Islanda, terra di contrasti

On the road tra ghiacci, vulcani e insoliti paesaggi arricchiti da spettacolari fenomeni naturali

Diario letto 9415 volte

  • di Labila
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro

12 AGOSTO

Partiamo da Roma-Fiumicino alle 16.30 con scalo a Dusseldorf in direzione di Keflavik. Ceniamo con due buonissimi sandwiches, uno al salmone e l’altro ai gamberetti. Pernottiamo all’Aurora Star Hotel (€ 247,50, stanze semplici ma confortevoli, ottima prima colazione) , raggiungibile comodamente a piedi dall’aeroporto.

13 AGOSTO

Dopo una ricca colazione ci rechiamo all’agenzia Blucar Rental, a due passi dall’albergo, per il ritiro dell’auto a noleggio: ci consegnano una Renault Clio ultimo modello. Iniziamo quindi la nostra avventura. L’impatto con lo scenario intorno a noi è senz’altro degno di nota, si percepisce fin da subito l’asprezza di un territorio flagellato dai numerosi fenomeni naturali, tanto inospitale quanto affascinante. Immancabili compagni di viaggio saranno i piccoli montoni intensissimi a brucare l’erba. Alcuni un po’ imprudenti sostano proprio sul ciglio della strada, bisogna pertanto fare molta attenzione. La loro presenza però è di grande compagnia, così come il numero indefinito di bellissimi cavalli della tradizione islandese: mandrie presenti ovunque nelle sconfinate terre, regalano a chi li incontra un gran senso di libertà. La nostra prima tappa è il parco nazionale Þingvellir. Una volta arrivati parcheggiamo vicino al Centro Visitatori (ingresso P1). Cominciamo un’interessante passeggiata all’interno dell’ Almannagja, la più evidente frattura della terra nata dalla deriva dei continenti, che allontana la placca nordamericana da quella euroasiatica. Quello che lascia stupiti è il camminare al centro di questo canyon le cui pareti sembrano poter precipitare da un momento all’altro, alcune rocce appaiono reggersi per miracolo. Molto impressionante. Arriviamo al sito del Alþingi , primo esempio di parlamento in Europa e alla piccola chiesetta di legno, testimone dei primi insediamenti cristiani. Tutt’intorno a noi il grande lago Þingvallavatn. Ripresa la macchina continuiamo in direzione nord per ammirare le fumarole, i colori delle sorgenti calde ma soprattutto lo Strokkur: potente geyser i cui getti arrivano fino a 15-20 metri di altezza. Le sue eruzioni avvengono ad intervalli molto ravvicinati e questo permette assistere alla sua attività per più di una volta. Proseguiamo diretti alla cascata di Gullfoss la cui vista lascia senza fiato: di estensione notevole così come la potenza, viene attraversata nella sua totalità da un grande arcobaleno. Completato il Circolo D’oro decidiamo di passare per Fludir, località dove è stata recentemente aperta la Secret Lagoon (€ 46,00 in due). Ci rilassiamo quindi in queste calde acque, riuscendo anche a prendere parecchio sole: il tempo oggi è splendido. Rigenerati e saziati da un ottimo fish and chips arriviamo all’hotel che ci ospiterà questa notte, il Kanslarinn presso la località di Hella (€ 169,00, semplice ma in ottima posizione, buona la colazione, staff molto cortese).

14 AGOSTO

Abbiamo appuntamento alle 10.00, poco più avanti del parcheggio della cascata Seljalandsfoss, per un’escursione in super Jeep. Siamo solo 4 partecipanti il che è sicuramente un vantaggio. Giungiamo al temibile Hekla, le cui forti eruzioni hanno causato in passato morte e distruzione. Siamo circondati da campi di lava a profusione mentre in alto le nuvole nascondono la cima del vulcano dandogli un aspetto inquietante e seducente allo stesso tempo. Un panorama senza limiti è quello che si osserva dal Red Crater senza però mai distrarsi perché il forte vento spinge proprio all’interno del cratere. Lunghi sterrati portano ad una delle meraviglie d’Islanda: Landmannalaugar

  • 9415 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social