Alla ricerca delle nostre radici

Un viaggio nei luoghi simbolo della tradizione cristiana, in una terra che è considerata santa da cristiani, ebrei e musulmani...un percorso ricco di spiritualità, fascino e cultura.

  • di giudit
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2 Fabiana e Franca
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

VIAGGIO IN TERRA SANTA: ALLA RICERCA DELLE NOSTRE RADICI

Finalmente la Terra Santa! Da tempo ero alla ricerca di un viaggio in questi luoghi che non fosse il solito pellegrinaggio diretto unicamente nei luoghi della fede con masse informi di pellegrini mossi da un unico interesse, ma che oltre a questo (perché di certo da questo non si può prescindere!) mi facesse conoscere la vera Israele. Quella degli scavi archeologici (Bet Shean), quella naturalistica (Banias) e storico-artistica (i meravigliosi palazzi di Erode il Grande: Herodion, Masada, Cesarea); la Israele degli Ebrei (il kibbutz, Mea Sherim), dei Musulmani, degli Armeni, dei Copti, insomma la Israele cosmopolita, multirazziale, fatta di quel melting pot di culture che la rendono un posto unico al mondo! E allora partiamo (io e mia madre) verso questi luoghi da tempo sognati! 1. Giorno: Arrivo in Israele Con un volo da Bergamo il nostro piccolo gruppo di “pellegrini” (siamo solo in tredici e meno male, visti i numeri abitualmente molti elevati per i gruppi diretti in Israele) arriva in tarda serata a Tel Aviv. Sbrighiamo le formalità di sbarco rispondendo alle numerose domande della “gentilissima” signorina del posto di frontiera e naturalmente chiediamo di non timbrarci il passaporto (la richiesta “no stamp” è necessaria qualora vogliate in futuro recarvi negli stati arabi che non hanno riconosciuto lo stato di Israele, e sono diversi, Siria, Libia, Libano…). Lasciamo l’aeroporto Ben Gurion accolti, nonostante la tarda sera, da un caldo torrido e partiamo diretti al nostro hotel di Nazareth, il “Rimonim”, un quattro stelle davvero confortevole e in posizione ideale per potersi muovere a piedi anche da soli. 2. Giorno: Sulle orme di Gesù La mattina dopo con la nostra guida Raffaele (un armeno che abita a Betania il quale ci racconta che tutti giorni, per recarsi al lavoro, deve attraversare un check point dovendo attendere ore per percorrere solo pochi km) partiamo alla volta di Bet Shean, per la visita degli scavi archeologici di quella che fu una città ellenistica e romana posta al centro delle principali rotte commerciali tra Mesopotamia e Mediterraneo. La visita alle rovine è davvero interessante e comprende il teatro romano scavato nella montagna, la bellissima strada bizantina, i bagni con marmi e mosaici e le numerose colonne sparse per tutto il sito. Ritorniamo a Nazareth per il pranzo nel ristorante “La fontana di Maria” che, nonostante il menù un po’ troppo occidentale (bistecca e patatine fritte!), si rivela un luogo piacevole per la bella veduta che offre. Nel pomeriggio iniziamo la nostra visita di Nazareth, la città della Galilea la cui fama è legata agli episodi biblici dell’Annunciazione e della infanzia di Gesù. La città vecchia conserva intatto il suo fascino: nel labirinto di vicoli del souk si può trovare davvero di tutto! Visitiamo la piccola chiesa di San Giuseppe, la sinagoga e da ultima la chiesa dell’Annunciazione, una chiesa moderna (anche troppo!), la cui cupola domina la città e, nella cui cripta si trova la grotta dell’Annunciazione con i resti della casa di Maria. La giornata volge al termine, torniamo in albergo e, dopo cena, chi vuole esce per una passeggiata. Sembra strano ma davvero non ci sono pericoli, si può uscire soli e c’è persino la voglia di mangiarsi un gelato (senza conseguenze!) per le vie di Nazareth “by night”! Alcuni riescono anche a partecipare alla Santa Messa nella basilica, anche se non è nella nostra lingua non importa è comunque molto suggestiva

  • 3311 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social