Cile a Rapa Nui (Isola di Pasqua) autogestito

Rapa Nui è un luogo unico. Molto rilassante. Non esistono semafori, né parchimetri, nessuno strombazza per strada, il traffico è inesistente, in inverno il clima è mite. La vita è molto semplice. Non ci sono negozi griffati, auto e case ...

Diario letto 67811 volte

  • di Lurens55
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Viaggio Tour

Cile e Rapa Nui (Isola di Pasqua)

01 - 19 Luglio 2015

Partecipanti: io e Franca

Cambio valuta ufficiale: 1€ = 715 CLP

Prologo:

Da anni l'Isola di Pasqua con i suoi misteriosi moai (le gigantesche teste scolpite) è uno dei tanti posti che ci piacerebbe visitare.

Il 6 gennaio dopo aver stabilito l'itinerario si parte con la ricerca dei voli.

Strano ma vero, per una volta tanto si riesce a partire da (e tornare a) Torino.

All'andata Torino-Madrid-Santiago e ritorno Santiago-San Paolo-Francoforte-Torino con Lastminute (precisi, un buon sito web).

Voli in Cile:

Santiago-Calama-Santiago e Santiago-Isola di Pasqua-Santiago con Volagratis (alias Bravofly, alias Rumbo). Assistenza clienti molto insoddisfacente. A 3 settimane dalla partenza non si riesce ad accedere ai dettagli del viaggio. Alle mail rispondono dopo un sacco di tempo senza risolvere il problema ("sarà il browser che utilizza").

Al telefono un sacco di tentativi, linea che cade, operatori tutti impegnati (chiami-più-tardi). Mai più. A gennaio prenotiamo anche tutti gli alberghi. A giugno prenotiamo le visite a San Pedro de Atacama e il trasferimento dall'aeroporto da Calama a San Pedro. Tramite rentalcars.it prenotiamo un'auto per 2 giorni da Econorent per andare a Valparaiso. Costi folli. Una piccola utilitaria per 2 giorni 100 euro a cui poi si sommano altri 40 euro per eliminare la franchigia di 1600€ e circa 6000 pesos cileni al giorno di tassa veicoli per Santiago.

Mercoledì 01-07-15

Oggi è il giorno della partenza.

Un po' di fibrillazione come sempre. Avremo fatto bene i bagagli? Avremo preso tutto quello che ci serve? Domande oziose che terminano sempre con la conclusione che se qualcosa manca lo comperiamo là. Ma sembra inevitabile porsele.

Volo Air Nostrum Torino-Madrid. Servizio di bordo a pagamento anche non troppo attraente.

Quando passano col carrellino chiedo una birra Carlsberg, ma è tiepida. Mi propongono in alterativa la Mahou (fresca e soprattutto spagnola). Costo €3.50 (nemmeno poi così caro). Pago con 5€ e mi rifilano come resto una moneta da 50 cent e una vecchia moneta da 50 Pesetas (somigliante a quella da 1€). Lo faccio notare alla hostess che si scusa per l'increscioso accaduto.

L'atterraggio a Madrid è stato abbastanza da brivido. Forti turbolenze hanno prodotto degli scrolloni e brevi cadute "de paura". Tutto si è concluso felicemente.

Arrivati a Madrid cerchiamo sul tabellone il nostro volo per Santiago che partirà da un altro terminal. Dopo una lunghissima camminata troviamo l'indicazione che ci vogliono 25 minuti per raggiungerlo. Finalmente cammina cammina arriviamo ad una navetta che ci porta all'altro terminal.

Volo Madrid-Santiago con un A340-300 Iberia. La compagnia aerea spagnola è abbastanza scarsa. Ha i film solo in business. In turistica c’è la musica che però non si sente quasi nulla.

Giovedì 02-07-15

La mancanza dell'in-flight entertainment rende il viaggio molto noioso. Non c'è nulla per distrarsi un po'. Nemmeno il display con la rotta e i dati di volo. L'unico diversivo sono dei begli scrolloni ogni tanto. L'atterraggio a Santiago ha avuto momenti di brivido con dei bei salti. Comunque siamo arrivati. Usciti dall'aereo, già nel finger abbiamo percepito la temperatura invernale. Controllo passaporti rapidissimo. Ritirati i bagagli abbiamo tirato fuori la giacca a vento. Alla dogana in uscita scannerizzano le valigie (pare per verificare che non si portino alimenti). Prima operazione, cambio di 100€ (pagati a 708). Seconda operazione, acquisto sim ricaricabile cilena Entel. Terza operazione, mettere a posto gli orologi. Dribblato poi l'esercito di taxisti, autisti di pulmini privati, ecc. andiamo alla fermata del Centrobus che per 1500 CLP ci porta fino alla fermata Pajaritos della metro (come consigliato dalla Lonely). Con qualche difficoltà dovuta alla lingua comperiamo il biglietto della metro. Nella stazione non c'è la mappa della metro, ma chiedendo ci indicano che direzione prendere. I biglietti della metro hanno un costo variabile a seconda delle fasce orarie. Nelle ore di punta costa di più. Viaggio in metro allucinante

  • 67811 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social