Iceland: Wild at heart

Viaggio itinerante alla scoperta di un paese dalle bellezze naturalistiche straordinarie

Diario letto 5089 volte

  • di LEOBEA
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

PRANZI/CENE:

I ristoranti offrono una cucina soprattutto a base di pesce e carne ovina che ci ha stupito favorevolmente con piatti più che decenti cosa che invece non avevo trovato 26 anni fa dove ricordiamo di aver mangiato molto male. A rimanere invariati invece sono i prezzi sempre alti; tanto per intenderci un dolce costa mediamente 15 euro, va da sé che senza esagerare il costo medio di una cena va dai 35/40 euro bevande escluse. La nota positiva è che qui l’acqua è buonissima e sempre gratuita; evitate di prendere vino la cui qualità sarebbe incerta al contrario della certezza del prezzo elevatissimo. Eventualmente per variare potreste propendere per l’abbordabile birra soprattutto la Viking prodotta ad Akureyri. Volendo evitare i ristoranti si potrebbe percorrere la strada dei supermercati acquistando il necessario per poi cucinare a casa (sempre che si scelga la soluzione b&b). Personalmente ho scelto di ricorrere al supermercato per il pranzo e la colazione mentre la sera ci siamo concessi lo sfizio di essere serviti. Vi sono diverse catene di supermercati dai prezzi più o meno cari (i più economici sono i discount Bonus, quelli con il simbolo del porcellino) che però si trovano solo a ridosso dei principali centri abitati. Fate attenzione perché in particolar modo nelle zone interne non solo non troverete negozi ma nemmeno anima viva.

CARTE DI CREDITO:

Avere una carta di credito è indispensabile perché tutto si paga con il suo utilizzo anche per acquistare una caramella; non è assolutamente necessario avere del contante (io non ho cambiato neanche un euro e francamente non so come sia fatta una banconota islandese). Da segnalare che l’unica carta un po’ bandita (come del resto in Italia) è quella "verde"; non di rado ci è capitato di vedere negozi con la scritta “no A.........”. L’importante è avere invece con sé una carta di credito munita di pin, questo perché quasi tutti i distributori di benzina sono senza operatore e l’unico modo per rifornirsi è utilizzare il self service che vuole sempre una carta che si utilizza con la digitazione del pin.

NOLEGGIO AUTO E STRADE:

Anche il noleggio di un’auto risulta essere, guarda caso, particolarmente oneroso così come il costo del carburante (benzina oltre 1,8 euro). Non è necessario avere una vettura 4x4 se non ci si addentra nelle zone interne dove vige l’obbligo segnalato da apposita cartellonistica il cui mancato rispetto ha quale conseguenza non solo quello di potersi vedere comminate pesanti multe ma anche di non avere alcun rimborso da parte delle compagnie assicuratrici in caso di danno procurato all’autovettura e/o a terzi. Noleggiare un’auto 4x4 può costare anche più del doppio di quanto richiesto per un’autovettura “normale”. Noi ci siamo affidati così come facciamo ormai da parecchi anni alla società di brokeraggio “Autoeurope” spendendo per una Wolgswagen Polo la somma di € 850 per 10 giorni (con assicurazione senza franchigie). La strada che circumnaviga l’isola (il cosiddetto ring) è ben tenuta e non presenta problematiche (almeno in estate) a differenza invece delle strade sterrate interne dove non sempre l’essere dotati di una vettura 4x4 consente di risolvere i problemi. Ci è capitato di vedere diverse auto in grossa difficoltà nel dover guadare dei corsi d’acqua che spesso a causa dello scioglimento dei ghiacci tagliano le strade che oggi ci sono e domani non si sa. La soluzione allora dove sta se si vuole vedere anche le parti interne dell’isola che sono nella loro solitudine di una bellezza struggente? L’unico modo è quello di rinunciare ad un po’ della propria libertà di movimento affidandosi alla fidata rete di autobus islandesi che si muovono con estrema disinvoltura su tutti i tracciati (anche il prezzo degli autobus però non è a buon mercato e se a viaggiare si è in tanti il tutto si complica)

  • 5089 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social