosaici, ma per il resto è vuota... In ogni caso non avrei potuto restare col dubbio di non averla vista.

Uscite da lì, ci dirigiamo verso la Basilica Cisterna (a poche centinaia di metri): una vera scoperta, con un po' di coda e a pagamento, ci siamo inoltrate in questa antica cisterna che un tempo conteneva le riserve d'acqua per la città. Un tunnel sotterraneo di colonne e passerelle sull'acqua...decisamente suggestivo.

Decidiamo di andare a fare una passeggiata per la città e, passando attraverso il parco, arriviamo al ponte che attraversa lo stretto e ti permette di arrivare nella parte occidentale della città. Il ponte Galata è particolare, perché sopra passano le auto ed è pieno di pescatori (attenzione a non farvi prendere dagli ami...è successo davanti ai nostri occhi!) e sotto ci puoi passeggiare o fermarti a mangiare, visto che è pieno di ristoranti con il pesce fresco. Prima del ponte c'è il porto dal quale si vede molto bene il ponte sul Bosforo che divide l'Europa dall' Asia. Decidiamo di tornare indietro e, lungo la strada del ritorno ci fermiamo alla Moschea Nuova, entriamo e assistiamo ad una parte di un rito/messa. Ovviamente uomini e donne pregano separatamente

  • 2319 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social