Tre giorni a Istanbul

Il ponte di Ognissanti tra oriente e occidente

Diario letto 14071 volte

  • di C+E
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro

Sabato mattina di nuovo sveglia presto e colazione. Ci siamo concessi una passeggiata sul lungomare che da Fener va a Eminonu, districandoci tra le centianaia di pescatori appostati (sono davvero tantissimi!). Raggiunta la zona da dove partono i traghetti, non aspettatevi niente di ufficiale, siamo salpati per la crociera sul Bosforo, di circa due ore (ovviamente contrattando il prezzo del biglietto!), baciati dal sole e dalle temperature miti. Meravigliosa.

Alla fine della crociera abbiamo mangiato un panino con verdure e pesce freschissimo cotto alla griglia direttamente sulla barca dei pescatori. Fatelo anche voi perchè è davvero ottimo ed è un'esperienza formidabile. Abbiamo anche ricevuto i complimenti per la scelta da una guida locale!

Dopo esserci rifocillati ci siamo diretti a piedi verso la Suleymaniye Camii. La salita è dura ma il quartiere sotto la moschea merita un'occhiata anche da dentro, oltre che dal bellissimo belvedere della moschea. Ricordatevi che per entrare in moschea bisogna coprirsi braccia e gambe, le donne anche la testa, togliersi le scarpe e attendere che sia finito il turno di preghiera. L'ingresso è libero ma è gradita un'offerta.

Dopo la moschea, verso le 15, ci siamo diretti al Gran Bazar e quattro ore sono troppo poche per girarlo tutto. Divertitevi a perdervi nelle stradine cariche e ingombre di merci e a contrattare con i negozianti!

Alle 19, usciti un po' frastornati al bazar, siamo andati a mangiare la tipica Pide e il Pudding rice al Karadeniz Sultan-i Restaurant, nella zona di Sultanahmet, per ammirarla di nuovo alla sera, tutta illuminata. Qunidi fine serata in terrazza con narghilè e tè alla mela. Il giorno successivo sveglia presto per il rientro a casa (colazione in aereoporto carissima).

Che dire... sicuramente due giorni sono pochi per girarla bene, e forse lo sarebbe anche una settimana, ma sono abbastanza per farsi sedurre e folgorare da questa città dalle mille sfacettature.

Lasciatevi affascinare dalla storia della vecchia Costantinopoli, stupitevi della modernità della nuova Istanbul e respirate la vita quotidiana nei vicoli di porfido e nelle banchine dei porticcioli. Insomma, vivetela appieno.

  • 14071 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social